Maggio 22, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il bilancio delle vittime a Terna è salito a 11.300, dicono le associazioni umanitarie

Il bilancio delle vittime a Terna è salito a 11.300, dicono le associazioni umanitarie

giocare

TERNA, Libia (AP) – Il bilancio delle vittime nella città costiera libica di Derna è salito a 11.300, ha detto giovedì la Mezzaluna Rossa libica, mentre continuano le ricerche a seguito delle massicce inondazioni causate dal cedimento di due dighe a causa delle forti piogge.

Altre 10.100 persone risultano disperse nella città mediterranea, ha detto telefonicamente all’Associated Press Mary El-Trace, segretaria generale del gruppo umanitario. In precedenza le autorità sanitarie avevano stimato a 5.500 il bilancio delle vittime a Terna. Circa 170 persone sono morte in altre parti del Paese a causa di questa tempesta.

IL L’alluvione spazzò via l’intera famiglia Domenica sera ha messo in luce la vulnerabilità di Terna e della nazione ricca di petrolio Preso in conflitto Una rivolta del 2011 rovesciò il dittatore di lunga data Muammar Gheddafi.

Onu sulle vittime delle alluvioni in Libia La maggior parte delle morti avrebbe potuto essere evitata

Vediamo a che punto sono le cose: cosa è successo in Libia?

Daniel, una tempesta mediterranea insolitamente forte, ha causato inondazioni mortali nelle comunità della Libia orientale, ma Terna è stata la più colpita. I residenti hanno detto di aver sentito una forte esplosione quando due dighe fuori città sono crollate mentre la tempesta ha colpito la costa domenica notte. Le inondazioni hanno allagato la valle, Wadi Terna, che attraversava la città, schiantandosi tra gli edifici e annegando le persone in mare.

La maggior parte delle vittime avrebbe potuto essere evitata, ha detto giovedì un funzionario delle Nazioni Unite.

“Se ci fosse un normale servizio meteorologico, avrebbero emesso avvisi”, ha detto ai giornalisti a Ginevra il capo dell’Organizzazione meteorologica mondiale, Petteri Thales. “I funzionari della gestione dell’emergenza avrebbero potuto effettuare l’evacuazione.”

READ  Scuole di Chicago: il sindaco afferma che gli studenti delle scuole pubbliche torneranno in classe mercoledì dopo che l'Associazione degli insegnanti ha sospeso il lavoro

All’inizio di questa settimana, il Servizio meteorologico nazionale ha emesso avvisi 72 ore prima delle inondazioni, avvisando tutti i funzionari governativi tramite e-mail e media, ha affermato la WMO.

Le autorità della Libia orientale hanno avvertito la popolazione della tempesta imminente e sabato hanno ordinato ai residenti di evacuare le zone costiere per paura di una risalita dal mare. Ma non c’era stato alcun preavviso del crollo delle dighe.

In che modo il conflitto in Libia influisce sul disastro?

L’incredibile devastazione riflette l’intensità della tempesta, ma anche la vulnerabilità della Libia. La Libia ricca di petrolio è stata divisa negli ultimi dieci anni tra governi rivali – uno a est, l’altro nella capitale Tripoli – e di conseguenza le infrastrutture sono state ampiamente trascurate.

Le due dighe crollate fuori Terna furono costruite negli anni ’70. Un’agenzia di audit statale ha riferito nel 2021 che le dighe non venivano mantenute nonostante 2 milioni di euro stanziati a tale scopo nel 2012 e 2013.

Il primo ministro libico Abdul-Hamid Dibeba, con sede a Tripoli, ha riconosciuto i problemi di manutenzione durante una riunione di gabinetto giovedì e ha chiesto al pubblico ministero di avviare un’indagine urgente sul crollo delle dighe.

Il disastro ha portato un raro momento di unità mentre le agenzie governative di tutto il paese si sono precipitate ad aiutare le aree colpite.

Mentre il governo con sede a Tobruk, nella Libia orientale, guida gli sforzi di soccorso, il governo occidentale con sede a Tripoli ha stanziato 412 milioni di dollari per la ricostruzione di Derna e di altre città orientali, e un gruppo armato a Tripoli ha inviato un convoglio con aiuti umanitari. Cosa sta succedendo adesso?

READ  Sottomarino diretto al Titanic scomparso, 'ricerca e salvataggio' in corso

Terna ha iniziato a seppellire i suoi morti, per lo più in fosse comuni, ha detto giovedì il ministro della Sanità della Libia orientale, Othman Abduljalil.

Più di 3.000 corpi sono stati sepolti giovedì mattina e altri 2.000 sono ancora in fase di elaborazione, ha detto il ministro, aggiungendo che la maggior parte dei morti sono stati sepolti in fosse comuni fuori Terna mentre altri sono stati spostati nelle città vicine.

Abduljalil ha detto che le squadre di soccorso stanno ancora cercando gli edifici crollati nel centro della città e che i sommozzatori si stanno tuffando nel mare di Terna.

Un numero incalcolabile di persone alte fino a 4 metri potrebbero essere sepolte sotto frane di fango e detriti, tra cui automobili ribaltate e pezzi di cemento. I soccorritori hanno faticato a portare attrezzature pesanti a causa dello straripamento delle acque dell’alluvione o del blocco delle strade che conducono alla zona.

Il parlamento della Libia orientale, la Camera dei Rappresentanti, ha approvato giovedì un budget di emergenza di 10 miliardi di dinari libici – circa 2 miliardi di dollari – per aiutare le inondazioni e le vittime delle inondazioni.

Quante persone sono state uccise?

Giovedì, la Croce Rossa libica ha dichiarato che 11.300 persone sono state uccise e altre 10.100 risultano disperse.

Tuttavia, i funzionari locali hanno suggerito che il bilancio delle vittime potrebbe essere superiore a quanto riportato.

Giovedì, parlando alla stazione televisiva Al Arabiya di proprietà saudita, il sindaco di Derna Abdel-Moneim al-Ghaithi ha affermato che il numero di quartieri degradati potrebbe salire a 20.000.

Il ministro della Sanità ha affermato che la tempesta ha ucciso circa 170 persone anche in altre parti della Libia orientale, comprese le città di Beida, Susa, Umm Razaz e Marj.

Almeno 84 egiziani figurano tra le vittime nella Libia orientale, i cui resti sono stati rimpatriati mercoledì. Più di 70 provenivano da Beni Souf, un villaggio nella provincia meridionale. I media libici hanno anche affermato che decine di coloni sudanesi sono stati uccisi nel disastro. Aiutare a raggiungere i sopravvissuti?

READ  Classifica del campionato Travellers 2022, voti: la mano ferma di Xander Schauffele ha vinto il suo sesto PGA Tour

Secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni delle Nazioni Unite, le inondazioni hanno provocato lo sfollamento di almeno 30.000 persone a Terna e costretto diverse migliaia a fuggire dalle proprie case in altre città dell’est.

Le alluvioni hanno danneggiato o distrutto molte strade di accesso a Terna, impedendo l’arrivo delle squadre di soccorso internazionali e degli aiuti umanitari. Le autorità locali sono riuscite a liberare alcune strade e i convogli umanitari sono riusciti ad entrare in città negli ultimi due giorni.

L’Ufficio umanitario delle Nazioni Unite ha lanciato un appello di emergenza di 71,4 milioni di dollari per rispondere ai bisogni urgenti dei 250.000 libici più colpiti. L’ufficio, noto come OCHA, stima che circa 884.000 persone in cinque province vivano in aree direttamente colpite dalle piogge e dalle inondazioni.

Giovedì il Comitato internazionale della Croce Rossa ha consegnato 6.000 sacchi per cadaveri alle autorità locali, oltre a forniture mediche, alimentari e di altro tipo da distribuire alle comunità più colpite.

Gli aiuti internazionali hanno cominciato ad arrivare all’inizio di questa settimana a Bengasi, 250 chilometri a ovest di Derna. Diversi paesi, tra cui i vicini Egitto, Algeria e Tunisia, hanno inviato squadre di soccorso e di soccorso. Giovedì l’Italia ha inviato una nave militare che trasportava aiuti umanitari e due elicotteri navali per operazioni di ricerca e salvataggio.

Il presidente Joe Biden ha affermato che gli Stati Uniti invieranno denaro alle organizzazioni umanitarie e si coordineranno con i funzionari libici e le Nazioni Unite per fornire ulteriore sostegno.

___

I giornalisti dell’Associated Press Sammy Magdy al Cairo e Jack Jeffrey a Londra hanno contribuito a questo rapporto.

___