Maggio 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’influenza aviaria si sta diffondendo in modi nuovi e pericolosi

L’influenza aviaria si sta diffondendo in modi nuovi e pericolosi

Come esempio recente di ciò che può accadere, Bideski cita i ripetuti focolai di peste suina africana in vari paesi asiatici negli ultimi dieci anni, che hanno devastato l’industria suina, che è stata per breve tempo usurpata dai polli come la proteina animale più consumata. sul pianeta. Tuttavia, l’attuale modello secondo cui i governi compensano pesantemente gli agricoltori per le perdite di bestiame a seguito dell’epidemia di virus è finanziariamente insostenibile e Pitesky sostiene che maggiori investimenti dovrebbero essere diretti verso tecnologie basate sull’intelligenza artificiale che possono prevenire queste infezioni in primo luogo. .

“Lavoro su modelli predittivi utilizzando una combinazione di radar meteorologici, immagini satellitari e apprendimento automatico per capire come cambia il comportamento degli uccelli acquatici nei diversi allevamenti”, afferma Bidesky. “Possiamo utilizzare queste informazioni per capire quali tra le 50.000 e le 60.000 strutture commerciali di pollame negli Stati Uniti sono maggiormente a rischio e sviluppare strategie per proteggere tutti gli uccelli in tali strutture”.

La tecnologia potrebbe eventualmente fornire un percorso per eliminare il virus nel pollame commerciale. Nel mese di ottobre, un team di ricercatori del Regno Unito ha pubblicato un articolo sulla rivista Comunicazione naturale È possibile utilizzare uno strumento di modifica genetica chiamato Crispr per creare polli resistenti all’influenza aviaria. Ciò è stato fatto modificando i geni dei polli che producono le proteine ​​ANP32A, ANP32B e ANP32E, che il virus utilizza per accedere alle cellule del pollo.

È stato dimostrato che Crispr rende il bestiame resistente ad altre infezioni La leucosi aviaria è una malattia virale che causa il cancro E Sindrome riproduttiva e respiratoria del suinoCiò provoca perdite economiche diffuse negli allevamenti di suini.

READ  Fonte - Browns scambia il pass-rusher dei Vikings Zatarius Smith

“I metodi attualmente disponibili sono l'uso di una rigorosa biosicurezza negli allevamenti, la vaccinazione dei polli in alcuni paesi e l'abbattimento di massa di allevamenti di polli infetti o esposti”, afferma il ricercatore capo Alevo Itoko-Ako dell'Università di Bristol. Comunicazione naturale studio “Questi metodi hanno avuto un certo successo, ma finora non sono stati in grado di prevenire ripetute epidemie di influenza aviaria in tutto il mondo. L'editing genetico dei polli per introdurre l'immunità dovrebbe essere considerato come uno strumento aggiuntivo per prevenire o controllare la diffusione dell'influenza aviaria.

Pitesky ha descritto lo studio come “davvero interessante”, ma ha sottolineato che il consumo di pollo geneticamente modificato richiederebbe un'ampia accettazione da parte del pubblico affinché diventi commercialmente fattibile. “Penso che ci sia molto potenziale per queste soluzioni tecnologiche, ma il problema più di ogni altra cosa, soprattutto in America, è il sentimento verso i polli geneticamente modificati”, dice.

Per ora, dice Iqbal, la migliore possibilità di tenere sotto controllo l'influenza aviaria è rappresentata da sforzi di sorveglianza più intensivi sulle popolazioni animali di tutto il mondo per capire come e dove si sta diffondendo l'H5N1.

“Il sistema di sorveglianza viene migliorato e ogni infezione che appare insolita viene indagata a fondo”, dice della situazione negli Stati Uniti. “Ciò ha contribuito a identificare focolai insoliti come infezioni nelle capre e nei bovini”. Tuttavia, è necessario ulteriore lavoro per rilevare il virus negli animali che non mostrano segni di malattia, afferma.