Aprile 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I gruppi armati russi con sede in Ucraina rivendicano la responsabilità di aver lanciato raid contro la Russia

I gruppi armati russi con sede in Ucraina rivendicano la responsabilità di aver lanciato raid contro la Russia
  • Scritto da Yaroslav Lukiev
  • notizie della BBC

Fonte immagine, Telegram/Corpo della Libertà della Russia

Commenta la foto,

Il Corpo della Libertà russo ha affermato che la Russia deve essere “liberata dalla dittatura di Putin”.

Tre gruppi paramilitari russi con sede in Ucraina hanno affermato di aver attraversato il confine con la Russia e di combattere lì contro le forze governative.

La Legione della Libertà (FRL) e il Battaglione Siberiano (SB) russi hanno pubblicato video che mostrano presumibilmente i loro combattenti nelle regioni russe di Belgorod e Kursk.

Il Fronte della RDC e un politico russo in esilio hanno affermato che due villaggi sono ora controllati dalle “forze di liberazione”.

Il ministero della Difesa russo ha affermato che i tentativi di hacking sono stati sventati.

Ha affermato che più di 234 soldati ucraini sono stati uccisi e diversi carri armati sono stati distrutti.

Secondo il governatore della regione di Belgorod, Vyacheslav Gladkov, un membro delle forze di difesa regionali russe è stato ucciso e 10 civili sono rimasti feriti.

Questi numeri non sono stati ancora verificati dalla BBC.

Martedì l'esercito ucraino ha negato qualsiasi coinvolgimento nei raid transfrontalieri. Andrei Yusov, portavoce dell'intelligence militare del Paese, ha affermato che i gruppi paramilitari sono “organizzazioni indipendenti” affiliate a cittadini russi e quindi operano “all'interno”.

In uno sviluppo separato, la Russia ha affermato che l’Ucraina ha lanciato 25 droni contro obiettivi in ​​tutta la Russia, ma l’attacco è stato sventato.

Tuttavia, sono emersi video che sembrano essere in fiamme in diversi impianti petroliferi russi.

Nella regione di Ivanovo, a est di Mosca, un aereo da trasporto militare Il-76 con a bordo un equipaggio di otto e sette passeggeri si è schiantato poco dopo il decollo, secondo le agenzie di stampa ufficiali russe che citano il Ministero della Difesa russo.

Il ministero ha affermato che l'incendio di un motore ha causato l'incidente. Non sono stati forniti dettagli sui sopravvissuti.

Sono emersi video che mostravano l'aereo in fiamme mentre girava nel cielo, con pennacchi di fumo nero che si sollevavano successivamente dal luogo dell'incidente.

Altrove, almeno tre persone sono state uccise e altre 38 ferite martedì sera quando un missile russo ha colpito due edifici residenziali nella città centrale ucraina di Kryvyi Rih, secondo il ministro degli Interni.

Ihor Klimenko ha affermato che tra le vittime ci sono bambini e che il numero delle vittime potrebbe aumentare man mano che le operazioni di ricerca e salvataggio continuano.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha affermato che il suo Paese “infliggerà perdite allo Stato russo in risposta – e questo è assolutamente vero”.

La massiccia invasione dell’Ucraina da parte del presidente russo Vladimir Putin è entrata nel suo terzo anno, senza alcun segnale che la più grande guerra europea dai tempi della Seconda Guerra Mondiale possa finire presto.

Martedì la FRL ha pubblicato quello che si dice fosse un video dal confine russo-ucraino.

“Come tutti i nostri compatrioti, noi della Legione sogniamo una Russia liberata dalla dittatura di Putin. Ma non ci limitiamo a sognare: facciamo ogni sforzo per realizzare questi sogni. Toglieremo la nostra terra al regime, di un centimetro”. centimetri”, si sente dire nel filmato un soldato armato delle forze armate ruandesi.

Nel frattempo, il battaglione di sicurezza speciale ha affermato che “sul territorio della Federazione Russa si stanno verificando combattimenti violenti” e ha pubblicato un video che mostra i suoi combattenti scontrarsi con le forze governative russe.

Ha inoltre condannato le elezioni presidenziali russe previste per il 15-17 marzo, nelle quali si prevede che Putin sarà dichiarato vincitore.

“Le schede elettorali e i seggi elettorali in questo caso sono una fantasia. Puoi davvero cambiare la tua vita in meglio solo con una pistola in mano”, ha detto SB.

Anche un altro gruppo russo con sede in Ucraina, il Corpo Volontario Russo (RDK), ha diffuso filmati di quelli che, secondo lui, sarebbero i suoi combattenti che si scontrano con le forze governative russe.

Ha aggiunto: “L'esercito del regime del Cremlino depone le armi senza iniziare la battaglia”.

I video non sono stati verificati in modo indipendente.

Il villaggio di confine di Titkino nella regione di Kursk sembra essere uno degli obiettivi dei raid di martedì, con le forze armate ruandesi che sostengono che le “forze di liberazione” hanno ora il pieno controllo dell'insediamento.

La BBC ha verificato l'autenticità dei filmati della FRL raffiguranti un raid contro un corazzato da trasporto truppe a Tetkino.

Il sindaco di Kursk Igor Kutsak ha ordinato a tutte le scuole della capitale regionale di introdurre l'apprendimento a distanza dal 13 al 15 marzo “in relazione ai recenti eventi”.

Egli ha inoltre avvertito che nella città, che ha una popolazione di oltre 400.000 abitanti, è ancora in vigore il sistema di “allarme missilistico”.

Martedì scorso, il politico dell’opposizione russa con sede in Ucraina, Ilya Ponomarev, ha affermato che il villaggio di confine di Lozovaya Rudka nella regione di Belgorod era “sotto il completo controllo delle forze di liberazione”.

In una dichiarazione rilasciata martedì, il ministero della Difesa russo ha affermato che le sue forze, in collaborazione con le guardie di frontiera e le unità dell’FSB, “hanno contrastato un tentativo del regime di Kiev di sfondare” in Russia.

Ha aggiunto che i combattenti nemici – supportati da carri armati e mezzi corazzati – hanno tentato di invadere la Russia “simultaneamente in tre direzioni nelle aree degli insediamenti di Odnoropovka, Nekhotivka e Spodaryushino della regione di Belgorod”.

Ha aggiunto che altri quattro attacchi hanno preso di mira Tetkino, ma sono stati “respinti”.

I gruppi armati russi con sede in Ucraina hanno condotto diversi raid transfrontalieri dall’inizio dell’invasione totale dell’Ucraina.

READ  Abby Choi: l'ex marito squartato della modella di Hong Kong catturato sul marciapiede mentre cercava di "scappare", dice la polizia