Settembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I Raiders che hanno tagliato Alex Leatherwood fanno luce sui fallimenti del regime di Jon Gruden e Mike Mayock

Reese's Senior Bowl

Getty Images

Il I predatori liberano Alex Leatherwood martedì, appena un anno dopo averlo preso con la 17a scelta assoluta nel Draft NFL 2021. Eliminare il draft dal primo round dopo una sola stagione è una mossa incredibile, tranne per il fatto che con le scelte dei Raiders per Jon Gruden/Mike Era Mayock, non sono in realtà una grande sorpresa.

Gruden è stato il capo allenatore dei Raiders e il direttore generale di Mayock per tre bozze, 2019-2021, e i Raiders hanno fatto alcune scelte sorprendentemente scarse durante quel periodo.

Leatherwood è in realtà la terza scelta consecutiva al draft del primo round dei Raiders fino a quando non sono due anni nel roster: i Raiders avevano due scelte del primo round nel 2020, Henry Rogers e Damon Arnett, entrambi rilasciati durante la stagione 2021.

I Raiders hanno avuto tre scelte al primo turno nel 2019 e quelle tre hanno ottenuto risultati migliori, ma non di molto: Pulisci FerrellE il Josh Jacobs E il Jonathan Abram Hanno tutti lottato per avere un grande impatto e i Raiders non hanno scelto l’opzione del quinto anno in nessuno dei loro contratti.

E la cattiva redazione sotto Gruden e Mayock ha aggirato il primo round. Tryvon MullenLa scelta del secondo round dei Raiders del 2019 è stata Scambiato con i cardinali Ieri per la selezione condizionale del settimo round. I Raiders avevano tre scelte del terzo round nel 2020 – Lynn BowdenE il Brian Edwards E il Taner Musa – E nessuno di loro è ancora con la squadra.

L’allenatore del primo anno dei Raiders Josh McDaniels e il direttore generale Dave Ziegler non hanno ereditato un buon giovane talento quando ha rilevato la squadra che Gruden e Mayock hanno lasciato. Le scelte al draft dei Raiders negli ultimi anni sono state molti errori.

READ  Risultato Villanova vs Houston, Fast Food: i Wildcats si affidano alla difesa per soffocare i Cougars, avanzare alle Final Four