Maggio 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Funzionari elettorali affermano che la nuova legge sul voto ha respinto uno dei cinque scrutini postali nell’area di Houston.

Venerdì, i funzionari elettorali della contea di Harris hanno annunciato che un totale di 6.888 o il 19% dei 36.878 voti postali espressi per le primarie del 1 marzo sarebbero stati respinti come “risultato diretto del disegno di legge 1 del Senato”.

Secondo la legge, gli elettori devono aggiungere un ID del Texas o un numero di previdenza sociale parziale quando ritirano le schede elettorali per corrispondenza. Tuttavia, il numero di identificazione utilizzato deve corrispondere a uno dei numeri presenti nel registro degli elettori. Funzionari hanno affermato che le schede elettorali sono state contrassegnate per essere respinte “soprattutto a causa di problemi di identità”.

Il tasso di rifiuto è un aumento significativo rispetto agli anni precedenti. Nel 2018, la contea di Harris ha respinto solo 135 dei 48.473 voti postali ricevuti, hanno affermato i funzionari in un comunicato stampa.

In confronto, meno dell’1% delle schede elettorali per corrispondenza in Texas nelle elezioni del 2020 – o circa 8.300 voti in tutto lo stato – sono state respinte. Commissione di assistenza elettorale degli Stati Uniti.
Anche l’ufficio elettorale della contea di Harris è stato inondato di chiamate da parte degli elettori Confusione e frustrazione Intorno ai nuovi requisiti ID. Da gennaio, i funzionari affermano che il call center ha ricevuto 8.000 chiamate da persone che chiedevano aiuto per guidare il processo di voto, più del numero mensile di chiamate prima delle elezioni di novembre 2020 e novembre 2021.

I funzionari hanno affermato che l’ufficio elettorale ha raddoppiato il proprio personale per aiutare a inviare agli elettori nuove regole, incluso l’invio di una lettera su come gli elettori possono modificare il proprio voto.

READ  Aereo del Corpo dei Marines degli Stati Uniti con 4 persone si schianta in Norvegia durante l'addestramento della NATO: nessun sopravvissuto

“Quasi il 20% dei voti espressi per posta non è stato conteggiato come risultato di SB1, il che significa che 6.888 elettori registrati sono rimasti in silenzio. Queste leggi sul voto limitato continuano a minare i nostri sforzi per espandere l’accesso degli elettori e hanno molte ripercussioni”. Ha detto l’amministratore elettorale del distretto di Harris Isabel Longoria.

All’inizio di questa settimana, Longoria, che supervisiona le elezioni provinciali dal 2020, lo ha annunciato. Dimissioni Tra le polemiche sul conteggio dei voti postali nei risultati della notte delle elezioni. Ha detto che le sue dimissioni sarebbero entrate in vigore dal 1 luglio.

Nel frattempo, nella contea di Travis, lo stato natale di Austin, il tasso di rifiuto è stato dell’8%, ovvero 948 voti per corrispondenza su un totale di 10.656, ha detto la portavoce dell’ufficio elettorale Victoria Hinojosa. Hinojosa aveva precedentemente dichiarato alla CNN che il tasso di rifiuto della contea nel 2018 era di circa il 2%.

Il portavoce Sam Taylor ha affermato che a causa dei tassi di rifiuto, l’ufficio del Segretario di Stato John Scott ha affermato che si concentrerà sugli sforzi relativi all’educazione degli elettori sui requisiti di voto della nuova posta.

“Mentre negli ultimi anni abbiamo concentrato i nostri sforzi di educazione degli elettori sui bisogni di identificazione personale, quest’anno stiamo raccogliendo una parte significativa della nostra campagna di educazione degli elettori per aumentare la consapevolezza sui nuovi requisiti per l’identificazione delle schede elettorali per posta”, ha affermato Taylor. “Ci auguriamo di avere i dati e la ricerca necessari per applicare le lezioni apprese nei primi giorni della più solida campagna di educazione degli elettori che ha portato alle elezioni generali di novembre”.

READ  La variante Omigron si trova in Oregon

A seguito di segnalazioni di tassi di rifiuto più elevati, i difensori dei diritti di voto hanno chiesto l’abrogazione della legge federale sui diritti di voto.

“La legge federale sul suffragio deve essere ripristinata per garantire che ogni elettore in Texas abbia uguale accesso al voto e sia protetto da leggi e pratiche ingiuste”, ha affermato il presidente Grace Simeone. La League of Female Voters of Texas, in una dichiarazione alla CNN.

“È una tragedia per la nostra democrazia che i leader statali sostengano un’agenda discriminatoria invece dell’elettorato quando scrivono la legislazione elettorale statale, con conseguente massiccio rifiuto delle votazioni per corrispondenza”, ha aggiunto Chimene.

La storia è stata aggiornata venerdì con maggiori dettagli.