Gennaio 28, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ecco perché le uova sono così costose nel 2022 anche se il costo del pollo diminuisce

D3segno | momento | Immagini Getty

Il picco dei prezzi delle uova è avvenuto nel 2008, quando gli americani hanno visto le loro bollette gonfiarsi in tutto il negozio di alimentari.

I prezzi medi delle uova sono aumentati del 49,1% a novembre rispetto all’anno precedente, il più grande aumento percentuale annuo tra tutti i generi alimentari in quel periodo, secondo l’indice dei prezzi al consumo, una misura dell’inflazione.

In confronto, la categoria “Cibo a casa” è aumentata del 12%.

L’aumento è più ripido se misurato dal costo di dodici grandi uova di prima classe, che è più che raddoppiato a $ 3,59 a novembre da $ 1,72 a novembre 2021, secondo dati Dalla Federal Reserve Bank di St. Louis.

L’influenza aviaria è in gran parte responsabile del prezzo elevato delle uova

Questa dinamica dei prezzi è dovuta principalmente a più mortale L’influenza aviaria nella storia degli Stati Uniti, che quest’anno ha ucciso milioni di galline ovaiole, secondo gli esperti economici.

“C’è molto da fare dal 2020”, ha detto alla CNBC Bill Lapp, presidente di Advanced Economic Solutions, una società di consulenza specializzata in economia alimentare. “Ma il recente aumento è insolito nei mercati delle uova in guscio, così come nei mercati degli ovoprodotti”.

Circa 57,8 milioni di uccelli saranno colpiti dall’influenza aviaria nel 2022, secondo l’USDA dati Dal 28 dicembre. Questi numeri includono anche uccelli come tacchini e anatre.

Più finanza personale:
5 suggerimenti per ridurre i saldi delle carte di credito durante le festività natalizie
Nuovi modi per evitare una sanzione fiscale sui prelievi anticipati dell’IRA
Chi rischia di perdere di più se la remissione del prestito studentesco fallisce

L’influenza aviaria è relativamente rara negli Stati Uniti. L’ultimo attacco risale al 2015, quando furono colpiti 50,5 milioni di uccelli, il record precedente, dipendente ai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Lapp ha detto che l’influenza non appariva da almeno un decennio o due prima.

Ecco perché è importante: l’influenza aviaria è “altamente patogena”, secondo il Dipartimento dell’Agricoltura del New Jersey Egli ha detto in ottobre. È anche molto letale: lo è Uccisione Dal 90% al 100% dei polli, spesso entro 48 ore, dipendente al Centro per il controllo delle malattie.

Gli agricoltori generalmente devono uccidere i loro uccelli rimanenti, non per scelta ma a causa delle regole federali intese a prevenire la diffusione, Brian Moscogiori, stratega del commercio globale presso Eggs Unlimited, un fornitore di uova con sede a Irvine, in California, ha detto in precedenza alla CNBC.

Circa 40 milioni di galline ovaiole – “ovaiole” in stenografia industriale – sono morte quest’anno di influenza aviaria, ha detto Moscogiuri. C’erano 375 milioni di strati totali negli Stati Uniti al 1° dicembre, il che è un calo del 5% rispetto allo scorso anno, secondo l’USDA.

La quantità di uova è diminuita a passi da gigante. A novembre sono state prodotte circa 8,9 miliardi di uova, in calo rispetto ai 9,7 miliardi di dicembre 2021, secondo il Dipartimento dell’Agricoltura. dati Rilasciato il 20 dicembre.

“È un’interruzione dell’approvvigionamento, ed è una specie di ‘atto di Dio'”, ha detto Moscogiori, definendo la situazione “senza precedenti”.

“È un po’ fortuito che l’inflazione stia accadendo [more broadly] durante lo stesso periodo.”

Le pressioni sui prezzi potrebbero allentarsi

Luc Charette/Bloomberg tramite Getty Images

Gli esperti hanno detto che l’influenza aviaria di solito arriva durante la migrazione primaverile e scompare entro l’estate. Ma quest’anno è stato diverso. Il virus è ricomparso a settembre.

Nel mese di ottobre, il Dipartimento dell’Agricoltura revisione La sua previsione per la produzione di uova da tavola per il 2023 e il resto del 2022 è stata abbassata dopo le “scoperte di settembre” dell’influenza aviaria.

L’epidemia di influenza aviaria – e le relative morti di galline ovaiole – sta procedendo rapidamente al picco della domanda. Gli esperti hanno affermato che i consumatori generalmente acquistano più uova verso la fine dell’anno a causa, ad esempio, della cottura delle vacanze.

Lo scorso ottobre, il Dipartimento dell’Agricoltura ha suggerito che la domanda di uova da parte dei consumatori era stata sostenuta da un allontanamento da alcune proteine ​​ad alto costo in mezzo a una più ampia inflazione alimentare. Rapporto di prospettiva.

I prezzi delle uova sono aumentati del 2,3% nel solo mese di novembre e del 10,1% in ottobre, secondo l’indice dei prezzi al consumo.

Lapp ha affermato che l’aumento dei prezzi delle uova “potrebbe continuare nel primo trimestre del 2023”.

Ma le pressioni sui prezzi sembrano allentarsi, secondo Moscogiori. Questo è in parte un effetto stagionale, poiché la domanda diminuisce naturalmente dopo le vacanze. Ha detto che era anche perché i prezzi record delle uova avevano in qualche modo smorzato la domanda.

“Il mercato è sopra le righe ora e i prezzi spot sono sempre più negoziabili”, ha detto Moscogiori. “Man mano che il prezzo spot scenderà, il mercato lo seguirà e probabilmente vedremo un ritracciamento del 25-30% dagli attuali massimi storici.

È probabile che questo aggiustamento abbia luogo nelle prossime tre settimane. Ha aggiunto che eventuali ulteriori grandi focolai di influenza aviaria potrebbero interrompere questa tendenza.

Nel frattempo, i prezzi del pollo sono diminuiti

Un gregge di polli da carne all’interno di un pollaio.

Edwin Rimsberg | Banca di foto | Immagini Getty

Forse controintuitivamente, negli ultimi mesi i prezzi del pollo sono diminuiti, con una tendenza opposta a quella delle uova.

I prezzi del pollo sono crollati in ottobre e novembre, scendendo rispettivamente dell’1,3% e dello 0,8% in quei mesi, secondo i dati CPI.

polli allevati per il consumo di carne – comunemente noti come “broiler– Non colpiti dall’influenza aviaria nella stessa misura degli “strati”.

“Sono due stili di produzione completamente diversi, due razze di uccelli completamente diverse”, ha detto Moscogiuri.

Il ciclo di vita dei polli da carne è molto più breve – da 5,5 a 9 settimane, dalla schiusa alla macellazione, dipendente Per Vencomatic Group, una consulenza avicola.

Moscogiuri ha affermato che questo ciclo può durare più di 100 settimane per una gallina che depone le uova. I livelli possono impiegare dai cinque ai sei mesi per raggiungere la piena produttività, dipendente per l’Assessorato all’Agricoltura. Questi sono quindi più vulnerabili all’influenza aviaria, hanno affermato gli esperti, poiché gli agricoltori devono mantenerli in vita più a lungo.

Anche la quantità di pollo da carne è in aumento, il che sta contribuendo a ridurre i prezzi del pollo nei negozi di alimentari.

Ad esempio, in ottobre sono nati circa 851 milioni di pulcini da carne, un aumento del 5% rispetto all’anno precedente, USDA Egli ha detto. Numero in agosto (865 milioni) schiacciata Massimo record mensile, precedentemente stabilito a marzo 2020.

Il Dipartimento dell’Agricoltura stima che la “produzione” di polli da carne (misurata in libbre totali di carne) aumenterà del 2% nel 2023 rispetto al 2022.

Nonostante la recente flessione, i prezzi del pollo sono ancora in aumento del 12% rispetto a ottobre 2021, secondo l’indice dei prezzi al consumo. Aumento dei prezzi delle materie prime Come il mais e la soia, gli ingredienti principali del mangime per polli, probabilmente hanno contribuito al gonfiore del pollo, così hanno fatto le uova. Ad esempio, i prezzi annuali dell’energia più elevati sono anche un fattore che determina l’aumento dei costi di distribuzione del cibo.

READ  Gli Stati Uniti stanno espellendo un'altra compagnia telefonica cinese per motivi di sicurezza