Febbraio 27, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Come il consiglio di amministrazione di Harvard si separò da Claudine Kay

Come il consiglio di amministrazione di Harvard si separò da Claudine Kay

Quando Claudine Kay era a Roma in vacanza con la famiglia il 27 dicembre, Penny Pritzker, presidente del consiglio di amministrazione dell'Università di Harvard, pensava di avere una strada da percorrere come presidente della scuola?

La signora Pritzker sembrava stanca poiché era stata posta come una domanda a risposta aperta, hanno detto due persone che hanno familiarità con la conversazione. Ma il dottor K capì cosa significava. Il suo mandato di sei mesi come presidente di Harvard è terminato. Il 2 gennaio ha annunciato le sue dimissioni.

Ha segnato la fine di uno dei periodi più tumultuosi nei 387 anni di storia di Harvard, quando Hamas ha immerso la scuola nel dibattito pubblico dopo l'attacco del 7 ottobre contro Israele e l'invasione israeliana di Gaza. Non solo il rettore dell'università perse il lavoro, ma furono smascherate le attività segrete del suo consiglio, la Harvard Corporation.

Per settimane, il gruppo è stato al fianco del suo leader mentre affrontava le critiche feroci alla sua sfacciata risposta all’antisemitismo nel campus, la sua devastante testimonianza davanti a un comitato della Camera e le crescenti accuse di plagio nel suo lavoro accademico. La signora Pritzker, che ha presieduto all'elezione del dottor Kay come primo presidente nero della scuola, è stata una sostenitrice particolarmente ardente.

Il 12 dicembre, la Corporation ha rilasciato una dichiarazione A sostegno del dottor Kay, ha citato “la nostra convinzione che il presidente Kay sia il leader giusto per aiutare la nostra comunità a guarire e ad affrontare le questioni sociali più urgenti che dobbiamo affrontare”.

Ma nel giro di due settimane, il sostegno, un tempo forte, ha cominciato a dissiparsi, secondo le interviste con una dozzina di persone a conoscenza delle discussioni, compresi quelli che hanno parlato direttamente o sono stati informati sul dottor Kay, sulla signora Pritzker e su altri membri del consiglio. Pensieri e azioni. Hanno chiesto l'anonimato perché non erano autorizzati a parlare pubblicamente delle discussioni. Quando i membri del consiglio volarono in vacanza verso le località sciistiche e le spiagge, cambiarono radicalmente opinione nei confronti del loro leader.

Alcuni dei 12 membri del gruppo, incluso il Dr. K, provengono da grandi fortune americane costruite su marchi famosi. Altri sono finanziatori che si sono fatti da soli, filantropi o accademici in pensione. Tutti tranne uno hanno frequentato Harvard. Abituati a un certo livello di successo, speravano che il loro rapporto del 12 dicembre segnasse un nuovo inizio e dimostrasse il loro impegno a raddrizzare la nave.

READ  L'Italia sequestra il megayacht Scheherazade da 700 milioni di dollari legato a Putin

La società ha detto al dottor Kay che i suoi membri vogliono disperatamente aiutare a risanare il campus, che è stato crivellato di proteste che hanno interrotto le lezioni e fatto sentire insicuri gli studenti ebrei.

dicembre Insieme alla loro dichiarazione pubblica di sostegno il 12, i membri del consiglio hanno chiesto in privato al dottor Kay di aiutarli a elaborare un piano per cambiare la situazione, hanno detto due persone che hanno familiarità con le discussioni. Nel corso della settimana successiva, il Dr. K e il suo staff svilupparono un piano chiamato “Spring Reset”. Una delle persone ha detto. Quando arriva il nuovo anno, appare in tutto il campus, tiene l'orario di ufficio ed esprime la sua simpatia. Ci saranno gruppi di lavoro per affrontare l’antisemitismo e l’islamofobia.

Ma prima che il Dr. K potesse inviare maggiori dettagli al consiglio, scoppiarono altri problemi. dicembre Il 19, sono emerse più di 40 nuove accuse di plagio nel lavoro accademico del dottor Kay, riportate per la prima volta dai media conservatori. Quando ha inviato la sua ultima proposta al consiglio il giorno successivo, alcuni membri le hanno detto che gli era piaciuta, ma per altri ciò dimostrava che non comprendeva l'urgenza della crisi in corso, secondo persone che conoscono il pensiero dei membri del consiglio.

Il Dr. K sostiene l'integrità generale del suo lavoro. Harvard ha affermato di non aver commesso “cattiva condotta nella ricerca”, anche se si è offerta di apportare alcune piccole modifiche ai suoi scritti precedenti sulla scia delle accuse.

Cominciarono ad apparire delle crepe nel supporto del tabellone. Soprattutto Timothy R., tesoriere di Harvard e membro relativamente nuovo della società. Parrocchetto. Fin dall'inizio, non pensava che tenere il Dr. K fosse sostenibile. Ha detto ai suoi colleghi membri del consiglio che la scarsa leadership e il comportamento accademico del dottor Kay potrebbero squalificarlo dalla presidenza, hanno detto le persone che hanno parlato con lui.

Sig. Parakett non pensava che le scuse del dottor Kay fossero state fraintese e sosteneva che, secondo i donatori, i professori e altri che hanno parlato con i membri del panel, non si era assunto la piena responsabilità del suo plagio.

Innanzitutto, il Sig. Paraquet era un outsider nel gruppo. Ma le sue argomentazioni hanno lentamente conquistato sostenitori nel gruppo. Co-fondatore di Madison Dearborn Partners, una società di private equity, Paul J. Finnegan lo è A metà dicembre, ha appreso la notizia di una recente sessione a porte chiuse presso l'Harvard Club di New York City, dove Flynn Crotty, un eminente accademico di Harvard, ha criticato aspramente il dottor Kay e l'impegno dell'università a favore della libertà accademica.

READ  Glenn Yongking assume la carica di governatore della Virginia sabato

Una settimana dopo, il sig. Finnegan e un altro membro del consiglio, Tracy Balanzian, hanno parlato con il dottor Crotty e altri professori durante una cena a Cambridge, Massachusetts, esprimendo le loro preoccupazioni sulla leadership di Harvard.

Sig. Finnegan si allontana da questi eventi e scuote la sua fiducia nel Dr. K, e presto trova Mr. Paraketin si è unito al campo mentre la gente raccontava questi eventi.

Dall'inizio della crisi, il Dr. K è stato bombardato non solo da critiche e cattiva stampa, ma anche da minacce di morte, messaggi e telefonate razziste. Con l’avanzare di dicembre, si è intensificato. La dottoressa Kay Harvard si è trasferita nella residenza ufficiale del presidente solo un mese fa, dopo i lavori di ristrutturazione. Il telefono continuava a squillare e quando rispondeva sentiva innumerevoli parolacce prima che le chiamate riattaccassero. La casa era sorvegliata dalla polizia 24 ore su 24.

Era stanca e spaventata. Con l'avvicinarsi delle vacanze, suo marito e suo figlio adolescente le fecero pressioni affinché andasse a Roma per una vacanza programmata da tempo. Senza fiato, il dottor K. e la sua famiglia sono arrivati ​​in aereo venerdì 22 dicembre.

I membri dell'azienda sono anche dispersi in case di vacanza e resort in tutto il mondo. Ex segretaria al commercio ed erede dell'Hyatt Hotel Fortune, Ms. Pritzker, ex amministratore delegato di American Express, Kenneth I. Chenault ha trascorso del tempo ad Aspen. Sig. Anche Barkett era in Florida, mentre Karen Gordon Mills, ex presidente della Small Business Administration ed erede della fortuna di Tootsie Roll, era in India per una conferenza economica.

I membri del consiglio hanno ricevuto numerosi consigli e critiche dai loro circoli ricchi, dagli ex studenti di Harvard e dai donatori. Ma quando arrivarono nelle mete delle vacanze nel periodo di Natale, una nuova ondata di amici e parenti li assediò. Alcuni hanno detto alla signora Pritzker che avrebbe potuto essere costretta a dimettersi dalla Harvard Corporation perché aveva scelto il dottor Kay ed era stata al suo fianco.

Più di un relatore aveva figli che frequentavano Harvard. Secondo due persone che hanno parlato con i membri dell'azienda, almeno uno temeva che altri studenti li avrebbero molestati a causa del ruolo dei loro genitori nel consiglio di amministrazione e della cattiva stampa.

READ  Annunci diretti: la Russia occupa l'Ucraina

Era chiaro che le polemiche non si erano placate. La vigilia di Natale, William Ackman, gestore di hedge fund e convinto oppositore del dottor Kay, pubblicò su X che gli era stato chiesto di dimettersi, cosa che all'epoca non era vera. Ha anche rivelato di aver assunto avvocati esterni, il che è vero. Continuavano ad arrivare articoli di giornale sul Dr. K e sul consiglio.

A questo punto il Dr. K si ritirò un po’ dalla situazione. Venne da Roma nel periodo natalizio al Sig. Chiamato Chenault, che è stato comprensivo e solidale, ha detto una persona che ha familiarità con la conversazione. Si è avvicinato alla signora Pritzker il giorno di Natale.

A quel punto l'attività del gruppo si era spostata dalle riunioni formali alle telefonate su piccola scala e alle discussioni via e-mail tra i membri, con la signora Pritzker che guidava molte delle conversazioni.

Il consiglio è stato messo a dura prova da nuove accuse di plagio, dal clamore degli articoli di notizie e da una raffica di critiche e consigli da parte di sconosciuti influenti e persone care.

Per settimane, il focus delle conversazioni di gruppo è stato trovare un modo per porre fine alla crisi nel campus mantenendo il Dr. K. Ma il giorno dopo Natale le cose erano cambiate e la gente cominciava a spiegare gli eventi. I membri del consiglio concordarono sul fatto che stavano affrontando una crisi di leadership e che il miglior percorso da seguire per Harvard era senza il dottor Kay sulla sedia presidenziale. Tutti erano d'accordo che fosse ora che la signora Pritzker la chiamasse.

In quella telefonata del 27 dicembre, il dottor K disse che si sarebbe dimesso. La signora Pritzker si è concessa il fine settimana per organizzare la sua uscita, hanno detto tre persone che hanno familiarità con la conversazione. Nelle telefonate successive, i due iniziarono a elaborare i termini della partenza del dottor K, incluso un accordo con la Harvard Corporation e cosa avrebbero detto i suoi rapporti e che sarebbe rimasto nella facoltà di Harvard.

Hanno lasciato il resto dei dettagli agli avvocati.