Ottobre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’influenza di Russia e Ucraina sulle filiere: alimentari, minerali e commodities

L'influenza di Russia e Ucraina sulle filiere: alimentari, minerali e commodities

Raccolto estivo del grano a Chernihiv, in Ucraina, giovedì 10 agosto 2017.

Vincent Mundy | Bloomberg | Getty Images

olio e prezzi della benzina È destinato a crescere ulteriormente con l’escalation della crisi Russia-Ucraina, ma effetto sull’energia Non sarà l’unica biforcazione.

Dal grano all’orzo, dal rame al nichel, gli analisti affermano alla CNBC che le catene di approvvigionamento saranno interrotte mentre la crisi peggiora.

L’Ucraina è il “cestino del pane d’Europa”, ha affermato Alan Holland, CEO e fondatore della società di tecnologia di approvvigionamento Keelvar, e l’invasione “colpirebbe gravemente la catena di approvvigionamento alimentare”.

Gli analisti hanno affermato che Russia e Ucraina sono i principali fornitori di minerali e altre materie prime.

La tensione tra Russia e Ucraina ha raggiunto il culmine negli ultimi giorni Il presidente Vladimir Putin ha ordinato alle forze del Cremlino di unirsi a due regioni separatiste filo-russe nell’Ucraina orientale. Ciò è avvenuto dopo che ha affermato che la Russia riconoscerà ufficialmente l’indipendenza di Donetsk e Luhansk.

sicurezza del cibo

Gli analisti hanno affermato che l’Ucraina produce grano, orzo e segale da cui dipendono molti paesi europei. È anche un grande produttore di mais.

“Sebbene manchi ancora qualche mese alla stagione del raccolto, una lotta prolungata porterà a una carenza di pane [and increase consumer prices] Questo autunno”, ha detto Holland.

Il valore della valuta ucraina ha iniziato a diminuire da quando le forze russe hanno iniziato a radunarsi al confine. Ciò aumenterà il costo delle loro esportazioni.

Alba Tura

Responsabile del Gruppo Industria degli Approvvigionamenti

In effetti, l’Unione europea non sarà l’unica a essere colpita: molti paesi del Medio Oriente e dell’Africa dipendono anche dal grano e dal mais ucraini e le interruzioni di tale approvvigionamento potrebbero influire sulla sicurezza alimentare in quelle regioni, ha affermato Don Teora, capo del gruppo industriale Sourcing.

“Anche la Cina è un enorme beneficiario del mais ucraino – infatti, l’Ucraina ha sostituito gli Stati Uniti come principale fornitore di mais della Cina nel 2021”, ha affermato.

I prezzi del grano e del mais erano già in aumento. I futures sul grano scambiati a Chicago sono aumentati di circa il 12% dall’inizio di quest’anno, mentre i futures sul mais sono aumentati del 14,5% nello stesso periodo.

L’inflazione alimentare era in aumento e potrebbe peggiorare se scoppiasse un conflitto armato.

“L’aumento dei prezzi dei generi alimentari sarà solo esacerbato da ulteriori shock sui prezzi, soprattutto se i filo-russi prenderanno il controllo delle aree agricole chiave dell’Ucraina”, ha affermato Per Hong, partner senior della società di consulenza Kearney.

minerali e materie prime

L’Ucraina ha costantemente aumentato le sue esportazioni nel corso degli anni ed è ora un “grande fornitore” di materie prime, prodotti chimici e persino macchinari come attrezzature per il trasporto, secondo Tyora.

È anche un importante fornitore di metalli e altre materie prime, hanno affermato gli analisti.

“Il valore della valuta ucraina ha iniziato a deprezzarsi da quando le forze russe hanno iniziato a radunarsi al confine. Ciò aumenterà il costo delle sue esportazioni”, ha aggiunto Tyora.

La Russia controlla anche circa il 10% delle riserve mondiali di rame ed è uno dei principali produttori di nichel e platino, secondo Hong.

Il nichel è una delle principali materie prime utilizzate nelle batterie delle auto elettriche e il rame, ampiamente considerato un fattore economico chiave, è ampiamente utilizzato nella produzione di elettronica e nell’edilizia domestica.

“L’industria dei chip statunitense è fortemente dipendente dal neon di origine ucraina e la Russia esporta anche una serie di articoli fondamentali per la produzione di semiconduttori, motori a reazione, automobili e prodotti farmaceutici”, ha affermato Hong.

Impatto sulla Germania

Mentre la maggior parte dei paesi dell’UE sarà colpita dall’escalation della crisi, la Germania sarà particolarmente colpita.

La Germania trae la maggior parte della sua energia per la produzione e l’elettricità dal gas naturale che ottiene dalla Russia, ha affermato Atul Vashista, presidente e CEO della società di informazioni sui rischi della catena di approvvigionamento Supply Wisdom.

“Se le tensioni continuano ad aumentare e vediamo un aumento dei disordini a causa di una possibile guerra o sanzioni, ostacolerà la produzione manifatturiera in Germania. Le fabbriche dovranno ridurre la produzione che si sposterà alla produzione in altri paesi”, ha detto alla CNBC . e-mail.

Le principali esportazioni della Germania includono automobili, ricambi per auto e altri mezzi di trasporto, elettronica, metalli e plastica.

READ  La russa Gazprom cancella il dividendo per la prima volta dal 1998