Giugno 21, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Danny Jansen cammina mentre i Blue Jays spazzano

Danny Jansen cammina mentre i Blue Jays spazzano

TORONTO – Per tre ore, i Blue Jays e i Braves hanno tenuto la porta aperta l’uno per l’altro, implorando che il loro avversario entrasse e vincesse.

Danny Jansen, che era stanco di stare fuori al freddo, alla fine decise di entrare.

Il catcher di Toronto è stato l’eroe dello sciopero di domenica pomeriggio al Rogers Center, colpendo un singolo attraverso il lato sinistro del campo in fondo al nono posto per una vittoria per 6-5 e una spazzata diretta contro i Braves. Alla fine di una partita imperfetta, è stato bello vedere Jansen inzuppato d’acqua, salutare una folla chiassosa per rubare la vittoria.

“Se fai un bagno di ghiaccio, significa che è successo qualcosa di incredibile”, ha detto Jansen. “È un giorno speciale. Ovviamente, questa è stata la prima festa della mamma di mia moglie ed è stato un ottimo modo per concludere”.

Non faceva freddo dentro lo stadio. Stava soffiando, e contava.

Atlanta ha mancato una manciata di palloni al volo di routine sul campo, con due giocatori che si incontravano spesso all’ultimo minuto mentre cercavano di seguire un pallone in aria. Anche i Blue Jays hanno commesso la loro parte di errori, sia in difesa che in base. Uno è stato quasi fatale, tuttavia, iniziare in fondo al nono inning.

Era appeso a un singolo e, dopo la vittoria, l’allenatore John Schneider non ha perso tempo nel dire che il suo fuoriclasse probabilmente avrebbe dovuto essere in seconda base per aprire l’inning. Alla fine tutto ha funzionato, ma quel gioco da solo era problematico.

“È fantastico quando vinci e loro non tornano a morderti”, ha detto Schneider. “Pensavamo tutti che ce l’avesse anche lui, di solito uno come lui lo sapeva. Ci sono state ovviamente strane circostanze con il vento e il tetto aperto oggi. Avevano un paio [of weird plays]. Penso che dovevamo essere un po’ più consapevoli di questo e un po’ più consapevoli delle regole”.

Queste sono le conversazioni di cui hanno bisogno i grandi team, o almeno i team in grado di raggiungere la grandezza. Ci sono lezioni anche nelle vittorie e domenica è stata palese.

Non per questo è meno importante spazzare via una delle migliori squadre della National League, ma questa non è stata la tipica celebrazione della vittoria post-partita.

“Si vince sempre”, ha detto Schneider, “ma bisogna difendere un po’ i ragazzi a partire da domani. Ci sono cose che dobbiamo rafforzare. Ho pensato che gli ultimi due giorni fossero stati buoni e oggi è stata una giornata strana. Molti ragazzi lasciato in base, errori da entrambe le parti e siamo Rules. Devi rafforzarlo.

I Blue Jays sono stati i ragazzi del ritorno in questa stagione, vincendo 10 vittorie consecutive e possono essere ringraziati per questo. Anthony Bass, Jay Jackson, Trevor Richards e Nate Pearson si sono uniti per dare a Toronto cinque inning di sollievo senza reti per mantenere la squadra in gioco dopo una dura uscita di Yosei Kikuchi, che ha concesso tre fuoricampo e nove successi in soli quattro inning.

READ  Il potenziale candidato dei Pirati Paul Skines concede tre punti, mostrando cose dominanti nel suo debutto in big league

I fuoricampo sono stati un problema per Kikuchi, poiché i suoi 11 successi nella stagione sono stati pari al quarto posto in MLB. Ma questo è un adattamento difficile per alcuni tiratori, perché è importante che Kikuchi non perda la sua aggressività.

“Hai continuato ad attaccare l’area e, a volte, quando attacchi l’area, ti fai male”, ha detto Kikuchi tramite un traduttore al club. “Torneremo indietro e controlleremo i dati e tutto il resto, ma continuerò ad attaccare l’area andando avanti”.

Come qualsiasi altra cosa che è andata male in una partita di domenica, però, i colpi sul campo saranno dimenticati quando guarderemo indietro al punteggio finale tra qualche giorno.

Considera questa una fuga fortunata. I Blue Jays otterrebbero la vittoria, ma sanno che è necessario altro con gli Yankees e gli Orioles che arrivano in città, e il prossimo appuntamento con i Rays attende. Tampa Bay, in particolare, è molto meno indulgente quando si tratta di errori, e non sarà impaziente se Toronto esiterà di nuovo alla porta.