Maggio 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli avvocati di Trump chiedono un ritardo nell’esecuzione del verdetto di frode da 350 milioni di dollari

NEW YORK – Mercoledì gli avvocati di Donald Trump hanno chiesto una proroga di un mese nell'esecuzione di una sentenza di frode civile da oltre 350 milioni di dollari contro l'ex presidente, affermando di essere preoccupati per un piano preparato dall'ufficio del procuratore generale dello stato.

L'avvocato di Trump, Clifford S. Robert ha sostenuto che gli avvocati dell'ufficio del procuratore generale di New York Letitia James dovrebbero sostenere la sentenza proposta.

Robert ha chiesto al giudice della Corte Suprema di New York Arthur Engoron, che ha emesso il verdetto, di dare alla difesa il tempo di presentare una proposta di contro-verdetto.

Engoron, in uno scambio di e-mail con Robert, ha indicato che “non c'è bisogno di una mozione o di una conferenza su questo” perché la proposta di sentenza del procuratore generale riflette i termini del suo ordine.

Tuttavia, il giudice ha invitato la parte di Trump a esprimere disaccordi specifici con il documento proposto. Citando due punti da loro espressi, gli avvocati di Trump hanno chiesto più tempo per valutare il documento e proporre eventuali altre modifiche ritenute inesatte. Non è chiaro quando Engoron risponderà.

Engron, che venerdì ha emesso una sentenza di 92 pagine per frode civile, deve firmare la sentenza, che darebbe a Trump Mese per presentare l'atto di ricorso. Per avviare il processo di appello, Trump deve soddisfare la sentenza pagando la sentenza o versando una cauzione.

Una bozza della sentenza depositata martedì dall'avvocato di James contiene un linguaggio che corrisponde alla sentenza del processo di Engoron. La proposta di sentenza di James cita anche un tasso di interesse legale del 9% annuo, che secondo il procuratore generale aggiunge circa 100 milioni di dollari di interessi anticipati al conto di Trump.

READ  USMNT vs. Gol di El Salvador: il gol di Antonee Robinson regala un'altra modesta vittoria alla squadra di Gregg Berhalter

Robert ha sostenuto che il procuratore generale ha accelerato il processo e che la parte di Trump avrebbe dovuto essere inclusa nelle discussioni al riguardo. Se Engoron firma l'ordine proposto da James, richiede che non venga intrapresa alcuna azione per 30 giorni.

Non è stato immediatamente chiaro se i 30 giorni richiesti, il termine legale per la consegna della cauzione, sarebbero stati prorogati mentre Trump proseguiva il suo appello.

La sentenza di Engoron significa che Trump dovrà utilizzare una parte significativa della sua ricchezza per coprire la sentenza, gran parte della quale è immobilizzata in beni immobili e altri investimenti. Il giudice ha inoltre vietato a Trump e ai suoi due figli di ricoprire l’incarico di funzionari o direttori di società di New York. A Trump è stato vietato di ricoprire tali ruoli per tre anni, mentre a Eric Trump e Donald Trump Jr. è vietato ricoprire tali ruoli per due anni.

Trump e i suoi avvocati hanno definito il caso un atto di motivazione politica portato da James, un democratico che ha criticato Trump e ha discusso di indagare su di lui quando si è candidato alle elezioni.

Ha intenzione di fare appello e dice che le accuse di frode sono infondate.

Engron ha scoperto che Trump, la sua azienda e diversi dirigenti aziendali erano responsabili di aver frodato banche e compagnie assicurative travisando deliberatamente il patrimonio netto di Trump nei rendiconti finanziari annuali compilati da contabili utilizzando falsi valori patrimoniali.

Come parte della sua sentenza, Engoran ha stabilito che erano stati commessi atti illegali. James ha sostenuto che Trump e i suoi dirigenti hanno gonfiato il suo patrimonio netto di 2,2 miliardi di dollari ogni anno dal 2011 al 2021. Poiché Trump è l’unico proprietario della Trump Organization, le banche e altri soci in affari si sono basati su tali dichiarazioni, ha rilevato il giudice.

READ  Albert Pujols, i cardinali hanno accettato l'accordo

Gli avvocati di Trump hanno sostenuto durante il processo durato 10 settimane, iniziato il 2 ottobre, che Trump non ha ingannato i partner commerciali, ma che le valutazioni sulla reale situazione degli affari erano soggettive e variavano notevolmente dalle statistiche di valutazione. I pubblici ministeri hanno affermato che la ricchezza di Trump è aumentata a causa della sua popolarità e del suo status.