Febbraio 27, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Franz Welser-Möst lascia la Cleveland Orchestra

Franz Welser-Möst lascia la Cleveland Orchestra

Nato nell'Alta Austria come Franz Leopold Maria Most – il nome d'arte venne più tardi, prendendo “Welser” dal suo luogo di nascita, Wels – iniziò la sua carriera musicale imparando a suonare il violino da una suora chiamata Suor Gerburga, che le schiaffeggiava liberamente le mani studenti. Con il righello. Quando un nuovo liceo musicale aprì nelle vicinanze di Linz, fece un'audizione, fu accettato e iniziò a studiare con l'obiettivo di lavorare nell'Orchestra Filarmonica di Vienna.

Ma nel 1978, mentre tornava dall'esecuzione del Requiem in sol di Schubert, fu coinvolto in un incidente stradale che gli lasciò tre vertebre rotte e gravi danni ai nervi di due dita. Welser Most non è una persona superstiziosa, ma nelle sue memorie “Dal silenzio” ha scritto che il giorno dell'incidente fu pieno di inquietanti coincidenze: l'auto uscì dalla strada ghiacciata nel momento esatto della morte di Schubert, 150 anni esatti ; Lui, allora diciottenne, aveva appena suonato un pezzo scritto da Schubert quando anche lui aveva 18 anni. La prima cosa che Welser Most ha sentito quando si è svegliato in ospedale? Qualunque cosa significasse, scrisse: “Quella domenica è stata un giorno fatidico per me, e devo a lui molto di quello che sono oggi”.

Welser Most era già interessato a suonare il violino e non poteva continuare a suonare a causa di un danno alla mano, quindi ha rivolto la sua attenzione al podio. Dopo il suo lavoro in Svezia, è stato nominato membro della London Philharmonic Orchestra. Fu un periodo infelice fin dall'inizio. La stampa britannica lo ha descritto come “francamente peggiore della maggior parte delle persone”, cosa di cui ride oggi ma certamente non in quel momento. Anche dopo aver lasciato la direzione musicale dell’Opera di Zurigo, in Svizzera venne descritto come “il perdente di Londra”.

READ  Met Gala 2022 dal vivo: Sebastian Stan, Kim Kardashian e altri sono saliti sul tappeto rosso per un tema Gilded Glamour

La storia era diversa negli Stati Uniti, dove la sua manager Edna Landau, che considerava la sua “madre ebrea”, pianificò attentamente l’inizio del suo progetto. Ha detto di averlo visto esibirsi a Zurigo a metà degli anni '80 e di essere rimasta “impressionata dalla sua sicurezza, dalla sua natura e dalla sua straordinaria musicalità”. “Tuttavia, ho trascorso il mio tempo con lui”, ha aggiunto.

Ha fatto il suo debutto americano nel 1989 con la St. Louis Symphony Orchestra. Cleveland seguì nel 1993. Le richieste per il suo ritorno arrivarono rapidamente e quando iniziarono le trattative per il lavoro a Cleveland, Landau e Welser-Most valutarono attentamente la decisione. Welser-Möst voleva creare un ambiente come quello in cui è cresciuto, dove la musica fosse parte integrante dell'educazione e della vita quotidiana della comunità.

È un obiettivo ambizioso ma comune tra le orchestre americane, e un Welser Most ha preso a cuore negli ultimi vent'anni a Cleveland. Vive lì per una parte significativa dell'anno (invece che volare lì per brevi impegni), è impegnato in programmi e collaborazioni comunitarie, è impegnato in politica e fa amicizia con figure locali di spicco come il presentatore rock Jules Belkin.