Dicembre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Google prende sul serio le gigantesche cabine di chat video e inizia i test nel mondo reale

Google prende sul serio le gigantesche cabine di chat video e inizia i test nel mondo reale
Ingrandisci / Il chiosco Project Starline presenta uno schermo 3D e una vasta gamma di telecamere.

Il Google

Google sta prendendo sul serio l’idea selvaggia del chiosco video “Project Starline”. Progetto misterioso annunciato Come parte della parola chiave Google I/O 2021, ma inizialmente è stata oscurata da annunci più realistici di Wear OS e Android. È passato un anno e Google sta ancora portando avanti l’idea, Annuncio dell’esame per l’impresa estesa con terzi. Google afferma che sta anche lavorando per rendere Starline “più accessibile”.

Project Starline pone la domanda di base: “E se Zoom fosse una gigantesca macchina da sala giochi?” Mentre la versione console principale della chat video include solo una piccola telecamera sopra lo schermo del laptop, Starline dà vita alla chat video 3D in uno stand di 7 piedi per 7, apparentemente indifferente a costi, dimensioni o marketing. L’obiettivo è far sembrare che l’altra persona sia nella stanza con te e Google lo classifica come un “progetto di ricerca”.

Per quanto riguarda ciò che Starline è in realtà, a Foglio di ricerca di Google Contiene una discreta quantità di dettagli. Il lato del display del chiosco video include 14 telecamere e 16 proiettori a infrarossi, che creano, catturano e tracciano un avatar utente 3D in tempo reale. Quattro microfoni e due altoparlanti non solo gestiscono il parlato; Presumibilmente, il suono spaziale e la modulazione radiale dinamica fanno sembrare il parlato come se stesse uscendo dalla bocca dell’avatar.

L’invio di un avatar 3D tramite la connessione della chat video di Google consente la correzione della linea degli occhi, che è un problema continuo nella normale chat video. Quando una webcam nella parte superiore dello schermo rende impossibile il contatto visivo mentre si guarda lo schermo, l’avatar 3D può manipolare la separazione tra il centro della telecamera e il centro dello schermo, consentendo il contatto visivo reciproco. Google sta elaborando tutti questi dati in una potente workstation dual Xeon con “quattro GPU NVIDIA (due Quadro RTX 6000 e due Titan RTX)”.

Il display è un microscopico pannello lenticolare da 65″, 8kHz, 60Hz che produce una visualizzazione 3D senza occhiali di un glifo a grandezza naturale. È fondamentalmente un grande gioco per Nintendo 3DS, ma con un punto debole ancora più grande grazie al rilevamento della testa. L’altro lato della cabina è dotato di retroilluminazione a infrarossi e un piano del tavolo abbastanza rigido per confinare l’utente nel punto ideale per lo schermo 3D e per limitare la portata dell’intero sistema di creazione di avatar. Google ha persino costruito una piccola partizione tra il sedile e lo schermo per nascondere la parte inferiore dello schermo. Invece di posizionare goffamente un avatar una volta raggiunta la parte inferiore dello schermo, un blocco fisico sopra la parte inferiore dello schermo dovrebbe indurre il cervello a pensare che il resto dell’avatar sia dietro la barriera. Google sembra impegnato a controllare ogni possibile variabile con Project Starline, tanto che il chiosco dispone persino di un proprio sistema di illuminazione, con sia un’illuminazione visibile diffusa per aiutare a catturare trame 3D sia una grande retroilluminazione a infrarossi per aiutare nell’imaging 3D,

Persone che hanno provato Starline Sembra come Ma dato che devi essere invitato personalmente da Google per provarlo, è solo una piccola manciata di persone. È difficile immaginare gran parte del mercato per quello che dovrebbe essere un chiosco video a sei cifre delle dimensioni di un piccolo bagno, ma Google sta portando avanti ulteriori test. “Oggi i prototipi di Project Starline si trovano negli uffici di Google negli Stati Uniti, dove i dipendenti utilizzano la tecnologia ogni giorno per incontrarsi, preparare i dipendenti e creare rapporti tra i colleghi”, afferma la dichiarazione di Google.

A differenza del video teaser altamente raffinato, la presentazione di Siggraph illustra meglio cosa sta succedendo.

L’azienda continua: “Oltre ai dipendenti di Google, abbiamo anche invitato più di 100 partner aziendali in settori quali media, sanità e vendita al dettaglio a partecipare a dimostrazioni negli uffici di Google e a fornirci feedback sull’esperienza e sulle applicazioni per le loro attività. Noi scopri i molti modi in cui Project Starline può aggiungere valore. L’attività è in diversi settori e rimaniamo concentrati sul renderla più accessibile. ” Salesforce, WeWork, T-Mobile e Hackensack Meridian Health si sono iscritti per provarlo. WeWork, un’azienda che fa affidamento sull’affitto di spazi per uffici molto costosi, sembra particolarmente entusiasta dell’idea.

Google può dire tutto ciò che vuoi sulla “ricerca”, ma l’azienda lo fa famosa aggressività Quando si tratta di uccidere le cose, non ha centinaia di milioni di utenti. Ci sarà qualche prodotto qui? Starline è adiacente all’enorme mercato delle apparecchiature per riunioni aziendali, ma alcune limitazioni rendono Starline difficile per riunioni serie. Le apparecchiature per riunioni aziendali sono generalmente orientate a un gruppo numeroso seduto a un tavolo e l’ampia compatibilità significa che chiunque può connettersi alla riunione con quasi tutti i dispositivi. Starline funziona con una sola persona per conversazioni individuali e puoi parlare solo con altri chioschi Starline. Esiste un mercato per le cabine di chiamata da VIP a VIP, come una versione moderna del telefono boss rosso?

READ  Nintendo afferma che sta "indagando attivamente" sulle ultime accuse di cattiva condotta