Dicembre 5, 2021

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il figlio minorenne di Glenn Young è stato rimandato indietro dal seggio elettorale il giorno delle elezioni, afferma l’alto funzionario elettorale distrettuale

Il cancelliere generale della contea di Fairfax, Scott O. Konopasek, ha dichiarato in una dichiarazione che “le preoccupazioni per il diciassettenne che ha tentato di votare il giorno delle elezioni in due occasioni” sono state riferite ai funzionari elettorali venerdì mattina.

“Il giovane ha presentato l’identità, ma non era idoneo alla registrazione a causa della sua età e non gli è stato permesso di votare”, ha aggiunto Konobasek.

Gonobasek ha affermato che il figlio di Young non ha votato e “non ha rilasciato dichiarazioni false” o “interrompere il voto”. Gli è stato “dato un modulo di registrazione e incoraggiato a registrarsi per le future elezioni”, ha aggiunto il funzionario elettorale.

“Sulla base delle informazioni che ho ora, sembra che non abbia commesso alcun reato elettorale come definito nel capitolo 10 della regola elettorale”, ha concluso Konobasek. Il rapporto nominava il figlio di Young, ma la CNN non voleva identificarlo perché era minorenne e non ha commesso il crimine.

Young, che è un repubblicano, ha sconfitto l’ex governatore Terry McAliffe martedì sera, infliggendo un duro colpo ai Democratici e segnalando che il Partito Repubblicano si sta dirigendo verso una posizione forte nelle elezioni suppletive del 2022.

L’incidente è stato riportato nelle note di Jennifer Candy, che è stata identificata come il capo del campus della Great Falls Library a Great Falls, in Virginia.

Alle 9:30 del giorno delle elezioni, Candy scrisse nei suoi appunti che “un elettore di 17 anni è venuto a votare” ma “deve avere 18 anni per votare oggi”. Candy scrive che gli è stato dato il record degli elettori ma “ha rifiutato”.

READ  Il programma self-service di Apple ti consente di riparare da solo iPhone e Mac

Alle 10:00, Candy scrive: “Lo stesso elettore diciassettenne … è tornato per chiedere una votazione”, dove Candy ha scritto il nome di Young. “Gli è stata data l’opportunità di registrarsi nuovamente. Ha rifiutato se non poteva votare oggi”, ha scritto.

Washington Post, che ha parlato per primo della storia, ha parlato con il presidente del campus, che ha detto al giornale che il figlio di Young poteva votare perché “anche l’amico diciassettenne poteva votare”.

Candy non ha ancora risposto al commento della CNN.

Commentando l’incidente, Devin O’Malley, portavoce della campagna di Young, ha dichiarato: “È un peccato che Glenn stia cercando di unire il Commonwealth attorno al suo messaggio positivo su scuole migliori, strade più sicure, costi della vita più bassi e più posti di lavoro. I partiti di opposizione hanno dichiarato che non si presenteranno alle elezioni suppletive.

L’incidente arriva in un momento in cui i repubblicani di tutto il paese, provocati dall’ex presidente Donald Trump, stanno facendo affermazioni infondate su voti fraudolenti ed elezioni truccate.

Quando Young ha iniziato la sua corsa a febbraio, ha fatto dell'”onestà elettorale” il fulcro della sua campagna. Una volta che ha vinto la candidatura, ha cercato di camminare bene sulla questione, chiedendo un audit delle macchine per il voto utilizzate nella sconfitta di 10 punti del presidente Joe Biden per Trump, pur riconoscendo che la vittoria di Biden era sistematica.

“Penso che dobbiamo assicurarci che le persone si fidino di queste macchine per il voto”, ha detto in ottobre. Pertanto, verificheremo le macchine di registrazione e le pubblicheremo affinché tutti possano vederle”, ha detto, ignorando il fatto che la Commissione elettorale statale aveva già condotto una verifica elettorale e pubblicato i risultati.

READ  Perché è così difficile creare apparecchi acustici a prezzi accessibili

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori rapporti.