Febbraio 3, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il presidente del Perù esorta il Congresso a spingere per le elezioni tra proteste mortali

Lima, dic. 17 (Reuters) – La presidente peruviana Tina Polvard, che ha detto che guiderà un governo ad interim, ha esortato il Congresso del paese ad approvare sabato un piano per indire le elezioni generali in una conferenza stampa dal palazzo presidenziale.

Poluarte, ex vicepresidente del Perù, ha prestato giuramento come presidente all’inizio di questo mese dopo che l’allora presidente di sinistra Pedro Castillo è stato arrestato per aver tentato illegalmente di sciogliere il Congresso.

Da allora, le proteste sono scoppiate in tutto il paese, uccidendo almeno 17 persone. Secondo i funzionari, altre cinque persone sono morte a causa degli effetti indiretti della protesta.

Sabato Polwart ha affrontato i manifestanti che gli chiedevano di dimettersi, dicendo che “non risolve il problema” e che aveva fatto la sua parte inviando il disegno di legge al Congresso.

Venerdì, il Congresso del Perù ha respinto una proposta di riforma costituzionale per spostare le elezioni al dicembre 2023. Alcuni membri del Congresso hanno invitato il legislatore a riconsiderare il piano.

“Chiedo che il voto per portare le elezioni sia riconsiderato”, ha detto Polwart, criticando i membri del Congresso che in precedenza si erano astenuti dal voto.

Ha anche respinto le richieste di un’Assemblea costituente, dicendo che “non era il momento”. Alcuni leader di sinistra hanno chiesto all’assemblea di riscrivere la costituzione del Perù del 1993 per aumentare il ruolo dello stato nell’economia.

Dopo le dimissioni del ministro dell’Istruzione e del ministro della Cultura venerdì, Pollarde ha detto che ci saranno rimpasti nel suo governo nei prossimi giorni.

READ  Il campione mostra che gli oceani globali sono a rischio di estinzione di massa a causa del riscaldamento

“Avremo un rimpasto del gabinetto per nominare ministri informati in ogni dipartimento”, ha detto.

Le partenze del gabinetto di venerdì sollevano interrogativi sulla longevità del governo di Polwart, che è stato scosso dalle turbolenze politiche.

Il sistema di trasporto del Perù è paralizzato, aeroporti chiusi e autostrade bloccate dall’arresto dell’ex presidente Castillo, che è in custodia cautelare con l’accusa di ribellione e cospirazione.

Mercoledì scorso, il governo di Polwart ha dichiarato lo stato di emergenza, conferendo poteri speciali alla polizia e diritti dei cittadini, compreso il diritto di riunirsi.

I manifestanti hanno anche bloccato i confini del Perù, bloccando i turisti e soffocando il commercio.

“Dobbiamo chiudere immediatamente il Congresso; vogliamo le dimissioni di Tina Polwart”, ha detto a Reuters il manifestante Rene Mendoza al confine con la Bolivia. “Oggi il popolo del Perù è in lutto… L’intero Perù è in protesta”.

Il capo delle forze armate del Perù Manuel Gomez si è scagliato contro i manifestanti durante una conferenza stampa. “Questi cattivi stanno passando da atti di violenza ad atti di terrorismo”.

Sabato scorso, la polizia ha fatto irruzione nella sede di un partito di sinistra e di un gruppo agricolo nella capitale Lima perché sospettata di proteggere tali attori “violenti”, hanno detto gli agenti.

I politici di sinistra hanno respinto questi esperimenti. Un parlamentare, Sigrid Basan, che ha visitato un sito, ha dichiarato: “La legge di emergenza viene utilizzata per pratiche scorrette.

Relazione di Marco Aquino e Kylie Madry; Segnalazione aggiuntiva da Monica Machigao; Montaggio di Chisu Nomiyama, Diane Croft e Jonathan Otis

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Juicy Smolett è stata condannata a 150 giorni di carcere