Febbraio 27, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La moglie di Nick Saban rivela la scelta che ha dovuto affrontare dopo aver perso il Rose Bowl

La moglie di Nick Saban rivela la scelta che ha dovuto affrontare dopo aver perso il Rose Bowl

Lui gioca

Pasadena, California. – Non c'è stata alcuna parola ufficiale sul fatto che Nick Saban tornerà come allenatore di football dell'Alabama dopo che la sua squadra ha perso contro il Michigan, 27-20, ai supplementari lunedì al Rose Bowl.

Ma Terri Saban, la moglie dell'allenatore 72enne, ha rivelato i piani più urgenti del marito: guardare un film su Netflix invece di guardare il Texas giocare contro Washington nella seconda semifinale dei College Football Playoff più tardi quella notte.

Terry Saban ha salutato suo marito con un abbraccio e qualche pacca sulla spalla dopo aver terminato la conferenza stampa post partita. Hanno parlato troppo piano per essere ascoltati, ma Terry Saban ha detto a USA TODAY Sports che ecco come è andata la loro conversazione:

Terry Saban: “Vorresti guardare un'altra partita di calcio?”

Nick Saban: “Non proprio.”

Terry Saban: “Va bene, guardiamo Netflix.”

Terri Saban ha spiegato che lei e Nick stavano guardando un film sugli alieni. “È un film turco o qualcosa del genere”, ha detto, aggiungendo che dover leggere i sottotitoli sarebbe stato utile per suo marito.

“Ti distrae completamente dalla sconfitta”, ha detto.

Ha parlato con USA TODAY Sports mentre si trovava con un piccolo gruppo di persone vicino alla grande tenda dove Nick Saban ha condotto la sua intervista post partita. Non ha parlato dei suoi piani per la prossima stagione.

Quando USA TODAY Sports ha chiesto a Terry Saban se suo marito avrebbe continuato ad allenare, una giovane donna lo ha interrotto.

READ  I Vikings concordano con il Tight End TJ Hockenson un prolungamento del contratto

“Non stiamo rispondendo a domande come questa al momento”, ha detto.

Quando le è stato chiesto se suo marito stava bene dopo la perdita, Terry ha detto: “Dopo 52 anni di lavoro, ci siamo già passati, giusto? E sta cercando di trovare il lato positivo per insegnare ad altri giocatori la prossima volta”.

Cosa ha detto Saban riguardo all'ultima chiamata di gioco?

Nick Saban ha notato che l'ultima chiamata di gioco della stagione dell'Alabama è arrivata dal suo coordinatore offensivo del primo anno, Tommy Reese. Non diventerà mai uno dei favoriti nella storia del calcio dell'Alabama.

Con l'Alabama che affrontava il quarto e il gol sulla linea delle 3 yard del Michigan ai tempi supplementari, il quarterback Jalen Milroe ha preso lo snap e ha corso al centro. Ha ottenuto un metro prima che i difensori del Michigan effettuassero il contrasto e finissero la partita.

Il Michigan ha chiamato timeout e poi l'Alabama ha chiamato prima di eseguire lo spettacolo.

“Abbiamo chiamato tre spettacoli”, ha detto Saban. “Uno l'abbiamo chiamato 'timeout', l'altro l'abbiamo chiamato 'timeout', e l'altro non ce l'ha fatta. Il fatto che non ce l'abbia fatta ha reso la decisione davvero sbagliata. Capisci cosa intendo?

“Ma abbiamo chiamato un timeout perché avevamo un brutto aspetto. Abbiamo visto bene il primo. Devono averlo saputo.”

Indipendentemente da ciò, secondo Saban Reese voleva la palla nelle mani di Milroe.

“… Tommy sentiva che la cosa migliore che potevamo fare era giocare al centro, che era una specie di nostro gioco da due punti, uno dei nostri giochi da due punti in questo gioco”, ha detto.

READ  Il basket maschile USA giocherà le amichevoli per i Mondiali di Abu Dhabi

Qual è il problema con i colpi sbagliati?

Milroe e il centro Seth McLaughlin hanno avuto quasi quattro mesi per risolvere i problemi che hanno avuto dall'inizio della stagione. Senza fortuna.

Con Milroe che operava principalmente al di fuori della formazione del fucile, McCloughin ha sparato diversi colpi fuori bersaglio.

Due delle giocate consecutive sono avvenute all'inizio del terzo quarto, la seconda si è conclusa con un licenziamento e una perdita di 6 yard.

Quando è stato chiesto dopo la partita su questo problema, Milroe ha detto: “Il quarterback e il quarterback devono avere un ottimo rapporto ed è qualcosa che abbiamo cercato di costruire durante l'intera stagione. Ci sono molte cose di cui io e Seth abbiamo parlato in a questo proposito. È qualcosa di cui parliamo.”

McLaughlin, un senior, è diventato il centro titolare della squadra a metà della stagione 2022.

Saban è entusiasta della svolta della squadra

Sì, Saban ha ammesso di essere rimasto deluso dalla sconfitta.

“Ma l'unica cosa che ho detto loro nello spogliatoio dopo la partita è che questa è una delle stagioni più incredibili nella storia del calcio dell'Alabama in termini di provenienza di questa squadra, cosa è stata in grado di realizzare e cosa sono stati in grado di fare, è vincere un campionato SEC”, ha detto. E sono davvero, davvero orgoglioso di questo gruppo.

La stagione dell'Alabama sembrava pronta a svelarsi dopo una sconfitta per 34-24 contro il Texas nella seconda settimana della stagione e una poco entusiasmante vittoria per 21-7 sulla Florida del sud nella terza settimana della stagione. Ma il Crimson Tide ha dato una svolta alla sua stagione con una serie di 11 vittorie consecutive culminate nella vittoria sulla Georgia nella partita del campionato SEC.

READ  Storia dei Tar Heels contro le squadre Big Ten

“Come allenatore, cerchi sempre di far migliorare la tua squadra e di essere il migliore possibile, e penso che questa squadra probabilmente sia migliorata dalla partita del sud della Florida e da quella del Texas all'inizio della stagione tanto quanto qualsiasi altra squadra . Ho già allenato, “ha detto Saban.

“Ci vuole tanto duro lavoro. Molte persone sono molto impegnate a fare le cose di cui hanno bisogno per autovalutarsi e migliorare il proprio livello di gioco, e tutti questi giocatori sono entrati in questa squadra e lo hanno fatto per la prima volta. -modo di classe.”

“Per questo penso che per me come allenatore, e forse non per tutti, sia una delle squadre che ricorderò sempre di più e di cui sarò sempre più fiero”.