Aprile 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Con Julius Randle fuori, quali sono le prospettive per i Knicks mentre incombono i playoff NBA?

Con Julius Randle fuori, quali sono le prospettive per i Knicks mentre incombono i playoff NBA?

Le stagioni della redenzione non dovrebbero finire in questo modo.

Julius Randle voleva tornare allo status di All-Star. Voleva rientrare nella conversazione All-NBA. Voleva cambiare il suo stile, tirare più che mai e imparare a contribuire di più senza basket. Voleva guidare i New York Knicks ai playoff per la seconda volta in tre anni. Voleva buttare via tutto quello che era successo la scorsa stagione, quando è andato alla deriva in prestazioni dimenticabili e i Knicks hanno raggiunto 37 vittorie poco entusiasmanti.

In qualche modo, ha perseguito tutti i suoi obiettivi, tranne uno.

Randle voleva giocare in tutte le 82 partite, ci è quasi riuscito.

La verità è affondata giovedì, quando i Knicks hanno annunciato che Randle sarebbe stato messo da parte per una distorsione alla caviglia sinistra. Il due volte All-Star ha ottenuto un contrasto non convenzionale con il piede sinistro in una vittoria contro i Miami Heat la sera prima. I medici lo rivaluteranno tra due settimane.

La notizia significa che Randle salterà almeno le restanti cinque partite della stagione regolare di New York.

Due settimane da giovedì 13 aprile, cioè dopo l’inizio del torneo Play-In e appena due giorni prima dell’inizio dei playoff.

I Knicks saranno probabilmente ancora al di sopra del torneo Play-In, ma non sono ancora usciti dalla nebbia. Lo scenario più probabile è rimanere quinto nella Eastern Conference e affrontare i Cleveland Cavaliers al primo turno, ma non è chiaro che Randle sarà in giro se e quando inizierà quella serie. “Rivaluta entro due settimane” non è sinonimo di Indietro Entro due settimane.

I Knicks di oggi non sanno se prenderanno Randle quando conta di più.

Non doveva andare così.

Per il 95 percento della stagione, Randle è stato Mr. Diurlite. Ha giocato in ogni partita e ha seguito solo l’uomo di ferro Mikael Bridges in pochi minuti. Ma a volte la tenacia non può sconfiggere la sfortuna. E quella sfortuna ha anche un pessimo tempismo.

Ecco alcuni pensieri sui Knicks, che non sono stati senza Randle per la prima volta in tutta la stagione:

Chi inizia al posto di Randall?

Randle si è infortunato nel secondo quarto della partita di Heat. Obi Tobin ha iniziato il terzo quarto al suo posto.

La decisione è sembrata un ritorno ai giorni dell’allenatore Tom Thibodeau con i Chicago Bulls, dove Keith Bogans sarebbe partito titolare nel primo e nel terzo quarto ma lo ha rimosso a metà del periodo e lo ha lasciato in panchina per il resto del tempo.

Tobin si è alzato da terra verso la fine del terzo. Non è più entrato. Nel frattempo, i Knicks hanno giocato in piccolo per il resto della partita, con Josh Hart e RJ Barrett ai due posti di vantaggio.

READ  Rapporto ed evidenziazione del Gran Premio del Canada 2022: Verstappen Leclerc segna 0,081 secondi per spazzare via le sessioni di prove libere del venerdì a Montreal

Gli ultimi cinque hanno funzionato a causa di chi era Miami sul pavimento. Gli Heat hanno iniziato il tempo con un lungo più tradizionale, Kevin Love, nel quarto, ma si sono ridotti man mano che arrivavano i minuti più cruciali, consentendo a New York di utilizzare i junior nei quattro senza troppe preoccupazioni.

Thibodeau potrebbe usare di più questa formazione con Randle fuori, ma probabilmente non inizierà con essa. Il topping probabilmente inizierà. E a seconda delle partite e di come va il gioco, l’allenatore può improvvisare da lì.

Chi entra nella rotazione?

Quando Tobin, che gioca nella stessa posizione di Randle, si è infortunato all’inizio di questa stagione, il lungo Jericho Sims è apparso per 12-15 minuti nella notte, correndo al fianco del centro di riserva Isaiah Hartenstein in una zona d’attacco progettata per rifinire la vernice e festeggiare. attacco. bicchiere.

Ma le circostanze oggi sono diverse da quelle di allora.

Primo, Hart non era ancora sulla lista. Thibodeau ha dimostrato di non avere problemi a usare l’ultimo pezzo rotante dei Knicks nei quattro, anche se era sottodimensionato in quel punto. Cita la durabilità e la freschezza di Hart. La maggior parte dei quattro corsi di riserva nel 2023 sono attaccanti junior della vecchia scuola o guardie tiratrici mascherate da attaccanti. Hart può proteggere quei tipi – ed è più prolifico sul vetro di Tobin.

L’altro cambiamento rispetto all’era Hartenstein-Sims è che Miles McBride ha fatto un salto negli ultimi due mesi.

Ha fornito scintille difensive durante le sue rare opportunità da quando è diventato il decimo uomo dei Knicks, il primo giocatore fuori ciclo. Ho dormito. Colpisce più di 3 secondi e finisce molto meglio intorno al bordo.

Questa è una previsione, non un rapporto, ma in base a come scorre la squadra, McBride sembra essere l’aggiunta più probabile alla rotazione, con il resto delle riserve che scivolano nello slot, il che potrebbe significare vedere Barrett giocare più in avanti. anche.

Thibodeau potrebbe sfruttare di più la formazione di chiusura di mercoledì?

I cinque giocatori che hanno terminato gli Heat (Emmanuel Kwekley, Quentin Grimes, Hart, Barrett e Hartenstein) hanno giocato insieme solo 27 minuti per tutta la stagione a partire da mercoledì.

Thibodeau li ha poi giocati per tutto il quarto quarto. pensaci. Non ha costruito un solo sottomarino. E ha funzionato alla perfezione.

Questo gruppo ha superato Miami 25-16 in questo periodo. Tutti correvano per il campo in difesa, sono usciti correndo dopo quasi ogni fermata e hanno vinto la partita.

READ  Pete Alonso, Starling Marty ha subito una perdita

Randle è stato così costante in questa stagione che è difficile trovare formazioni senza di lui. Sembrava che avesse funzionato, e lo ha fatto contro una squadra forte e ben allenata in una partita importante per la classifica, considerando che una vittoria di Miami avrebbe portato gli Heat a una partita da New York.

Di tanto in tanto Thibodeau si imbatte in una formazione, si rende conto che ha una certa spavalderia e vede per quanto tempo può cavalcarla. Forse questa unità ne sarà un altro esempio.

Da dove viene il punteggio?

La risposta ovvia è Jalen Bronson, appena tornata da un infortunio al polso. In realtà gestisce l’attacco e ha una media di meno punti rispetto a Randle.

Ma Randall non è solo un marcatore. Afferra rimbalzi difensivi e drive in transizione. Quando sta andando bene, sarà così eccitato da raddoppiare le squadre, quindi può lanciare il basket su tutto il campo per aprire gli uomini. Parte della sua rivoluzione è diventata una delle migliori pause sulla lunga distanza della squadra. Finirebbe con la seconda più alta tripla in una sola stagione nella storia della franchigia.

Randel è spesso il partner di controllo di Bronson. Forse i Knicks useranno Mitchell Robinson o Hartenstein per determinare più opzioni per il loro playmaker titolare. Possono rimuovere Toppin dagli angoli, dove risiede di solito, e usarlo per più schermo e rotolamento.

Alla fine, questo cambierà il modo in cui opera il crimine di New York.

I Knicks amano sfruttare i disallineamenti. Nonostante tutto il caos che hanno dovuto fare affidamento sul gioco individuale, l’attacco non è stato il problema in questa stagione. Sono quinti in punti per possesso, il che è meglio di quanto ci si potesse aspettare. Parte del motivo è che Bronson è stato uno dei migliori marcatori solitari della NBA. Un’altra parte è il gioco di Randle, che ha cambiato il calcolo con il suo tiro analitico amichevole e il tiro migliorato.

Ma i Knicks non possono riuscire a rallentare il gioco se non hanno un All-Star.

Forse provano a correre di più. Iniziare Toppin ‘(se è quello che scelgono di fare) dovrebbe aiutare in questo. È uno dei pochi attaccanti la cui presenza può influenzare il ritmo della partita.

I Knicks incoraggiano le loro guardie e le ali a spingere dopo aver preso il controllo dei tabelloni difensivi, ma spesso sfruttano queste opportunità per forzare un disallineamento, a cui poi ricorrono in un’offesa a metà campo.

Parte del motivo per cui la formazione di chiusura contro Miami ha avuto così tanto successo è che ha sparato ogni volta che era spento. Accelerare su e giù per il campo non è l’identità dei Knicks, ma anche giocare senza Randle. Potrebbero essere in grado di rilevare un secchio o un secchio extra facile se ne accelerano un po ‘.

READ  Kylian Mbappé lascerà il Paris Saint-Germain a fine stagione

Dove finiscono i Knicks in Oriente?

Il quinto posto è ancora il risultato più probabile. E non c’è quasi modo che i Knicks cadano in un torneo Play-In.

Se vincono solo due delle ultime cinque partite, accedono ai playoff.

Se gli Heat perdono solo due delle ultime cinque partite, i Knicks fanno i playoff.

Se i Knicks vincono almeno una volta e gli Heat ne perdono almeno una, i Knicks accedono ai playoff.

Se i Brooklyn Nets perdono due partite e non finiscono in una partita a tre con Heat e Knicks, i Knicks fanno i playoff.

Se si tratta di calore e networking … ottieni l’immagine.

Ecco il tema generale: ci vorrebbe un collasso senza precedenti per i Knicks per entrare nel Play-In Championship. Rimarranno quasi sicuramente al quinto posto.

Include le ultime cinque partite in trasferta dei Cleveland Cavaliers. una partita casalinga contro i Washington Wizards, che non hanno giocato contro Kyle Kuzma o Bradley Beal; Una visita agli Indiana Pacers, che hanno anche messo in panchina molti dei loro giocatori, prima di una partita ai New Orleans Pelicans e ha concluso la stagione con un homer contro l’Indiana.

Anche senza Randle, i Knicks sarebbero fortemente favoriti in almeno tre di quelle partite.

Per quanto riguarda come potrebbe essere, poi arriva la prima serie di playoff… aspettiamo di sapere di più sull’infortunio di Randle.

Questo danneggia le possibilità di Randle nell’NBA?

Come affermato nel nostro sondaggio su 39 membri dei media, la quantità è il caso migliore di Randel. In un’era di gestione dei carichi, non ha perso una partita per tutta la stagione. Ma è così tardi nel programma che saltare le ultime cinque partite probabilmente non sarà un grosso problema agli occhi degli elettori.

Dei 17 attaccanti che hanno ricevuto voti nel sondaggio della scorsa settimana, solo tre hanno qualche possibilità di raggiungere Randle in un totale di minuti. Ha una media di 25.1 punti, 10.0 rimbalzi e 4.1 assist tirando 46-34-76.

Randle è finito con la seconda squadra nel sondaggio. Immagino che il suo tiro All-NBA sia ancora abbastanza buono.

(Foto di Julius Randle e Jimmy Butler: Brad Penner/USA TODAY)