Maggio 26, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bitcoin si riprende dal declino innescato dall'attacco dell'Iran a Israele

Bitcoin si riprende dal declino innescato dall'attacco dell'Iran a Israele

(Bloomberg) — Bitcoin si è ripreso da una forte svendita durata più di un anno, un primo segnale di imminente volatilità nei mercati finanziari mentre gli investitori digeriscono la prospettiva di un'espansione militare in Medio Oriente.

I più letti da Bloomberg

La più grande criptovaluta è salita del 5,9% per essere scambiata a 64.600 dollari alle 11:40 di domenica a Londra. Le monete più piccole come Polkadot e Uniswap hanno registrato un rally di oltre il 10%, mentre Ether è avanzato del 5%.

L'Iran ha lanciato droni e missili contro Israele come rappresaglia per un attacco in Siria che ha ucciso un alto ufficiale militare iraniano. Dato che l'azione dell'Iran ha avuto luogo mentre la maggior parte dei mercati erano chiusi, i trader di criptovalute si sono trovati nell'insolita posizione di essere tra i primi a reagire a un importante evento geopolitico.

Per saperne di più: Il Medio Oriente entra in una nuova fase pericolosa dopo l’attacco dell’Iran a Israele

“Più investitori del solito potrebbero scegliere di proteggere le proprie opinioni sul mercato attraverso le criptovalute”, ha affermato David Lavant, responsabile della ricerca presso FalconX.

Venerdì le tensioni hanno pesato sui titoli azionari e hanno fatto crollare i beni rifugio come le obbligazioni e il dollaro, mentre Israele si preparava ad attaccare. I dati di Coinglass mostrano che circa 1,5 miliardi di dollari di salari rialzisti in criptovaluta sono stati liquidati tramite derivati ​​venerdì e sabato.

“Il cambio estero è stato assolutamente sopraffatto negli ultimi tre giorni, quindi i prezzi degli asset digitali si sono sostanzialmente deteriorati”, ha affermato Eptiger.

Domenica i mercati azionari del Medio Oriente sono stati per lo più in rosso. Alle 8:36 ora di Londra le azioni israeliane venivano scambiate leggermente in ribasso, perdendo i guadagni precedenti.

READ  Ecco cosa sappiamo dei 16 accusati di frode elettorale nel Michigan

Per saperne di più: Israele e gli alleati scoraggiano ampiamente l'attacco senza precedenti dell'Iran

Una significativa escalation militare tra Israele e Iran metterà alla prova l’idea che bitcoin e altri criptoasset possano rappresentare un rifugio in tempi di turbolenza, spesso espressi dai promotori dell’asset class. Quando la Russia invase l’Ucraina all’inizio del 2022, le criptovalute erano all’inizio di un crollo del mercato che durò fino alla fine di quell’anno.

Bitcoin è crollato dal livello record di 73.798 dollari di metà marzo. La domanda di fondi negoziati in borsa statunitensi dedicati, che hanno debuttato a gennaio, ha aiutato il token a raggiungere i massimi storici, ma gli afflussi netti nel prodotto si sono moderati di recente.

Gli speculatori crypto attendono l'halving di Bitcoin, che dimezzerà la nuova offerta di token ed è previsto per il 20 aprile. Storicamente, i semilavorati si sono dimostrati resistenti ai prezzi, anche se vi sono dubbi sulla possibilità che ciò si ripeta. Dato che Bitcoin ha recentemente raggiunto il massimo storico.

(Aggiornamenti per includere etere nella seconda colonna.)

I più letti da Bloomberg Businessweek

©2024 Bloomberg LP