Novembre 26, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Russia prende di mira i carri armati forniti dall’Occidente nel primo attacco aereo di Kiev in cinque settimane | Ucraina

La Russia ha lanciato attacchi aerei su Kiev per la prima volta in cinque settimane, distruggendo i carri armati occidentali. Vladimir PutinHa avvertito che più obiettivi sarebbero stati attaccati se la fornitura di armi fosse continuata.

Diverse esplosioni sono state udite domenica mattina presto intorno alla periferia orientale di Kiev di Tornitsky e Dniprovsky, ferendo una persona. Gli scioperi hanno rappresentato un cambiamento nella parte delle forze d’invasione.

Il ministero della Difesa russo afferma che i carri armati T-72 forniti dagli aggressori sono stati distrutti Ucraina Con i paesi europei che immagazzinano negli edifici dell’attività di riparazione auto, la domanda non può essere verificata immediatamente.

Il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko ha affermato che “una vittima è stata ricoverata in ospedale” in relazione all’incidente. Sergei Leshchenko, un membro del comitato di sorveglianza delle ferrovie ucraine, ha affermato che le sue strutture sono state attaccate.

I primi bombardamenti in qualsiasi parte della capitale dalla fine di aprile sembrano rappresentare un tentativo di colpire le linee di rifornimento a est di Kiev, dove entrambe le parti sono impegnate in una feroce battaglia per il controllo del Donbass.

Forse a significare un nuovo approccio, ha detto Putin alla televisione di stato Rossiya Russia Gli Stati Uniti raggiungeranno nuovi obiettivi in ​​Ucraina se consegneranno i razzi a lungo raggio che hanno promesso a Kiev la scorsa settimana.

Dati tali missili, Putin, che si ritiene sia strettamente coinvolto nel processo decisionale militare, ha detto: “Colpiremo obiettivi che non abbiamo ancora colpito”. Il leader russo non ha specificato cosa sarebbe stato attaccato, anche se i punti logistici sarebbero uno degli obiettivi più logici.

READ  Sabato 7 partita dei playoff della Stanley Cup 2022: gli Oilers avanzano al 2° round con vittorie di uragani e fulmini

La Russia è infastidita dalla decisione degli Stati Uniti di fornire all’Ucraina sistemi missilistici multimissili dotati di un camion Himars, con missili che possono viaggiare fino a 20-40 miglia, più di ogni altra cosa nell’arsenale di Kiev.

“Secondo me, questo trambusto ha un solo obiettivo: portare a termine quanto più conflitto armato possibile”, ha detto Putin in un’intervista televisiva.

L’Ucraina e l’Occidente sperano che i razzi impediscano alle forze russe di concentrarsi sul fronte per futuri attacchi, ma Putin ha affermato che non cambierà in modo significativo l’equilibrio militare.

“Comprendiamo questa presentazione [of advance rocket systems] Gli Stati Uniti e alcuni altri Paesi stanno cercando di sopperire alla perdita di equipaggiamento militare”, ha affermato Putin. “Allora è semplicemente venuto alla nostra attenzione. Non cambia nulla in sostanza. “

Secondo quanto riferito, la compagnia nucleare ucraina Energoatom si stava dirigendo verso la centrale nucleare di Pivdennoukrainsk nel sud del paese, intorno alle 5:30, verso Kiev.

Ha detto che il missile “volava troppo in basso” sulla base e che le forze russe “non avevano ancora capito che anche il più piccolo pezzo di missile che potrebbe colpire un’unità di forza lavoro potrebbe causare un disastro nucleare e una perdita di radiazioni”.

L’ultimo attacco a Kiev è stato il 28 aprile, quando un missile russo ha ucciso un produttore di Radio Free Europe / Radio Liberty finanziato dagli Stati Uniti. Da allora Mosca ha boicottato la capitale, cercando di cacciare l’Ucraina dal Donbass.

Della Gran Bretagna Lo ha detto il ministero della Difesa Le forze ucraine hanno contrattaccato a Siverodonetsk, nell’Ucraina orientale, dicendo che “le forze russe potrebbero smussare il ritmo delle operazioni che avevano guadagnato in precedenza”, ma non hanno valutato se la mossa avrebbe respinto gli invasori.

Iscriviti alla prima edizione della nostra newsletter giornaliera gratuita – BST ogni settimana alle 7:00

Sabato, Sergei Haidai, il governatore ucraino della provincia di Luhansk, ha detto che le sue truppe avevano riconquistato circa il 20% della città di Donbass, che era stata oggetto di bombardamenti e attacchi aerei russi per diversi giorni.

Haidoi ha ribadito questa affermazione domenica, aggiungendo che otto russi erano stati fatti prigionieri e che gli occupanti avevano “perso un gran numero del loro personale”. Il governatore ha detto che un quartier generale umanitario nella vicina Licensing è stato colpito da 30 bombe durante la notte.

Attacco di un documento della polizia ucraina a Lysyansk – Video

Le forze ucraine hanno “rallentato con successo le operazioni russe” nel Donbass e condotto “effettivi contrattacchi locali a Siverodonetsk”. Lo ha detto il War Research InstituteUn pensatore americano, dall’oggi al domani.

Il team di ricerca, che segue da vicino i combattimenti, ha affermato che la Russia “potrebbe ancora catturare Sivirodonetsk e Lyczynsk” e che “la sicurezza ucraina è forte in questo importante teatro”.

Il ministero della Difesa britannico ha affermato che la Russia fa affidamento sulle forze separatiste “scarsamente armate e addestrate” di Luhansk, una tattica precedentemente utilizzata dalle forze di Mosca in Siria. “Questo approccio sottolinea il desiderio di controllare le vittime causate dalle forze russe regolari”, ha aggiunto.

Un consigliere del presidente ucraino ha esortato i paesi europei a rispondere agli attacchi missilistici con “maggiori sanzioni e più armi” – e sembrava essere critico nei confronti del presidente francese Emmanuel Macron. Detto in un’intervista La Russia non dovrebbe essere insultata venerdì in Ucraina, quindi è finalmente possibile trovare una soluzione diplomatica.

Mykhailo Podolyak, consigliere del capo dell’ufficio presidenziale, ha twittato: “Quando qualcuno ti chiede di non insultare la Russia, il Cremlino cerca nuovi attacchi insidiosi. L’attacco missilistico di oggi ha un solo obiettivo: uccidere il maggior numero possibile di ucraini.