Giugno 18, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cosa guardare nelle qualifiche della Indy 500 di sabato

Cosa guardare nelle qualifiche della Indy 500 di sabato

Il fine settimana di qualificazione per la 500 Miglia di Indianapolis è arrivato Valuta gli elementi da seguire mentre il processo di due giorni prepara il campo dei 33 utilizzando i primer seguenti:

Chevy contro Honda

Ogni Indy 500 da quando la nuova formula V6 da 2,2 litri ha debuttato nel 2012 ci ha dato una moratoria annuale in cui la casa automobilistica ha fatto un lavoro migliore nel trovare cavalli, risparmio di carburante e guadagni di affidabilità, e Fast Friday ci ha fornito una solida indicazione delle basi. ‘ Lato di forza I tre.

Basandosi sulle velocità non di traino di ieri, Chevy è la squadra da tenere d’occhio dopo che i piloti Chevrolet hanno corso dal primo al sesto, con il vincitore della 500 Josef Newgarden che ha guidato tutti con un giro di 234,260 mph per il Team Penske tramite Santino Racing di AJ Foyt. Ferrucci a 233.280 miglia orarie.

Takuma Sato, primo tra i piloti Honda, è arrivato settimo a 233,139 mph per Rahal Letterman Lanigan Racing. Callum Ilott della Arrow McLaren è arrivato ottavo per i piloti Chevy e dal nono al dodicesimo per i piloti Andretti Global/Meyer Shank Racing Honda.

Undici dei primi 16 piloti avevano motori Chevy. Dei 18 piloti, 13 possedevano auto Honda. A parte la migliore prestazione senza resistenza sul giro singolo, il team Chevy ha anche prodotto otto delle prime 10 medie di simulazione di qualifica su quattro giri, incluso P1-5.

La differenza tra la migliore Chevy con Newgarden e la migliore Honda con Sato era di sole 1.821 miglia orarie, ma molto più grande di quanto ci si aspettasse. Nel 2023, la Honda ha concluso la gara del Fast Friday in testa con un vantaggio di 0,563 mph sulla Chevy e ha continuato a conquistare la pole.

Mai dire mai, ma ci vorranno grandi miracoli affinché la Honda riesca a ribaltare la situazione sulla Chevy nella gara P1 di domenica. La domanda di sabato è quante vetture Honda entreranno nella top 12 e avranno la possibilità di competere per il primo posto.

READ  Caitlyn Jenner sostiene il divieto della contea di New York alle donne trans di competere nelle squadre sportive femminili

La lotteria rivelerà tutto

La prima serie di qualifiche di oggi ci dirà tutto quello che c’è da sapere sulla dinamica Chevy e Honda. Il primo è Kyle Kirkwood di Andretti, che venerdì era nono, il migliore tra i suoi compagni di squadra e il secondo migliore per la Honda.

Al secondo posto c’è Scott McLaughlin di Penske, che è arrivato secondo nel Fast Friday per Chevy. Terzo è il debuttante del Chip Ganassi Racing Kevin Simpson per il team Honda. Poi c’è un muro di sette piloti Chevy con Rinus VeeKay di Ed Carpenter Racing, Romain Grosjean di Juncos Hollinger Racing, Kyle Larson di McLaren, il compagno di squadra di Grosjean Agustin Canapino, Ilott di McLaren, Will Power di Penske e il compagno di squadra Newgarden.

Nei primi 10 tentativi di qualificazione, avremo tre contendenti immediati per la pole position: Penske, un esperto in prima fila con VeeKay dell’ECR, una forte coppia della McLaren e due centrocampisti della JHR. Solo Kirkwood, nel clima relativamente fresco delle prime uscite, potrà mostrare cosa ha portato la Honda alla festa.

La maggior parte delle migliori speranze della Honda ha avuto un brutto pareggio in qualifica e sono in programma di fare le loro prime uscite nella manche pomeridiana come Felix Rosenqvist di Mayer Schunk (24°), Alex Palou di Ganassi (25°), Scott Dixon (27°) e Andretti di Kolton Herta. (29) Se ne andranno molto tempo dopo essere stati preferiti.

Le velocità fissate dalle migliori vetture Chevy all’inizio di sabato potrebbero continuare per gran parte della giornata, se non per tutta la giornata. Non sorprenderti se gli ultimi piloti Honda tornano per l’Happy Hour nel tentativo di migliorare le loro medie.

Dov’è Ganassi?

Gli ultimi tre posti nella Indy 500 sono andati a Chip Ganassi Racing (Scott Dixon 2021-22, Alex Ballou 2023), ma il team ha mancato la parte finale delle classifiche di velocità. Sono solo le qualifiche, quindi non c’è bisogno che i loro fan si facciano prendere dal panico, ma quando il debuttante Marcus Armstrong è il top team che si lancia nelle prove a cronometro con un 23esimo miglior giro senza scia, qualcosa non va chiaramente nel gruppo di cinque vetture.

READ  Il basket maschile USA giocherà le amichevoli per i Mondiali di Abu Dhabi

Dixon e Palo (24° e 25°) rappresentano ancora le migliori possibilità di Ganassi di entrare nella top 12, ma quando tutti e cinque i suoi piloti cadono tra il 23° e il 32° con Simpson, è difficile ignorare il drammatico calo di anno in anno.

Chi potrebbe essere nei guai?

Solo un pilota non riuscirà a qualificarsi per la 108esima Indy 500, e con le procedure di qualificazione della IndyCar che hanno portato i primi 12 alla pole position di domenica e i tre più lenti – l’ultima fila – più eventuali iscrizioni aggiuntive fino a domenica per un’ultima possibilità in una sessione di qualificazione. , abbiamo una selezione di conducenti che si sono svegliati con legittimi motivi di preoccupazione.

Per quanto riguarda l’elenco dei divieti al seguito, si registra un forte calo di velocità dopo che Augustin Canapino ha concluso al 26° posto. La velocità di 231.909 mph dell’argentino sembrava uno scaffale poiché gli otto piloti sottostanti erano chiaramente in difficoltà per il ritmo di qualifica, a cominciare dal tandem RLL di Pietro Fittipaldi (231.586 mph) e Graham Rahal (231.236 mph).

Sato di RLL è stato veloce e Christian Lundgaard di RLL non è stato male (21°), ma con i ricordi della dura esperienza della squadra alla Indy 500 dello scorso anno, potrebbe essere troppo presto perché qualcuno alla RLL possa respirare. Avere Fittipaldi al 27° posto e Rahal al 28° non è male, ma è troppo vicino per consolarsi dopo l’incidente di Rahal del 2023.

Linus Lundqvist di Ganassi, 29esimo, sta pagando il prezzo dell’incidente di giovedì e ha una macchina non migliorata con cui continuare. Il suo connazionale Marcus Ericsson ha dovuto affrontare gli stessi identici vincoli con cui la squadra di Andretti ha dovuto costruire una nuova vettura per lui e, come Lundqvist, innumerevoli ore passate a massaggiare la resistenza della carrozzeria e dei componenti meccanici delle loro auto di base sono andate perse in caso di incidenti.

READ  Kenny Pickett guida ancora una volta la rimonta degli Steelers per tenere d'occhio i playoff

Connor Daly di Dreyer & Reinbold Racing è stato un 31esimo posto a sorpresa, e da lì sono sorti problemi di velocità di Ganassi con Simpson 32esimo. Il fatto che sia il terzo pilota a prendere parte alle qualifiche potrebbe essere un fattore importante per impedirgli di essere retrocesso nella LCQ.

I piloti più lenti sono stati un’altra sorpresa: Catherine Legge e Nolan Siegel della Dale Coyne Racing, che sono rimasti coinvolti in un grave incidente e si uniranno ad altri piloti che hanno avuto incidenti e sono stati costretti a salire su vetture non ottimizzate. Le vetture di Quinn sono state veloci a Indy per molto tempo, il che rende ancora più preoccupante la loro presenza in fondo alla classifica.

Con soli 30 minuti di prove mattutine per ritrovare la fiducia e ritrovare la velocità perduta, Siegel è l’unico pilota con un bersaglio sulle spalle. Il teenager è pieno di talento e dovrà dimostrarlo per poter prendere parte allo show di domenica.

Attenzione ai cambiamenti

Chiudiamo un altro argomento relativo al motore, ovvero tutti i cambiamenti al motore che abbiamo visto la scorsa settimana dal GP di Indy. La Honda ha perso due motori nelle vetture del Gran Premio di Ganassi e la Chevy ha sostituito due motori nelle vetture McLaren. Chevy ha tirato fuori un’altra vettura McLaren – quella di Larson per precauzione – e la Honda ne ha perse altre due venerdì con altre due vetture Ganassi – Palo e Simpson – e un cambio nella Honda RLL n. 30 di Fittipaldi mentre l’alta frequenza di kerblamos continua.

Non capita spesso di vedere i motori guastarsi in qualifica, ma per il ritmo che stanno andando le cose, sarebbe sorprendente superare il fine settimana senza bisogno di ulteriori modifiche.