Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Chris Mason: Politica di difesa in un mondo pericoloso

Chris Mason: Politica di difesa in un mondo pericoloso
  • Scritto da Chris Mason
  • Redattore politico, BBC News

Sotto il freddo sole primaverile di una base militare polacca, un carro armato rumoroso e pieno di fumo gira con un angolo di 90 gradi, mentre il metallo dei suoi cingoli raschia il cemento.

Le creature della guerra divennero sfondi per la politica di difesa.

Un mondo pericoloso si scontra nell'anno delle elezioni generali.

Negli anni successivi alla Guerra Fredda, molti paesi occidentali hanno raccolto i benefici della pace.

Questa logica significava che un mondo più sicuro significava che i soldi precedentemente spesi per soldati, aerei da guerra e portaerei potevano invece essere spesi per servizi sanitari o scuole.

Ma come sono cambiate le cose.

C’è un conflitto in Medio Oriente. E la guerra in Europa.

Rishi Sunak si è recato qui per incontrare il suo omologo polacco, Donald Tusk, e il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg.

Ma anche il Primo Ministro è venuto qui con un annuncio in tasca.

È consapevole delle minacce che il Regno Unito deve affrontare a livello internazionale e delle minacce interne che deve affrontare a livello politico.

E se si parla di impegno di spesa, chi meglio del cancelliere Jeremy Hunt, nonché del segretario alla Difesa Grant Shapps?

Sunak ha dichiarato di voler aumentare la spesa per la difesa al 2,5% del reddito nazionale entro il 2030.

Il governo stima che l’aumento totale – tenendo conto della crescita economica ipotizzata – significherebbe un extra di 75 miliardi di sterline nei prossimi sei anni.

Afferma che è “interamente finanziato senza alcun aumento dei prestiti o del debito”.

I governatori affermano di aver limitato il loro numero.

Gran parte di esso deriva dal taglio dei posti di lavoro nella pubblica amministrazione ai livelli pre-pandemia. I ministri ritengono che ciò equivalga a una riduzione del personale di circa 70.000 unità.

Sostengono che è necessario personale aggiuntivo per superare la pandemia e realizzare la Brexit, ma ora non è necessario.

Inserisci Avanti, Azione. Un elemento chiave del tentativo di Sir Keir Starmer di reinventare il suo partito è stato quello di coprirsi con la bandiera dell'Unione (o addirittura la bandiera di San Giorgio per il giorno di San Giorgio) e sottolineare il suo impegno nei confronti delle forze armate.

È stato fotografato in tenuta da combattimento.

Ha sottolineato l'impegno del Partito Laburista nei confronti della NATO.

Tutto il contrario con Jeremy Corbyn.

Ma sui finanziamenti la sua promessa non è così concreta come quella dei conservatori.

Il partito laburista ha promesso di aumentare la spesa per la difesa al 2,5% del reddito nazionale quando “le risorse lo consentiranno”.

Come reagiranno ora che i conservatori li hanno sconfitti?

Nelle ore immediatamente successive al discorso del primo ministro, i ministri ombra sono apparsi incerti.

Ma il fatto che i due partiti più grandi di Westminster siano impegnati in una corsa politica agli armamenti per la difesa dice molto di quello che c’è da sapere sullo stato del mondo.

“La presenza della Russia come vicino ha un prezzo.

Sì, è sempre probabile che il leader di un’alleanza di difesa voglia più soldi per la sua causa.

Ma è un’osservazione che fa riflettere.