Dicembre 8, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Colpisci Aaron Wise alla testa con un colpo di Cameron Smith, sembra “normale” dopo essere arrivato secondo nel campionato PGA

Colpisci Aaron Wise alla testa con un colpo di Cameron Smith, sembra "normale" dopo essere arrivato secondo nel campionato PGA

Tulsa, Okla. – Aaron Saggio colpito alla testa Cameron SmithFalso colpo durante il secondo round del campionato PGA al Southern Hills Country Club venerdì.

Wise si stava sporgendo e identificando una palla nella corsia della settima buca quando il tee shot di Smith lo ha colpito alla testa. Smith, che stava girando sulla seconda buca adiacente, ha tagliato il suo tiro molto a destra.

“Stavo camminando alle sette, sorpreso che la mia palla fosse nel vialetto, e poi la prossima cosa che sai, voglio dire, c’è un po’ di ronzio nella mia testa”, ha detto Wise. “Ero sulla strada giusta. Ma sai, è successo forse per 20 secondi, e dopo ero abbastanza normale”.

Wise, che è 91° nella classifica ufficiale del golf mondiale, ha chiesto subito dell’acqua, secondo il suo compagno di gioco. Joel Dahmin. Wise è stato in grado di salire e scendere allo stesso modo sul numero 7, la sua 16a buca del Tour, e di nuovo sull’ottavo par-3. Ha fatto un fantasma al numero 9.

“Ho avuto grandi alti e bassi alle sette e alle otto”, ha detto Wise. “Sai, c’è ovviamente molta adrenalina nel corpo dopo che è successo qualcosa del genere. Stavo solo cercando di calmarmi e tornare un po’ alla normalità con gli ultimi buchi”.

Wise è finito 2 contro 72 per il round. Ha superato 1 dopo 36 buche ed è stato a suo agio davanti alla linea di taglio.

Wise stava portando una borsa del ghiaccio sopra la testa nella tenda del punteggio dopo il tour. È stato portato ai servizi dei giocatori, dove è rimasto sdraiato per circa 20 minuti, aveva un segno rosso sul cappello da un segno di palla di Smith.

READ  US Open 2022: l'esilarante vittoria di Matt Fitzpatrick ricorda perché il grande golf rimane impareggiabile

“Grazie a Dio, sta bene”, disse Dhamin. “È stato un fulmine, ma la palla è decollata per altri 40 o 50 iarde lungo il fairway. È finita in un punto difficile. Si sentiva. Tutti gli spettatori l’hanno sentito. Era rumoroso”.

Smith, il giocatore numero 4 al mondo, ha gridato “lead” sul tee box.

“Era molto lontano, ci sono molte persone e il vento soffia”, ha detto Dahmin. “Non saresti in grado di sentirlo se qualcuno dicesse ‘prima’. Non incolpo affatto Cam per questo. Un centinaio di persone avrebbero potuto urlare ‘prima’ e tu non l’avresti sentito”.