Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La NASA rileva splendide “fiamme” rosa che emergono da dietro un'eclissi solare totale: cosa sono?

La NASA rileva splendide “fiamme” rosa che emergono da dietro un'eclissi solare totale: cosa sono?

Un fotografo della NASA ha catturato immagini straordinarie che sembrano mostrare maestose fiamme rosa-fucsia che esplodono da dietro l’eclissi solare.

Lo snapper Keegan Barber ha catturato l'eclissi totale mentre la luna oscurava il sole e faceva precipitare Dallas, in Texas, nell'oscurità l'8 aprile 2024.

Le immagini mostrano enormi torri rosa di plasma che pulsano dalla superficie del Sole nella sua seconda atmosfera, la cromosfera, e nella corona solare esterna.

Queste fiamme rosa delle dimensioni di un pianeta sono chiamate “protuberanze solari” – anelli di plasma ancorato o gas surriscaldato caricato elettricamente – che possono persistere per mesi alla volta sulla superficie del Sole.

Entrambi i deboli strati esterni del Sole, l'atmosfera e la corona, dove scorrono queste protuberanze solari, sono solitamente soffocati dalla piena forza della luminosità del Sole, ma erano visibili sia agli astronomi professionisti che a quelli dilettanti durante l'eclissi della scorsa settimana.

Il fotografo della NASA Keegan Barber ha catturato diverse “anomalie solari” rosa brillante durante l'eclissi mentre il sole era sospeso a circa 93 milioni di miglia sopra Dallas, in Texas, l'8 aprile 2024 (sopra).

Una protuberanza solare differisce da un brillamento in quanto anelli fissati di plasma, o gas elettricamente carico, possono persistere per mesi sulla superficie del Sole

Una protuberanza solare differisce da un brillamento in quanto anelli fissati di plasma, o gas elettricamente carico, possono persistere per mesi sulla superficie del Sole

Anche le protuberanze solari sono massicce e possono essere dieci volte il diametro della Terra o più

Anche le protuberanze solari sono massicce e possono essere dieci volte il diametro della Terra o più

Barber, che lavora anche come ricercatore di immagini alla NASA, è stato in grado di catturare diversi scatti ad alta risoluzione dell'aspetto del sole, che era straordinariamente visibile grazie alla luna, che oscurava tutto tranne la corona bianca del sole e la cromosfera rosa.

READ  Lo studio suggerisce che la guerra era responsabile dei cicli di boom-bust delle società neolitiche

Ma anche gli spettatori occasionali che guardano l'eclissi in sicurezza da dietro gli occhiali e filmano l'evento con niente di più privato della fotocamera di un telefono possono intravedere le costellazioni rosa-rosse.

“Non so cosa siano in realtà queste cose rosse, ma erano visibili a occhio nudo”, ha scritto sulla pagina un utente di Reddit r/spazio subreddit, “E appaiono molto chiaramente sulla fotocamera.”

Le protuberanze solari derivano il loro colore rosa-rossastro dalla trasformazione dell'idrogeno gassoso nel Sole in plasma, perché l'idrogeno elementare emette una luce rossastra quando riscaldato ad alte temperature.

È noto da tempo che il riscaldamento di diversi elementi chimici produce colori specifici, un fatto scientifico utilizzato nell'industria dei fuochi d'artificio, infatti:

Ad esempio, il rame metallico nei fuochi d'artificio emette bagliori di luce blu, mentre il bario è noto per produrre colori verde brillante e il sodio esplode in giallo brillante.

Un ricercatore di immagini della NASA ha catturato diversi scatti ad alta risoluzione di queste protuberanze solari, che erano straordinariamente visibili grazie alla Luna, che oscurava tutto tranne la corona bianca del Sole e la sua atmosfera rosa-rossastra.

Un ricercatore di immagini della NASA ha catturato diversi scatti ad alta risoluzione di queste protuberanze solari, che erano straordinariamente visibili grazie alla Luna, che oscurava tutto tranne la corona bianca del Sole e la sua atmosfera rosa-rossastra.

Un utente di Reddit ha effettuato alcuni calcoli, basandosi sul diametro del Sole, per scoprire che questa protuberanza solare è circa cinque volte la lunghezza della Terra.  E hanno detto:

Un utente di Reddit ha effettuato alcuni calcoli, basandosi sul diametro del Sole, per scoprire che questa protuberanza solare è circa cinque volte la lunghezza della Terra. “Questo rigonfiamento nella parte inferiore è lungo circa 17,5 pixel, ovvero alto 44.500 miglia”, hanno detto.

Le forme curve e appuntite di ciascuna sporgenza derivano dai campi magnetici che le circondano e che intrappolano al loro interno il flusso di plasma di idrogeno elettricamente carico, come il flusso di sfere metalliche in un tubo magnetico.

READ  La NASA lancia Capstone, il satellite cubo da 55 libbre sulla Luna

Nel corso del suo primo giorno di esistenza, l'eliopausa inizia come un anello più piccolo più vicino alla superficie del Sole, espandendosi o spiegandosi come un filo sciolto su un maglione, estendendosi ulteriormente nell'atmosfera superiore del Sole.

Una gigantesca reazione di fusione nucleare vincolata nello spazio dalla sua stessa gravità. Il Sole è costituito principalmente da plasma, un gas elettrizzato di elettroni e ioni.

Il flusso elettrificato di quel plasma, secondo gli astronomi, è ciò che porta ai potenti impulsi di ingrandimento che a volte emergono dal Sole.

Quando gli anelli magnetici vengono lanciati nello spazio, enormi flussi di plasma vengono attratti per riempirli, creando protuberanze che possono durare settimane o mesi.

Mentre gli archi luminosi di queste protuberanze solari spesso collassano, o “disperdono” gas attraverso le linee del loro campo magnetico verso il Sole, ci sono casi in cui diventano instabili e la loro energia viene rilasciata nello spazio.

“Al momento dell’eclissi, il Sole era vicino al massimo solare, un periodo di maggiore attività che si verifica circa ogni 11 anni quando il campo magnetico del Sole si inverte”, ha detto lo scrittore di geofisica della NASA. Lindsay Dorman Egli ha detto.

Ha osservato che “l’attività del sole è stata molto diversa durante l’eclissi solare totale del 2017”. “A quel tempo, si stava avvicinando al minimo solare.”

Le immagini scattate durante l’eclissi del 2017, durante un periodo di energia solare meno intensa e di attività solare durante questa bassa marea periodica, hanno mostrato meno entanglement e correnti più basse da esplosioni magnetiche e plasma proveniente dal Sole.

Dorman ha affermato che “esplosioni” come queste protuberanze solari sono state “limitate alla regione equatoriale del Sole” nel 2017.

READ  Bennu colpirà la Terra? Proiezione NASA, dimensioni, cosa sapere