Aprile 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

CAA: l'India implementerà la legge sull'immigrazione che esclude i musulmani

CAA: l'India implementerà la legge sull'immigrazione che esclude i musulmani
  • Nikila Henry a Delhi e Kathryn Armstrong a Londra
  • notizie della BBC

fonte dell'immagine, Belle foto

didascalia dell'immagine,

Anche gli indù in Pakistan, Bangladesh e Afghanistan possono ottenere la cittadinanza

Il governo indiano ha annunciato l’intenzione di promulgare una controversa legge sulla cittadinanza che è stata criticata come anti-musulmana.

Il Citizenship Amendment Act (CAA) consentirà alle minoranze non musulmane provenienti da Pakistan, Bangladesh e Afghanistan di acquisire la cittadinanza.

I funzionari dicono che aiuterà le vittime di molestie.

La legge è stata approvata nel 2019, scatenando proteste di massa in cui decine di persone sono morte e molte sono state arrestate.

Il ministro dell'Interno Amit Shah ha affermato che le regole non sono state formulate sulla scia dei disordini, ma ora lo sono.

Lunedì, nel suo annuncio sui social media, il primo ministro Narendra Modi ha scritto di aver “fatto un'altra promessa e mantenuto la promessa dei nostri creatori della Costituzione agli indù, ai sikh, ai buddisti, ai giainisti, ai parsi e ai cristiani che vivono in quei paesi”. .

Le persone idonee possono richiedere la cittadinanza indiana online, ha affermato in una nota il Ministero degli Affari Interni indiano. È già stato predisposto un portale online per la ricezione delle candidature.

Il ministero ha affermato che ci sono “molte idee sbagliate” sulla legge e che la sua attuazione è stata ritardata a causa della pandemia di Covid-19.

“Questa legge è limitata a coloro che sono stati perseguitati per anni e non hanno rifugio nel mondo tranne che in India”, ha aggiunto.

In vista delle elezioni generali di quest'anno, l'attuazione della CAA è stata una delle promesse elettorali chiave del partito nazionalista indù Bharatiya Janata Party (BJP) al governo di Modi.

Modifica l’Indian Citizenship Act, vecchio di 64 anni, che attualmente impedisce agli immigrati clandestini di diventare cittadini indiani.

Secondo la nuova legge, i richiedenti la cittadinanza dovranno dimostrare di essere arrivati ​​in India dal Pakistan, dal Bangladesh o dall'Afghanistan entro il 31 dicembre 2014.

Dato che negli ultimi mesi i leader del BJP hanno suggerito l'attuazione della legge prima delle elezioni, l'annuncio di lunedì non ha sorpreso molti. Dopo l'annuncio, il BJP ha gestito online hashtag di tendenza come “Jo Gaha So Kiya” (Abbiamo fatto quello che abbiamo detto).

Nel frattempo, proteste contro la CAA sono scoppiate in alcuni stati, tra cui Assam, dove l’All Assam Students’ Union (AASU), che ha guidato le proteste nello stato nord-orientale nel 2019, ha chiesto la chiusura martedì.

Il partito comunista indiano (marxista) al governo nello stato meridionale del Kerala ha indetto proteste in tutto lo stato. “Questo [the law] Il Primo Ministro Pinarayi Vijayan ha affermato che la legge non sarà attuata nel suo Stato, affermando che “divide le persone, incita sentimenti comuni e sovverte i principi fondamentali della Costituzione”.

fonte dell'immagine, Belle foto

didascalia dell'immagine,

Nel 2019, il paese ha assistito a massicce proteste contro la legge

I critici della CAA affermano che è eccezionale e viola i principi laici della Costituzione che vietano la discriminazione contro i cittadini sulla base della religione.

Ad esempio, la nuova legge non copre coloro che fuggono dalle persecuzioni nei paesi a maggioranza non musulmana, compresi i rifugiati Tamil provenienti dallo Sri Lanka.

Si teme che la CAA possa essere utilizzata come strumento per perseguitare i 200 milioni di musulmani del paese, se combinata con la proposta di Registro nazionale dei cittadini.

Alcuni indiani, compresi quelli che vivono vicino ai confini dell’India, temono che la legge possa portare a un aumento dell’immigrazione.

L'annuncio di lunedì non è piaciuto all'opposizione, che ha accusato il governo di cercare di influenzare le prossime elezioni.

Si prevede che avrà luogo entro maggio e il primo ministro Narendra Modi sarà rieletto per il terzo mandato consecutivo.

“Dopo diverse proroghe nell'arco di quattro anni, lo è stato [the law’s] L'implementazione due o tre giorni prima dell'annuncio elettorale dimostra che viene fatta per ragioni politiche”, ha detto in una conferenza stampa il presidente dell'All India Trinamool Congress, Mamata Banerjee.

Jairam Ramesh, capo delle comunicazioni dell'Indian National Congress, ha scritto sui social media: “Il tempismo impiegato per annunciare le regole della CAA è l'ennesima prova delle palesi bugie del Primo Ministro”.

Asaduddin Owaisi, presidente dell'All India Majlis-e-Ittehadul Muslimeen, ha messo in dubbio i tempi del trasferimento.

“La CAA ha lo scopo di prendere di mira solo i musulmani, non ha altro scopo”, ha scritto su X (ex Twitter).

Leggi altre storie sull'India dalla BBC:

READ  Lauren Bobert licenziata dal musical "Beetlejuice" a Denver