Gennaio 29, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli astronauti installano un nuovo pannello solare fuori dalla Stazione Spaziale Internazionale – Spaceflight Now

Gli astronauti installano un nuovo pannello solare fuori dalla Stazione Spaziale Internazionale - Spaceflight Now
L’astronauta della NASA Josh Cassada, che indossa una tuta spaziale a strisce rosse, tiene in mano l’ISS Roll-Out Solar Array mentre guida il braccio robotico della stazione spaziale sabato. Credito: NASA TV/Spaceflight Now

Gli astronauti della NASA Josh Casada e Frank Rubio si sono diretti sabato fuori dalla Stazione Spaziale Internazionale per un viaggio di sette ore nello spazio per installare e lanciare un nuovo pannello solare introdotto di recente a bordo di una nave cargo SpaceX.

Casada e Rubio, entrambi alla loro prima passeggiata spaziale, hanno iniziato la passeggiata spaziale alle 7:16 EDT (1216 GMT) di sabato. L’inizio del volo è stato ufficialmente segnato quando gli astronauti hanno acceso le loro tute spaziali con l’alimentazione a batteria.

Gli astronauti si sono spostati da Quest nella camera di equilibrio della stazione spaziale a tribordo, o lato destro del traliccio solare del laboratorio, dove il braccio robotico della stazione ha collocato due nuovi moduli ISS Roll-Out Solar Array, o iROSA, all’inizio di questa settimana dopo averli estratti da esso. . Il bagagliaio della capsula cargo SpaceX Dragon. La navicella spaziale Dragon ha consegnato i pannelli solari alla stazione spaziale il 27 novembre, insieme a diverse tonnellate di rifornimenti ed esperimenti.

Le nuove coperture del pannello solare sono state avvolte attorno a pulegge e arrotolate come un tappetino da yoga una volta fissate a una staffa di montaggio sulla sezione 4 o S4 di destra del traliccio elettrico della stazione spaziale, che misura più della lunghezza di un campo di calcio dall’estremità -finire.

Gli astronauti hanno prima lavorato per rimuovere uno dei due moduli iROSA appena consegnati dal suo supporto allentando i bulloni e rilasciando i vincoli. Cassada prese posizione all’estremità del braccio robotico canadese e tenne manualmente i rulli del pannello solare mentre il braccio lo spostava verso il traliccio S4.

I due piloti spaziali hanno posizionato il modulo iROSA su una staffa di montaggio preposizionata durante una precedente passeggiata spaziale. Hanno inserito l’unità iROSA nel suo cardine, quindi hanno installato le viti per tenerla in posizione. Connettori elettrici Casada e Rubio per collegare il nuovo modulo iROSA all’impianto elettrico della stazione spaziale. Quindi hanno posato un cavo a Y per indirizzare l’energia generata sia dal nuovo pannello solare che dal pannello solare S4 originale alla rete elettrica del laboratorio.

READ  Il telescopio Webb mette a fuoco le prime galassie e Giove
In questa foto d’archivio, gli astronauti della NASA Josh Casada (a sinistra) e Frank Rubio (a destra) si preparano per una passeggiata spaziale fuori dalla Stazione Spaziale Internazionale il 15 novembre. Credito: NASA

Una staffa di stabilizzazione collega i nuovi array ai canali di alimentazione della stazione e ai giunti rotanti, che mantengono le ali solari puntate verso il sole mentre la navicella spaziale corre intorno alla Terra a più di 17.000 miglia all’ora.

La Stazione Spaziale Internazionale ha otto canali di alimentazione, ciascuno dei quali è alimentato dall’energia elettrica generata da un’unica ala del pannello solare che si estende dalla spina dorsale della stazione. Il nuovo pannello solare, che è stato schierato sabato, produrrà elettricità per il canale di alimentazione 3A della stazione spaziale.

I pannelli solari originali sono stati lanciati in quattro missioni dello space shuttle dal 2000 al 2009. Come previsto, l’efficienza dei pannelli solari originali della stazione si è deteriorata nel tempo. La NASA sta aggiornando il sistema di alimentazione della stazione spaziale con nuovi pannelli solari, per un costo di 103 milioni di dollari, che copriranno parzialmente sei degli otto pannelli solari originali della stazione.

Quando tutti e sei i moduli iROSA saranno schierati nella stazione, il sistema di alimentazione sarà in grado di generare 215 kilowatt di elettricità per supportare almeno un altro decennio di operazioni scientifiche. Il booster ospiterà anche i nuovi moduli commerciali previsti per il lancio sulla stazione spaziale.

La prima coppia di nuovi pannelli solari lanciati sulla stazione spaziale lo scorso anno sono stati installati sul più antico pannello solare originale della stazione nella sezione del traliccio P6, situato all’estremità sinistra del montante centrale anteriore. Altri due moduli iROSA dovrebbero essere lanciati durante la missione di rifornimento di SpaceX il prossimo anno.

READ  Bilancio delle radiazioni terrestri del satellite della NASA per il rientro atmosferico oggi

I nuovi pannelli solari sono stati forniti alla NASA da Boeing, Red Wire e un team di subappaltatori.

Una volta che il nuovo modulo iROSA è stato integrato meccanicamente ed elettricamente negli ingranaggi S4 della stazione, gli astronauti hanno rilasciato delle clip per mantenere l’array solare avvolto nella configurazione di lancio. Ciò ha permesso alle coperte di espandersi gradualmente utilizzando l’energia di sollecitazione dei bracci compositi che sostengono la coperta solare. Il design del meccanismo di distribuzione elimina la necessità di motori per azionare l’array solare.

“Si sta muovendo”, intervenne un pilota del controllo missione radio, suscitando applausi tra il personale di supporto a Houston.

“Questo è incredibile”, ha detto Casada. “Sì, è davvero fantastico”, ha detto Rubio.

Ciascuna delle nuove ali di iROSA sarà posizionata con un angolo di 10 gradi rispetto ai pannelli solari della stazione spaziale. Credito: NASA

I bracci di supporto in fibra di carbonio sono stati spostati indietro rispetto alla loro forma naturale per essere riposti durante il lancio.

Il pannello solare ha impiegato circa 10 minuti per propagarsi nella sua configurazione completamente estesa, lunga 63 piedi e larga 20 piedi (19 per 6 metri). È circa la metà della lunghezza e metà della larghezza degli attuali pannelli solari della stazione. Nonostante le loro piccole dimensioni, ciascuno dei nuovi array genera all’incirca la stessa quantità di elettricità di ciascuno dei pannelli solari esistenti della stazione.

Una volta aperta la coperta, gli astronauti hanno regolato le viti di tensione per fissare la coperta iROSA in posizione.

Gli astronauti sono quindi tornati all’interno del traliccio della stazione spaziale per allestire un altro modulo iROSA, che sarà installato sul lato sinistro della sezione del traliccio P4 per una passeggiata spaziale prevista per il 19 dicembre.

READ  Guarda gli astronauti Crew-4 di SpaceX lasciare la stazione spaziale venerdì dopo un ritardo

Con i loro compiti completati, Cassada e Rubio tornano alla camera di equilibrio Quest e sigillano il portello. Hanno iniziato a ripressurizzare la camera d’aria alle 14:21 EDT (1921 GMT), completando la passeggiata spaziale, che è durata 7 ore e 5 minuti.

La passeggiata spaziale di sabato è stata la seconda per la carriera di Casada e Rubio, e la 256a passeggiata spaziale dal 1998 per supportare l’assemblaggio e la manutenzione della Stazione Spaziale Internazionale.

Invia un’e-mail all’autore.

Segui Stephen Clark su Twitter: @dipendente.