Gennaio 28, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Collegamenti Hackaday: 4 dicembre 2022

Hackaday Links Column Banner

Beh, questo è imbarazzante! Immagina di inviare un rover multimiliardario sul fondo di un antico lago su Marte solo per scoprirlo dopo un anno di scavi tra le rocce Potrebbe non essere davvero un lago, dopo tutto. Questa sembra essere l’impressione che Jezero Crater sta ricevendo dagli scienziati planetari dopo aver esaminato i dati provenienti da perseveranza da allora Atterraggio inchiodato In quello che sembra essere un lago asciutto, completo di un sistema di delta fluviale. Uno sguardo più da vicino al sedimento perseveranza Il campionamento rivela molto del minerale olivina, che è raro sulla Terra vicino alla superficie perché reagisce prontamente con l’acqua. Trovare così tanta olivina vicino alla superficie di Jezero indica che o una volta non c’era tutta quell’acqua, o che l’acqua era principalmente fredda. I risultati sono limitati a dove è stato il rover, ovviamente, e la cosa bella di avere le ruote è che puoi andare da qualche altra parte. Ma se speravi in ​​chiari segni che una volta Jezero fosse un lago brulicante di vita, potresti dover aspettare.

In altre notizie sullo spazio, dobbiamo ammettere che la NASA ha accettato un po’ il lavoro sul podcast un paio di settimane fa per non essere all’altezza degli incredibili standard di SpaceX in termini di kit di lancio SLS. Sì, il lancio notturno è fantastico, ma non avere tutte quelle telecamere interne come il Falcon ci ha lasciato un po’ piatti. Ma dovevamo essere pazienti, perché Le immagini di Artemis 1 sono semplicemente sbalorditive. Non avevamo idea che la NASA avesse installato telecamere sui pannelli solari della navicella Orion, che agiscono un po’ come un selfie stick e consentono alla navicella di essere in primo piano con la Terra e la Luna sullo sfondo. Rivedere la Terra dalla distanza della Luna per la prima volta in 50 anni è stato un vero piacere, e inquadrare il nostro satellite allo stesso tempo è un enorme vantaggio.

READ  Il James Webb Space Telescope guarda l'universo primordiale, vedendo galassie come la nostra Via Lattea

Sappiamo tutti come le maree algoritmiche delle notizie fluiscono e rifluiscono su Internet in questi giorni, ma anche quando te lo aspetti, può essere fastidioso vedere improvvisamente apparire storie rilevanti nel tuo feed. Vale a dire, questa settimana abbiamo trovato un paio di storie di auto elettriche che sono state gravemente danneggiate nelle stazioni di ricarica. Il primo è stato Un rapporto di un guidatore di Ford F-150 Lightning secondo cui un caricabatterie ha violato il suo camion. L’utente riferisce che mentre saliva a bordo di una stazione Electrify America in Oregon, ha sentito un forte botto prima che la Charger e la sua auto costosa morissero, richiedendo un rimorchio a pianale a un concessionario Ford per le riparazioni. separatamente, Secondo quanto riferito, un caricatore BC Hydro a Vancouver ha consegnato almeno due veicoli elettrici, uno dei quali ha sostenuto $ 6.300 in spese di riparazione. Non si sa nulla sulla natura del danno, ovviamente, e BC Hydro afferma che il caricatore è stato dismesso. Non possiamo fare a meno di chiederci cosa ci dica la simultaneità di queste due storie sullo stato delle stazioni di ricarica in generale.

Anche da “Non è strano?” File e rapporti appaiono in tutto il mondo I lampioni a LED diventano improvvisamente viola. In genere, gli intensi lampioni a LED bianco-bluastri in luoghi come Wisconsin, Florida, Carolina del Nord, California e altrove brillano di una strana ma bellissima sfumatura di viola intenso. Quando abbiamo visto questa storia per la prima volta, abbiamo pensato che sarebbe stato solo un problema con i fosfori sui LED COB, che probabilmente si sarebbero spenti e avrebbero lasciato trasparire la luce UV di base. E in effetti, questa è la conclusione a cui alla fine arriva questa storia, almeno per le luci di Vancouver che sembrano soffrire della distorsione del rivestimento di fosforo a causa dei danni causati dal calore. L’articolo va oltre e incolpa i “problemi della catena di approvvigionamento” in corso per il problema, che onestamente non è difficile da capire.

READ  La missione Artemis I della NASA sta per far esplodere un gigantesco razzo SLS verso la luna

Infine, puoi trasformare l’auto in una colonna di sale? No, non puoi, ma se segui le orme dell’artista James Burdle, potresti riuscirci Prenota un’auto a guida autonoma con qualche chilo di sale. James ha scoperto che circondare la sua auto con una doppia linea tratteggiata di sale faceva pensare all’auto di poter attraversare la barriera e non violarla. Quindi l’auto si è guastata ed è rimasta nei circoli salati. Vorremmo scavare un po’ più a fondo in questo: non è chiaro di che macchina si tratti, ma c’è un commento su un video di Vimeo che afferma che si tratta di una Seat Ibiza del 2006, qualunque cosa sia. È improbabile che il sedicenne sia a guida autonoma, quindi probabilmente ha sensori di corsia.