Maggio 21, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Agenzia spaziale europea incolpa un ugello corroso per il guasto del razzo Vega-C

L’Agenzia spaziale europea incolpa un ugello corroso per il guasto del razzo Vega-C

Un razzo Vega-C viene lanciato dalla base spaziale di Kourou, nella Guyana francese, il 20 dicembre 2022.
immagine: GM Guillon (AP)

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha annunciato i risultati di un’indagine durata mesi Il razzo Vega-C non si avvia A dicembre, hanno indicato un difetto in un componente del motore come colpevole di questa disastrosa anomalia.

IL La Commissione Investigativa Indipendente ha condiviso i risultati della sua indagine venerdì, rivelando che il motivo del fallimento della missione è stato il graduale deterioramento del cratere del secondo stadio di Vega-C, ESA ha scritto in un comunicato.

Vega-C è decollato il 20 dicembre 2022 da Kourou S.centro di velocità Nella Guyana francese trasporta i satelliti Neo 5 e Neo 6 di Airbus. Pleiadi Neo costellazione raffigurante la terra. Circa 2 minuti e 27 secondi dopo il lancio, il secondo stadio del razzo, denominato Zefiro 40, ha subito una depressurizzazione e la missione è terminata. Il razzo, sviluppato dall’Agenzia spaziale europea, costruito dall’italiana Avio e gestito da Arianespace, non è riuscito a raggiungere l’orbita e il suo carico utile è stato distrutto.

Secondo i risultati dell’indagine, il foro della gola dell’ugello dello Zefiro 40, la parte del motore in cui lo scarico caldo lascia la camera di combustione, ha subito “corrosione termomeccanica”, ha scritto l’ESA. Quando la gola si erose, la pressione della camera diminuì e fece diminuire la spinta del missile. La commissione ha concluso che il materiale di cui è composta la laringe, un tipo specifico di carbonioso (CC), non sarebbe stato utilizzato in volo e che il collasso era “molto probabilmente dovuto a un difetto nell’omogeneità del materiale”, ha scritto Esa.Avio. Comprato questo sbagliato parte dell’Ucraina.

“Data la natura dell’anomalia VV22, la Commissione conferma che le sue conclusioni riguardanti Zefiro 40 non riguardano il lanciatore Vega”, ha scritto l’ESA nella sua dichiarazione. In questo contesto, Arianespace ha deciso di adeguare il proprio programma di lancio per riassegnare una missione a uno dei suoi restanti lanciatori Vega con una data di lancio prevista prima della fine dell’estate 2023.

Vega-C ha debuttato Nel luglio 2022 è decollato per la prima volta dalla struttura di lancio dell’Agenzia spaziale in Guyana. Il razzo a portanza media è stato salutato come un degno successore di quello piccolo Vega Launcher, operativo da dieci anni. L’industria spaziale europea nel suo insieme si è affidata a Vega-C per fornire una sorta di accesso locale alla Terra Orbita, consegna carichi utili e mantieni la presenza europea nel settore.

Il lancio del secondo razzo potrebbe non andare come previsto, ma ESA e Arianespace sono pronte a vedere di nuovo Vega-C volare.

Di più: L’indagine di Astra rivela la causa del fallimento del lancio del missile

READ  Podcast inspiegabile: 7 misteri del sistema solare che gli scienziati non hanno ancora risolto