Aprile 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dopotutto, i mammiferi maschi non sono più grandi delle femmine: un nuovo studio

Dopotutto, i mammiferi maschi non sono più grandi delle femmine: un nuovo studio

Nel suo libro creativo La discesa dell'uomoCharles Darwin affermò con sicurezza che i mammiferi maschi erano spesso più grandi delle femmine. Inizialmente, questa teoria, nota come dimorfismo sessuale (SSD), sembrava perfettamente logica. Dopotutto, Darwin credeva che le femmine dovessero investire gran parte della loro energia nella prole durante la gravidanza e dopo la nascita. I maschi devono essere più grandi e più forti per competere con gli altri maschi, soprattutto se si svolgono combattimenti.

Il punto di vista di Darwin è stato sostenuto per più di 150 anni ed è stato raramente messo in discussione. Tuttavia, un nuovo studio condotto da scienziati della City University di New York e di Princeton potrebbe ora distruggerlo. La ricerca indica che questo esiste già NO La differenza di taglia tra maschi e femmine nella maggior parte delle specie di mammiferi.

In totale, nella ricerca sono state utilizzate 429 specie di mammiferi, con nove individui esaminati per ciascuna specie. Negli animali in cui si verificava dimorfismo (dove i sessi hanno caratteristiche estetiche distinte – come leoni o gazzelle), i maschi tendevano ad essere più grandi. Tuttavia, per la maggior parte delle specie, questo modello non era vero.

Ad esempio, ci sono molte specie di pipistrelli e roditori in cui il dimorfismo è minimo, con maschi e femmine che sembrano notevolmente simili.

“Sono rimasto sorpreso nel vedere che quasi la metà dei pipistrelli ha femmine più grandi, e la metà dei roditori ha dimensioni monomorfiche, il che significa che maschi e femmine hanno le stesse dimensioni.” La dottoressa Kaya Tombackha detto lo scienziato capo dello studio Focus scientifico della BBC. “Queste due categorie [animal groups] Costituiscono una gran parte di tutti i mammiferi.”

READ  Il "noioso miliardo" della Terra - Lo studio svela 19 ore di giorni nel profondo passato della Terra

Negli studi precedenti sul dimorfismo, queste specie tendono ad essere escluse dai risultati.

“La narrativa dei 'maschi più grandi' è ancora molto radicata nella biologia evoluzionistica”, ha detto Tomback. “Ma se questo documento riceve abbastanza attenzione, dovrebbe aiutare a cambiare la situazione!”

Pipistrelli

pipistrello dalle ali gialle (Francia Lafia) in Kenia. In questa specie, come nella maggior parte dei pipistrelli, le femmine tendono ad essere più grandi dei maschi. Fotografia di Severine Hicks

Il dimorfismo femminile più estremo (con le femmine più grandi dei maschi) si trova nei pipistrelli dal naso a tubo peninsulari (Penisola Morena). Le femmine di pipistrello dal naso a foglia nel mondo (fillostomidi) Tendono anche ad essere più grandi dei maschi.

Zebre

Una coppia di zebre gira la testa verso la telecamera
Zebra di Grevy femmina (Equus griffii) Girato in Kenia. I dati dello studio suggeriscono che le specie equide come le zebre non presentano dimorfismo sessuale tra maschi e femmine: hanno in media la stessa taglia. Fotografia di Daniel Rubinstein

Pelli di elefante

Un francobollo grande sopra un francobollo più piccolo
Le morbide sabbie della costa del Pacifico forniscono il terreno per i rituali di accoppiamento degli elefanti marini. Foto di Getty Images

Il più grande esempio di dimorfismo sessuale maschile si trova in uno studio sugli elefanti marini settentrionali (Mirunga angustostris) dove i maschi erano in media tre volte più grandi delle femmine.

Cervo

Nell'erba alta e secca è raffigurata una coppia di cervi
Femmina (a sinistra) e gazzella di Grant maschio (Nanger Granthi). Qui la differenza di taglia tra maschi e femmine è abbastanza netta. Fotografia di Kaya Tomback

Gli elefanti

Il grande elefante sta accanto a due elefanti più piccoli
Elefante africano femminile (L. Africana) con due eventi. Fotografia di Kaya Tomback

orice

Due orici che camminano su una pianura arida
Due orici dell'Africa orientale (Orice Besa) vagare attraverso una pianura in Kenya. Fotografia di Kaya Tomback

cani da prateria

Due cani della prateria, uno dei quali emerge dal nido
Due cani della prateria o tassi dalla coda nera (cynomis ludovicianus) presso l'Auchingarrich Wildlife Centre in Scozia, Regno Unito. Fotografia scientifica

La variazione stagionale delle dimensioni corporee a livello individuale può influenzare i risultati quando si esamina il dimorfismo. Ad esempio, durante tutto l'anno, le fluttuazioni della massa corporea nei cani della prateria sia maschi che femmine possono far sì che i maschi siano molto più grandi delle femmine all'inizio della stagione riproduttiva, ma abbiano le stesse dimensioni entro la fine della stagione.

Bradipo tridattilo

Due bradipi che si arrampicano su un albero
Una femmina e un maschio di bradipo tridattilo dalla gola marrone si arrampicano su un albero a Panama. Lo studio ha dimostrato che le femmine di bradipo tridattilo sono più grandi delle femmine. Fotografia scientifica

Giraffe

Una coppia di giraffe nella savana
Una coppia di giraffe (la giraffa) Girato in Kenia. Come molte specie dell'ordine animale ArtiodattiliLe giraffe maschi tendono ad essere più grandi delle femmine. Fotografia di Kaya Tomback

Lemuri

Una coppia di lemuri su un albero
Coppia di sifaka crestato (Diadema propithecus) Girato in Madagascar. A differenza di altre specie di primati, i lemuri come il sifaka crestato tendono ad avere all'incirca le stesse dimensioni. Fotografia di Kaya Tomback

Gorilla

Madre e bambino della gorilla su un albero
Una femmina di gorilla di pianura tiene vicino a sé il suo bambino mentre riposa su un albero in Congo. Fotografia di Kaya Tomback

Per saperne di più: