Luglio 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Camera ha votato per deferire al comitato etico la risoluzione di espulsione di Jorge Santos

Il caucus della Camera ha votato mercoledì per deferire una risoluzione per espellere il rappresentante Jorge Santos (RNY) al comitato etico.

Una risoluzione per espellere il nuovo legislatore è stata presentata martedì dal deputato Robert Garcia (D-Calif.). Poiché Garcia l’ha presentata come mozione privilegiata, secondo le regole della Camera, i repubblicani sono stati costretti a votarla, presentarla o inviarla a una commissione entro due giorni. Hanno scelto di deferirlo al Comitato Etico, che è stato criticato dai Democratici che volevano rapidamente che Santos fosse fuori dai loro incarichi.

Il voto finale sulla proposta di deferire la risoluzione al Comitato Etico è stato 221-204. Sette legislatori hanno votato no. La rappresentante Susan Wild (Pa.), la massima democratica nel comitato etico, e altri quattro democratici nel comitato hanno votato “assenti” sul disegno di legge, presieduto da Michael Guest (R-Miss.). Tutti i membri del GOP della commissione e della commissione hanno votato a favore dell’invio della risoluzione alla propria commissione.

Anche Santos ha votato per raccomandare la risoluzione.

La questione è ora nelle mani del Comitato etico della Camera, che ha indagato su Santos da marzo e sta esaminando le accuse sul nuovo membro del Congresso, comprese le sue passate pratiche commerciali, le spese per il finanziamento della campagna e le accuse di cattiva condotta sessuale.

Giorni dopo gli sforzi dei Democratici per estromettere Santos dal Congresso, i pubblici ministeri federali lo hanno accusato di 13 reati finanziari, tra cui la frode dei suoi donatori, l’utilizzo dei loro soldi per il suo vantaggio personale e la falsa richiesta di sussidi di disoccupazione.

In quel caso, Santos deve affrontare sette capi di imputazione per frode telematica, tre per riciclaggio di denaro, uno per furto di fondi pubblici e due per aver mentito alla Camera sulle forme finanziarie. Si è dichiarato colpevole di tutte le accuse il 10 maggio, ha negato illeciti penali e ha definito le indagini legali una “caccia alle streghe”.

READ  Intel lancerà Meteor Lake il 14 dicembre, il fiore all'occhiello ultra di Intel

Mercoledì mattina, Garcia ha descritto gli sforzi del presidente della Camera Kevin McCarthy (R-Calif.) per “salvare” la sua mozione al comitato etico, che sta già indagando su Santos. In una conferenza stampa in Campidoglio, Garcia ha elencato diverse bugie di Santos e ha esortato il Congresso a espellere rapidamente il nuovo legislatore, che ha descritto come “una vergogna per la Camera e il Paese”.

“Ogni repubblicano deve alzarsi in piedi e unirsi a noi nella difesa di questo corpo e nell’espulsione di Jorge Santos”, ha detto.

Parlando ai giornalisti mentre lasciava il Campidoglio dopo il voto, Santos ha ringraziato la leadership repubblicana per aver spinto il voto per inviare la mozione al comitato etico.

“In questo paese, tutti sono innocenti fino a prova contraria”, ha detto Santos. “Non puoi essere giudice, giuria e carnefice. Ho il diritto di difendermi – un diritto costituzionale – e lo farò.

Se il comitato etico trova motivo di licenziarlo, “questo è il processo”, ha detto Santos.

Il rappresentante Jorge Santos si è dichiarato non colpevole di 13 reati finanziari

A marzo il comitato etico Votato Creare un sottocomitato bipartisan per indagare sulle affermazioni su Santos.

Nel suo rapporto di marzo, il comitato etico lo ha affermato Lavoro Santos, 34 anni, “potrebbe essersi impegnato in attività illegali in relazione alla sua campagna congressuale del 2022; non ha divulgato correttamente le informazioni richieste nei documenti del Congresso; ha violato le leggi federali sul conflitto di interessi riguardo al suo ruolo in una società di servizi fiduciari; e/o ha molestato sessualmente un in cerca di lavoro nel suo ufficio congressuale.” Fidanzato.

READ  ChatGPT arriva sugli auricolari di Nothing

Martedì, McCarthy ha respinto gli sforzi dei Democratici per rimuovere Santos dalla camera, dicendo ai giornalisti che la questione dovrebbe essere gestita da un comitato etico bipartisan.

“Penso che queste accuse siano molto serie”, ma “devi passare attraverso il processo”, ha detto McCarthy martedì a Washington. “Non voglio aspettare che i tribunali agiscano” e il comitato etico può agire “più velocemente” dei tribunali, ha affermato.

Diversi repubblicani della Camera, che mercoledì hanno chiesto le dimissioni di Santos, hanno dichiarato prima del voto di sostenere l’invio del caso a una commissione.

Il rappresentante Michael Lawler (RN.Y.) ha dichiarato in una dichiarazione questo mese che Santos ha “perso la fiducia e il sostegno del suo partito” e “dovrebbe dimettersi”, accusando i democratici di fare politica spingendo invece per un voto di espulsione. Consentire a Santos di occuparsi del comitato etico. Ha detto di essere fiducioso nella capacità del comitato di “prendere una rapida decisione in merito con soddisfazione dell’intero corpo del Congresso”.

“Mai prima d’ora un membro del Congresso, di qualsiasi partito, è stato rimosso senza una condanna penale o un rinvio – motivo per cui sostengo lo sforzo di deferire la questione dell’espulsione di George Santos al Comitato etico”, ha affermato in una nota. “Se i democratici fossero seriamente intenzionati a estrometterlo, lavorerebbero con noi per ottenere un rapporto e una raccomandazione dal comitato etico, piuttosto che offrire una risoluzione politica che non ha alcuna possibilità di passare alla Camera”.

E il rappresentante Brandon Williams (RN.Y.) ha dichiarato mercoledì in una dichiarazione che sta incoraggiando attivamente la leadership del GOP e il GOP della contea di Nassau a “trovare e ritirare immediatamente il sostituto di George”.

“I giorni di George sono contati alla Camera”, disse William.

Un altro rappresentante repubblicano di New York. Nick Lalotta è rimasto deluso dal fatto che i suoi colleghi della Camera non fossero pronti a estromettere immediatamente Santos.

READ  La Russia colpisce Kiev e altre città ucraine con attacchi aerei notturni

“Anche se vorrei che ci fossero abbastanza voti per estromettere questo artista della frode antisociale, il membro del Congresso D’Esposito ha presentato la prossima migliore opzione: ci aspettiamo una decisione entro 60 giorni per inviare la questione al comitato etico e lasciar passare i terribili bugiardi dimissioni o espulsione prima della pausa di agosto”, ha dichiarato LaLotta dopo il voto.

Gli elettori del terzo distretto congressuale di New York hanno continuato a chiedere le dimissioni del deputato Jorge Santos (destra) il 10 maggio mentre deve affrontare 13 accuse. (Video: Joyce Co/The Washington Post)

Mentre McCarthy e altri repubblicani della Camera hanno sostenuto che il comitato etico potrebbe muoversi rapidamente sull’indagine di Santos, un recente precedente mostra che potrebbe non essere così.

In recenti casi in cui un membro della Camera è stato oggetto di un’accusa penale, il Dipartimento di Giustizia ha chiesto la sospensione delle indagini di un membro del Comitato Etico.

Gli esempi includono le indagini del Comitato etico sull’ex deputato Jeff Fortenberry (R-Neb.), che si è dimesso l’anno scorso dopo che si è scoperto che aveva mentito all’FBI; Chris Collins (RN.Y.), condannato nel 2020 a 26 mesi di carcere per aver partecipato a uno schema di insider trading e aver mentito all’FBI; e Corrine Brown (D-Fla.), condannata a cinque anni di carcere nel 2017 per frode.

In tutti questi casi, la magistratura chiese Comitato etico Fare “Metti da parte per considerazioneQuestioni relative all’allora legislatore.

Parlando ai giornalisti fuori dal Campidoglio pochi minuti prima del voto, Garcia ha affermato che i Democratici continueranno a spingere per espellere Santos dalla Camera. [Republicans are] Proverò questo trucco.

Ha detto che non dovrebbe essere al Congresso.

Azi Paybarah, Camila DeChalus e Marianna Sotomayor hanno contribuito a questo rapporto.