Giugno 17, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Johnny Depp risponde al contraccolpo a Cannes

Johnny Depp risponde al contraccolpo a Cannes

Cannes, Francia – All’inizio ci si chiedeva se il tempo stesse per scadere.

A venti minuti dall’inizio della conferenza stampa del Festival di Cannes per “Jeanne du Barry” che avrebbe dovuto iniziare mercoledì, né l’attrice e regista, Maïwenn, né il suo attore protagonista, Johnny Depp, si sono presentati.

Speravano di evitare domande? Per Maïwenn, che è stata accusata di aver sputato addosso a un giornalista a febbraio, e Depp, che ha recentemente vinto una causa per diffamazione contro la sua ex moglie Amber Heard dopo aver avanzato accuse di abusi fisici e sessuali, le indagini sui loro scandali personali potrebbero mettere in ombra tutti i discorsi il film che avrebbe dovuto promuovere per lui. I due erano presenti la sera prima quando “Jeanne du Barry” ha aperto il festival, ma le anteprime di Cannes sono famose e si concludono con una standing ovation. Incontrare la stampa sarebbe una questione completamente diversa.

Depp, che non recitava in un grande film di Hollywood da cinque anni, aveva già perso il suo servizio fotografico mattutino per “Jeanne du Barry”, un dramma in lingua francese in cui interpreta Luigi XV accanto alla cortigiana titolare Maïwenn. Maïwenn ha dovuto sopportare questo appuntamento da sola, e 25 minuti dopo l’inizio della conferenza stampa di “Jeanne du Barry”, Maïwenn è entrata nella sala stampa con il suo protagonista che non si trovava da nessuna parte.

In un primo momento, ha affrontato la sua assenza, rivelando che inizialmente aveva offerto il ruolo di Depp a diversi attori francesi che erano passati. Alla fine, ha contattato Depp, ragionando sul fatto che la sua sessualità fosse meno importante dei suoi altri interessi: “Volevo sentirmi fortemente con l’attore, soprattutto perché l’avrei abbracciato e baciato più tardi”.

READ  Un nuovo film con Brad Pitt e George Clooney riunisce nuovamente gli attori

Le domande su Maïwenn sono state per lo più ridotte al minimo, nessuna riguardante il suo incontro con il giornalista francese Edwy Plenel, che ha detto che Maïwenn gli ha sputato addosso in un ristorante di Parigi – cosa che ha più o meno confermato – perché stava indagando su molteplici accuse di sesso. Il regista incriminato Luc Besson, che ha avuto un figlio con Maïwenn quando lei aveva solo 16 anni (Besson ha negato le accuse di nove donne e le autorità francesi hanno affermato che dopo un’indagine, il regista non sarebbe stato accusato. Se non altro, è stato un promemoria che ogni personaggio principale Quasi tutta l’industria cinematografica francese ha un bel po’ di “controversia” su Wikipedia.)

Ma è stato tutto solo un riscaldamento per Depp, che è entrato con 42 minuti di ritardo davanti a mormorii diffusi da parte dei giornalisti, poi è salito sul podio per baciare Maïwenn sulla testa.

Depp, che ha parlato per lo più con vaghe metafore, inizialmente ha discusso dei requisiti di lingua francese per il ruolo, ma presto gli è stato chiesto se pensava che Hollywood lo avesse già boicottato. Si è ripreso dal franchise di “Animali fantastici”. Nel 2020, le sue battaglie legali con Heard hanno iniziato a scaldarsi.

“Certo, se ti viene chiesto di lasciare un film che stai facendo perché qualcosa è solo un mucchio di vocali e consonanti che fluttuano nell’aria, sì, ti senti interrotto”, ha detto Depp. “Mi sento boicottato ora? Niente affatto. Ma non mi sento boicottato da Hollywood perché non ci penso. Non ho altro bisogno di Hollywood.”

READ  Halsey e Suga dei BTS rinnovano "Lilith (Diablo IV Anthem)" - Rolling Stone

Il 59enne Depp ha continuato: “È un momento molto strano e divertente in cui tutti vorrebbero essere se stessi ma non possono. Deve andare d’accordo con la persona che hanno di fronte. Se vuoi vivere quella vita, Ti auguro il meglio. Sarò dall’altra parte.” Da qualche parte “.

La presenza di Depp al festival ha suscitato molte polemiche e, sebbene sia stato accolto alla premiere di “Jeanne du Barry”, lettera aperta In Liberation, firmato da più di 100 attori, il festival è stato criticato per aver consentito la partecipazione. Quella lettera faceva seguito a una feroce lettera aperta che aveva pubblicato Adele Hanelprotagonista di Portrait of a Lady on Fire, che ha annunciato il suo ritiro dall’industria cinematografica francese a causa della sua “pubblica compiacenza nei confronti dei delinquenti sessuali”.

Ricordando che ci sono persone che pensano che non sarebbe dovuto venire a Cannes, Depp lancia una metafora sull’essere stato bandito da McDonald’s, poi immagina i suoi critici come “39 persone arrabbiate che mi guardano mentre mangio un Big Mac in una puntata. Chi sono “Perché importa? Una specie o una torre.” Di purè di patate, coperto dalla luce di uno schermo di computer, senza volto, apparentemente con molto tempo libero. Non credo di essere io quello che dovrebbe preoccuparsi.

Gli sforzi per reindirizzare la conversazione su “Jean du Barry” sono stati per lo più poco convinti: Dipp ha continuato a scagliarsi contro i media e i suoi critici, insistendo: “Negli ultimi cinque o sei anni per me, la maggior parte di ciò che ho leggere è finzione scritta in modo orribile.” Ma quando gli è stato chiesto se pensava che il film potesse portare a una ripresa della carriera, Depp è stato disinvolto.

READ  Mi sentivo un perdente - Varietà

“Mi chiedo ancora quale sia la parola ‘ritorno'”, ha detto. “Non sono andato da nessuna parte. In effetti, vivo a circa 45 minuti di distanza. Le persone probabilmente hanno smesso di gridare qualunque cosa avessero paura in quel momento. Ma non sono andato da nessuna parte. Mi stavo sedendo.”