Dicembre 6, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Microsoft lotta per salvare la fusione di Activision, afferma che la protesta di Sony “serve i suoi interessi”

Microsoft lotta per salvare la fusione di Activision, afferma che la protesta di Sony "serve i suoi interessi"
Ingrandisci / Console Xbox serie S.

Immagini Getty | SOPA foto

Microsoft ha criticato le autorità di regolamentazione di Sony e del Regno Unito a dispetto di ciò Proposta di acquisizione da Activision Blizzard, affermando che il Regno Unito si è affidato troppo alle argomentazioni di Sony per “servire i propri interessi”.

Autorità britannica per la concorrenza e i mercati (CMA) il mese scorso L’accordo ha trasferito $ 68,7 miliardi alla realizzazione della Fase 2, che potrebbe comportare il divieto di consolidamento o l’obbligo di vendere alcune parti dell’azienda. La Capital Markets Authority ha rilasciato oggi una dichiarazione testo intero della sua decisione di rinvio e Microsoft ha fornito ad Ars Sintesi Dall’ultima risposta all’agenzia di regolamentazione.

Sony ha sostenuto che Microsoft potrebbe ritirarsi Call of Duty dalla playstation, dire L’offerta di Microsoft di mantenere la serie di giochi Activision Blizzard su PlayStation per almeno altri tre anni oltre l’attuale accordo è insufficiente.

Nel suo deposito presso le autorità di regolamentazione del Regno Unito, Microsoft ha affermato che PlayStation “è stata la più grande piattaforma di console per più di 20 anni” e che “non era credibile” “suggerire” che l’attuale leader di mercato, con una forza di mercato chiara e duratura, potesse essere impedito da una terza parte. Il più grande provider a causa della perdita dell’accesso a un singolo indirizzo. ” Microsoft ha continuato nella sua risposta alla CMA:

In breve, Sony non è incline a un’ipotetica strategia di preclusione e la decisione di fare riferimento in modo errato si basa sui dati self-service di Sony che esagerano notevolmente l’importanza di Call of Duty e trascurando l’apparente capacità di Sony di rispondere in modo competitivo. La valutazione di questa teoria da parte della CMA ignora il suo riconoscimento nella decisione di rinvio che l’industria dei giochi è “dinamica”. Anche se Sony potrebbe non accogliere con favore l’aumento della concorrenza, ha la capacità di adattarsi e competere. I giocatori alla fine trarranno vantaggio da questa maggiore concorrenza e scelta.

Microsoft: Call of Duty paure esagerate

Microsoft ha fornito la sua risposta completa all’analisi di Fase 1 della CMA questa settimana. Il documento completo deve ancora essere rilasciato, ma Microsoft ha rilasciato oggi al pubblico il riepilogo esecutivo.

READ  I nuovi dati mostrano solo i browser con più di 1 miliardo di utenti

“Le teorie del danno CMA si riferiscono a una preoccupazione generale: il catalogo di giochi di Activision Blizzard, in particolare Call of Duty Franchise – Consentirà a Xbox di superare in astuzia i suoi concorrenti nei mercati dei giochi. La risposta di Microsoft ha affermato che questa preoccupazione è fuori luogo. “La decisione di rinvio non riesce a riconoscere la vertiginosa gamma di contenuti di gioco popolari e diversificati disponibili per i partecipanti al mercato ed esagera l’importanza dei contenuti di Activision Blizzard per competere nei giochi”.

Microsoft ha detto che “ha in programma di fare Call of Duty Il franchise è disponibile per più giocatori in più modi rispetto alla contro-realtà. La società ha anche affermato che Sony sta esercitando il suo potere di mercato “aumentando i prezzi delle sue console senza temere di perdere quote di mercato”.

Microsoft ha anche fatto riferimento alle recenti acquisizioni da parte di Sony di studi di gioco, tra cui Destino 2-Bungie Maker. Sony ha anche partecipazioni di minoranza anello antico-Creatore di software e giochi epici. “C’erano più di 280 titoli esclusivi first-party e di terze parti su PlayStation nel 2021, quasi cinque volte di più rispetto a Xbox”, ha affermato Microsoft.

Abbiamo contattato Sony oggi e aggiorneremo questo articolo se riceviamo una risposta.