Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gabriel García Márquez: The Sons pubblica l'ultimo romanzo che il defunto autore voleva distruggere

Gabriel García Márquez: The Sons pubblica l'ultimo romanzo che il defunto autore voleva distruggere

Fonte immagine, Immagini Getty

Commenta la foto,

Gabriel García Márquez è noto per i suoi romanzi Cent'anni di solitudine e L'amore ai tempi del colera.

Quando l’autore premio Nobel Gabriel García Márquez morì dieci anni fa, lasciò un romanzo che scrisse mentre soffriva di demenza.

Nei suoi ultimi giorni disse ai suoi figli che il libro doveva essere distrutto.

Ma sfidarono il padre e pubblicarono il libro con quello che definirono un atto di “tradimento”.

Anche agosto ha ricevuto recensioni contrastanti, con il critico del Guardian che lo ha definito “uno schizzo, sfocato e imperfetto come gli schizzi in generale”.

Ha detto che il libro di 100 pagine “è come un souvenir sbiadito, logoro ma prezioso per il suo legame con il meraviglioso mondo fantasioso che Márquez ha evocato nel suo periodo migliore”.

Lo scrittore colombiano, morto nel 2014, era famoso per aver aperto la strada allo stile di scrittura realista magico.

Ha scritto libri tra cui “L’amore ai tempi del colera” e “Cent’anni di solitudine”, che hanno venduto più di 50 milioni di copie in tutto il mondo.

“Questo è quello che fanno i bambini”

Giustificando la decisione di pubblicare, il figlio di García Márquez, Gonzalo, ha dichiarato al programma Front Row di BBC Radio 4 che alla fine “l'autore non era nella posizione di giudicare il suo lavoro perché poteva vedere solo i difetti e non le cose interessanti che c'erano. ” .

Dopo aver letto di nuovo la sceneggiatura di recente, Gonzalo ha detto che “non l'ha trovata così disastrosa come l'ha giudicata Gabo” e che è stata un'aggiunta preziosa al suo lavoro perché gli ha mostrato un nuovo lato ed era “unica”.

E ha aggiunto: “Certamente non lo distruggeremo”. “Nel 2022 abbiamo preso uno dei numeri e lo abbiamo letto, e non ci sono state molte discussioni al riguardo.

“Ci siamo resi conto che il libro era completo e che non dovevamo fare molte modifiche. Nessuna aggiunta, nessun grande cambiamento. Quindi non c'è stata davvero alcuna discussione.”

“Ci abbiamo pensato per circa tre secondi, era tradimento dei miei genitori, o dei miei genitori [wishes]?

“E abbiamo deciso, sì, era tradimento. Ma è per questo che i ragazzi erano lì.”

Ha detto che alla fine avrebbe dovuto essere pubblicato, quindi la famiglia voleva pubblicare una versione accettata, che avrebbe protetto i loro diritti d'autore.

Fonte immagine, Immagini Getty

Commenta la foto,

Gonzalo Garcia Barca ha detto che crede che questo nuovo libro sia unico

Il romanzo ruota attorno a una donna di mezza età che ogni estate si reca da sola su un'isola per visitare la tomba di sua madre, e in ogni viaggio trova un nuovo amante nonostante il suo felice matrimonio.

È la prima volta che García Márquez si concentra su una protagonista femminile.

“Normalmente, nella recensione di una pubblicazione postuma deludente o di un'opera minore di un autore importante, vale la pena notare che, nonostante i suoi difetti, piacerà ai fan fedeli.

Prosegue: “Non credo che sia vero fino ad agosto. Marquez lo sapeva e aveva ragione a non voler vedere la luce”.

“Si muove in modo strano”

Ha aggiunto, tuttavia, che “il romanzo ha delle qualità” ed “è ambientato in un mondo che trova un equilibrio evocativo tra il realistico e l'onirico”.

“È come se il libro contenesse sia il marchese più anziano che quello più giovane, con la consapevolezza e il buon umore della vecchiaia trasmessi nel modo incerto ed esitante di un apprendista”, ha scritto.

Tuttavia, ha osservato che “il romanzo è privo delle infinite discussioni creative su racconti popolari, retroscena e battute verbali che caratterizzano il meglio di Márquez”.

“Anche August non fa nulla per espandere la leggenda di Gabu, e non fa nulla per diminuirla”, ha concluso.

Piani Netflix

Oltre a un nuovo libro, il romanzo di Márquez del 1967, Cent'anni di solitudine, è stato adattato in una serie in lingua spagnola su Netflix.

Secondo il New York Times, Márquez ha ricevuto molte offerte nel corso degli anni per trasformare il suo libro in un film, ma ha rifiutato perché voleva che fosse scritto solo in spagnolo.

Il libro di García Márquez non è il primo romanzo ad essere pubblicato postumo contro la volontà degli autori.

  • Prima dell'autore Franz Kafka Morì di tubercolosi nel 1924 e chiese al suo amico Max Brod di bruciare tutte le sue opere. Tuttavia, tra il 1925 e il 1935, Broad pubblicò il suo corpus di opere tra cui The Trial, The Castle e America.
  • Lolita scrittrice Vladimir Nabokov Ha chiesto a sua moglie di distruggere il suo ultimo romanzo, Laura's Origin, se non fosse vissuto abbastanza per completarlo. Nel 2009, 30 anni dopo la morte di Nabokov, suo figlio ha pubblicato l'opera incompiuta, scritta a matita su cartoncini.
  • Secondo la leggenda, il poeta romano Virgilio Chiese che i rotoli su cui scrisse il suo poema epico L'Eneide fossero bruciati perché temeva di non riuscire a terminare l'opera prima della sua morte.

Ascolta di più da Gonzalo García Barca in prima fila di BBC Radio 4 dalle 19:15 GMT di mercoledì 6 marzo, poi Su BBC Sounds.

Fino ad agosto Sarà pubblicato nel Regno Unito martedì 12 marzo.

READ  Oscar 2024: come guardare e cosa sapere sulla 96esima edizione degli Academy Awards