Giugno 14, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Erik ten Hag rimarrà l’allenatore del Manchester United

Erik ten Hag rimarrà l’allenatore del Manchester United

Erik Ten Hag rimarrà come allenatore del Manchester United dopo che la revisione di fine stagione del club è culminata nella decisione di mantenere l’olandese – e ha accettato di rimanere all’Old Trafford.

Dopo un periodo di significativa incertezza sul futuro di Ten Hag, martedì lo United ha tenuto colloqui con il 54enne ed entrambe le parti erano favorevoli alla sua continuazione in carica.

L’attuale contratto del Ten Hag con lo United dura fino al prossimo giugno, con l’opzione di una proroga di 12 mesi, e ora avvieranno trattative per estendere questi termini.

Dopo aver vinto la FA Cup il mese scorso, battendo il Manchester City 2-1 allo stadio di Wembley, L’atleta È stato riferito che il club avrebbe dovuto condurre una revisione della stagione 2023-24, inclusa la prestazione di Ten Hag.

In caso di cambio di allenatore, lo United ha esaminato potenziali sostituti tra cui l’ex allenatore del Bayern Monaco Thomas Tuchel, l’ex allenatore del Brighton & Hove Albion Roberto De Zerbe, l’allenatore del Chelsea Mauricio Pochettino recentemente lasciato e l’allenatore del Brentford Thomas Frank. e il manager di Ipswich Town Kieran McKenna.

Ma al termine di un processo guidato dal comproprietario dello United Sir Jim Ratcliffe e dal direttore sportivo dell’INEOS Sir Dave Brailsford, è stata presa la decisione di andare avanti con Ten Hag.


È stata presa la decisione di far restare Ten Hag (Manchester United/Manchester United tramite Getty Images)

La preparazione alla finale di FA Cup è stata in gran parte oscurata dalle speculazioni sulla sua posizione, con l’allenatore che ha ammesso in seguito che “non sapeva” se questa sarebbe stata la sua ultima partita in carica dopo quella che ha definito “spazzatura”. campagna.

READ  I leader della CFP sono pronti ad approvare la nuova estensione e la ripartizione delle entrate di ESPN. L'espansione non è stata ancora completata

Lo United ha registrato il piazzamento finale più basso dell’era della Premier League (ottavo) con un totale di soli 60 punti, appena due punti in più rispetto al peggior punteggio dall’inizio della competizione nel 1992. Una differenza reti di meno uno era il lato sbagliato dello zero per la prima volta. . Tempo in 34 anni.

Sono stati eliminati anche dalla Champions League nella fase a gironi – finendo ultimi nel girone – e sono stati eliminati dalla Coppa UEFA al quarto turno prima che la vittoria a Wembley garantisse loro di evitare di perdere del tutto il calcio europeo.

Dopo aver confermato a febbraio la partecipazione di minoranza di INEOS nel club, Ratcliffe ha sottolineato l’importanza di “cercare la soluzione giusta, non quella sbagliata”.

La nuova gerarchia delle operazioni calcistiche ha già apportato una serie di modifiche alla struttura calcistica dell’Old Trafford, con Omar Berrada del Manchester City che arriverà come nuovo amministratore delegato del club a luglio.

Sembrano anche pronti a portare Dan Ashworth dal Newcastle United come nuovo direttore sportivo, mentre hanno nominato Jason Wilcox come direttore tecnico del club.

La FA Cup è stata il secondo trofeo in altrettante stagioni per Ten Hag dalla sua nomina ad allenatore dello United nel 2022.

Nella sua prima stagione, Ten Hag è arrivato terzo in Premier League e ha vinto la Coppa di Lega, mentre lo United ha raggiunto anche la finale di FA Cup, dove ha perso contro il City.

Ha detto: “Vincere due titoli in due anni non è una brutta cosa, e tre finali in due anni non sono una brutta cosa”. “Se non mi vogliono, andrò da qualche altra parte a vincere i campionati perché è quello che faccio.”

Cosa dicono i numeri?

Scritto da Duncan Alexander

La stagione 2023-24 è stata una stagione da record per lo United sotto Ten Hag, ma non per le ragioni che voleva. L’ottavo posto finale è il piazzamento più basso del club dal 1989-90, ed è la prima volta che lo United finisce una stagione con una differenza reti negativa da allora. Per fare un esempio, la differenza reti media dello United in 21 stagioni di Premier League sotto la guida di Sir Alex Ferguson è stata di +44.

Molti dei problemi della squadra erano difensivi. I 58 gol subiti rappresentano il massimo in una singola stagione di campionato dal 1978-79, mentre solo il West Ham di David Moyes e le tre squadre retrocesse hanno subito più gol attesi rispetto allo United. Sono riusciti addirittura a superare il Derby County dal 2007 al 2008 in termini di tiri subiti. Nel caso te ne fossi dimenticato, il Derby vinse solo una partita in quella stagione e perse con un punteggio complessivo basso di 11 punti.

Lo United è ultimo nel girone di Champions League e il totale dei gol subiti (15) è il numero più alto mai concesso da una squadra di Premier League in quella fase della competizione.

approfondire

Vai più in profondità

La stagione del Manchester United in numeri: il buono, il brutto e il cattivo

Anche l’attacco del Ten Hag ha faticato in vari punti, e la sconfitta per 2-0 in casa del West Ham a dicembre è stata la prima volta che il club non è riuscito a segnare in quattro partite consecutive in tutte le competizioni dal 1992.

READ  Il portale di trasferimento sta per diventare ancora più brutale quando la NCAA consente ai giocatori di trasferire più volte

E i record continuano ad arrivare. A febbraio, Alex Iwobi del Fulham ha segnato l’ultimo gol in trasferta all’Old Trafford nella storia della Premier League, mentre ad aprile lo United era in vantaggio al 100esimo minuto in casa del Chelsea ma non è riuscito a perdere la partita 4-3. Hanno terminato la stagione con nove sconfitte in tutte le competizioni all’Old Trafford, qualcosa che non accadeva dal 1973-74, l’ultima stagione in cui hanno subito la retrocessione dalla massima serie.

“Trasformazione notevole”

Analisi di Mark Critchley

Anche se può sembrare improbabile la mattina della finale della FA Cup, Ten Hag sarà ancora in carica all’Old Trafford la prossima stagione. E non è solo perché lo United ha vinto a Wembley, anche se questo ha indubbiamente aiutato la loro causa.

La gerarchia dello United ha trascorso la revisione di fine stagione soppesando questa inaspettata vittoria sul Manchester City e un secondo titolo in altrettanti anni rispetto a una stagione in gran parte infelice, che si è conclusa con il piazzamento più basso del club nell’era della Premier League.


Ten Hag avvierà ora le trattative per un nuovo contratto (Mike Hewitt/Getty Images)

Per quanto sia stato brutto finire ottavo dopo l’uscita dalla fase a gironi della Champions League, ci sono stati anche fattori attenuanti a favore del Ten Hag, in particolare la grave e implacabile crisi di infortuni che ha senza dubbio influenzato i risultati.

Lo United ha tenuto colloqui con diversi potenziali successori nel caso in cui un cambiamento fosse ritenuto necessario, ma le uniche trattative ora riguardano l’estensione del contratto del Ten Hag. È una svolta notevole, e anche lo stesso Ten Hag potrebbe aver avuto difficoltà a prevederla poco più di due settimane fa.

(Immagine in alto: Michael Regan – FA/FA tramite Getty Images)