Aprile 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Israele Gaza: l’ONU avverte che l’attacco a Rafah potrebbe portare a un “massacro”

Israele Gaza: l’ONU avverte che l’attacco a Rafah potrebbe portare a un “massacro”

Fonte immagine, Immagini Getty

Commenta la foto,

La popolazione di Rafah aumentò da 250.000 a 1,5 milioni di persone mentre i palestinesi fuggivano nella città situata nell'estremo sud della Striscia.

Un alto funzionario delle Nazioni Unite ha avvertito che l'attacco israeliano alla città di Rafah, la città più meridionale della Striscia di Gaza, potrebbe portare a un “massacro”.

Il coordinatore umanitario Martin Griffiths ha affermato che i palestinesi di Gaza stanno già soffrendo “un attacco senza precedenti per intensità, brutalità e portata”.

Ha aggiunto che le conseguenze dell’invasione di Rafah sarebbero “catastrofiche”.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu si è impegnato a sconfiggere i militanti di Hamas che, secondo lui, si nascondono in città.

In una dichiarazione insolitamente forte, Griffiths ha affermato che più di un milione di persone erano “stipate a Rafah, guardando la morte in faccia”. Ha aggiunto che i civili in città hanno poco cibo e medicine e “non c'è posto sicuro dove andare”.

Ha aggiunto che l'invasione israeliana della città “lascerà la già fragile operazione umanitaria sull'orlo della morte”.

Un portavoce del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha dichiarato alla BBC NewsHour che le Nazioni Unite non hanno ricevuto alcun piano per evacuare Rafah da Israele e non parteciperanno ad alcuna evacuazione forzata.

Stephane Dujarric ha dichiarato: “Le Nazioni Unite non parteciperanno ad alcuno spostamento forzato di persone”.

Rafah è una piccola città nel sud della Striscia di Gaza, al confine con l'Egitto. Prima della guerra era abitato da circa 250.000 persone, ma da quando Israele ha ordinato ai civili di evacuare il sud, la sua popolazione è cresciuta fino a raggiungere circa 1,5 milioni di persone.

Molti vivono in tende in condizioni disperate e dicono di non avere nessun posto dove andare.

Rafah è stata colpita da intensi attacchi aerei israeliani negli ultimi giorni, uccidendo lunedì almeno 67 persone, secondo il Ministero della Sanità gestito da Hamas.

Spiegazione video,

Guarda: In che modo Rafah è diventata la casa di 1,5 milioni di palestinesi?

Griffiths ha anche affermato che gli operatori umanitari che lavorano a Gaza sono stati “colpiti da colpi di arma da fuoco, tenuti sotto tiro, attaccati e uccisi” a causa del crollo della legge e dell’ordine.

Alti funzionari di Stati Uniti, Israele, Egitto e Qatar si sono incontrati martedì, mentre aumentavano le pressioni su Israele da parte della comunità internazionale affinché non invadesse Rafah.

Guterres ha espresso la speranza che i colloqui riescano ad evitare un attacco israeliano alla città.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha avvertito Israele della necessità di proteggere i civili. Il ministro degli Esteri britannico David Cameron ha invitato Israele a “fermarsi e pensare seriamente” prima di attaccare Rafah.

Almeno 1.200 persone sono state uccise durante gli attacchi dei militanti guidati da Hamas in Israele il 7 ottobre dello scorso anno.

In risposta, Israele ha lanciato una campagna militare nella Striscia di Gaza. Secondo il Ministero della Sanità diretto da Hamas, più di 28.400 palestinesi, la maggior parte dei quali donne e bambini, sono stati uccisi e più di 68.000 feriti dall’inizio della guerra.

READ  La forza mercenaria russa Wagner apre il suo primo quartier generale ufficiale | notizie di guerra tra Russia e Ucraina