Maggio 26, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il proprietario “A” Fisher dice che la richiesta di trasferimento a Las Vegas è stata fatta e punta il dito contro Oakland.

Il proprietario “A” Fisher dice che la richiesta di trasferimento a Las Vegas è stata fatta e punta il dito contro Oakland.

Tim KeonScrittore senior per ESPN24 agosto 2023 alle 22:55 ET4 minuti per leggere

Zack Gelof mette la A in vantaggio con un socket da due round

Zach Geloff ha segnato un fuoricampo di due punti portando gli Athletics in vantaggio per 7–5.

IL Gli Oakland Athletics hanno presentato la loro domanda per passare alla Major League Baseball, ha detto giovedì a ESPN il proprietario John Fisher, avvicinando la squadra a un futuro a Las Vegas. Il destino della squadra è ora nelle mani dei proprietari della MLB.

Il comitato di trasferimento di tre uomini della MLB, composto dal CEO di Kansas City Royals John Sherman, dal CEO di Philadelphia Phillies John Middleton e dal presidente di Milwaukee Brewers Mark Attanasio, esaminerà la richiesta e formulerà una raccomandazione al commissario Rob Manfred e al comitato esecutivo della MLB composto da otto uomini. L’approvazione finale richiede il voto di tre quarti dei 30 proprietari della squadra. Non è stata fissata alcuna data per la votazione.

Fisher, nella sua prima intervista nazionale dall’acquisto degli A’s nel 2005, ha attribuito la decisione di spostare la franchigia a una serie di fattori: in primo luogo, l’incapacità della città di Oakland di mantenere la promessa di fornire finanziamenti pubblici per l’outfield. Infrastruttura presso Howard Terminal, uno sviluppo immobiliare/stadio di calcio da 12 miliardi di dollari di 55 acri sul lungomare.

“Alla fine, abbiamo concluso che la città non ha raccolto fondi sufficienti per coprire gli impegni presi”, ha detto Fisher. “Un anno e mezzo fa avevamo anche una scadenza imposta dal contratto collettivo, che imponeva alla prima squadra di stipulare un accordo vincolante per un nuovo stadio entro gennaio 2024, altrimenti avremmo perso la condivisione delle entrate, il che sarebbe enormemente dannoso per il club” organizzato.”

Un portavoce del sindaco di Oakland Sheng Thao ha risposto giovedì sera alle affermazioni di Fisher, dicendo che la città aveva raccolto 475 milioni di dollari e mancavano solo 101 milioni di dollari al raggiungimento del suo obiettivo. Inoltre, è prevista l’erogazione di due sovvenzioni per un totale di altri 65 milioni di dollari il mese prossimo, portando la città a meno di 36 milioni di dollari dalla sua quota.

Il contratto di locazione della squadra per l’Oakland Coliseum, sede della squadra dal 1968, scade dopo la prossima stagione e lo stadio di Las Vegas non aprirà prima del 2028. Non è sicuro dove giocherà la squadra nel frattempo, ha detto Fisher, aggiungendo che sarebbe disposto a estendere il contratto di locazione del Colosseo.

Gli A hanno gli stipendi più bassi nel baseball e non hanno firmato un free agent degno di nota durante i 18 anni di mandato di Fisher. Sono nel bel mezzo di una delle peggiori stagioni nella storia della Major League, andando 37-91. Dopo aver vinto 97 partite nel 2021, gli A’s hanno demolito una giovane squadra promettente, scambiando gli All-Stars Matt Olson, Shaun Murphy e Matt Chapman prima dell’inizio della stagione 2022.

Ciò cambierà una volta che la squadra si trasferirà a Las Vegas, ha promesso Fisher, citando la proposta di finanziamento privato di 1,5 miliardi di dollari per uno stadio da 33.000 posti su nove acri sulla Strip.

“Non avremmo fatto questo tipo di investimento se non avessimo pianificato di mettere in campo una squadra che potesse vincere una World Series”, ha detto Fisher. “Comprendiamo che Vegas vuole un vincitore ed esige un vincitore.”

Fisher e Low Wolf hanno acquistato il marchio A nel 2005 per 180 milioni di dollari. Forbes stima il valore attuale della squadra a 1,2 miliardi di dollari. Giovedì, Fisher ha ripetuto al Las Vegas Review-Journal un’affermazione fatta all’inizio della settimana, secondo cui gli A’s hanno perso 40 milioni di dollari solo nell’ultimo anno. Date le fonti di reddito disponibili, in particolare i diritti dei media locali e nazionali, questa cifra ha sollevato le sopracciglia tra gli economisti dello sport.

“Sono io quello che firma gli assegni, quindi credo di sapere quanto costano le cose”, ha detto Fisher.

Fisher è stato il bersaglio dei fan arrabbiati di Oakland da quando il piano di Las Vegas è stato annunciato ad aprile. Maglie verdi con la scritta “SELL” scritta in bianco sul petto appaiono ad ogni partita, così come i canti che chiedono a Fisher di vendere la squadra.

Quando gli è stato chiesto cosa pensasse delle proteste, Fischer ha detto: “La prendo sul personale, come dovrei. È una mia decisione spostare la squadra. È stata una mia decisione. Quindi capisco e apprezzo il modo in cui i tifosi si sentono riguardo a quella decisione”.

READ  Red Demers lancia gli angeli innocui, Anthony Rendon spacca Homer facile