Novembre 30, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Morto a 80 anni Peter Schjeldahl, critico d’arte newyorkese dalla voce di poeta

Morto a 80 anni Peter Schjeldahl, critico d'arte newyorkese dalla voce di poeta

Peter Charles Schgeldahl è nato il 20 marzo 1942 a Fargo, ND, ed è cresciuto in piccole città del North Dakota e del Minnesota. Suo padre, Gilmore, meglio conosciuto come Shelley, era un inventore e uomo d’affari la cui azienda produceva macchine per la produzione di sacchetti di plastica e in seguito produceva il primo satellite per comunicazioni della NASA, Echo I. La madre di Peter, Charlene (Hanson) Schgeldahl, lavorava come responsabile dell’ufficio di suo marito.

Peter ha frequentato il Carleton College di Northfield, nel Minnesota, ma ha abbandonato gli studi dopo il secondo anno. Ha trovato lavoro al Jersey Journal a Jersey City, nel New Jersey, dove ha trascorso le sue ore di vacanza immerso nel mondo artistico del Lower East Side di Manhattan e ha frequentato il seminario di poesia di Kenneth Koch presso la New School. Dopo essere tornato a Carleton, lui e i suoi colleghi hanno fondato The Mother, una rivista di poesia della New York School, di cui ora è un membro minore.

Poi ha pubblicato diversi volumi di poesie. Dal 1964: New and Selected Poems, una raccolta in più volumi delle sue poesie, è stata pubblicata nel 1978. Presto disse a Interview Magazine: “La critica d’arte ha mangiato poesia”. Ma la poesia, come ha scritto nella prefazione a Let’s See: Writings on Art from the New Yorker (2008), ha instillato in lui l’abitudine di “seguire la verità a orecchio, inseguire la sorpresa e non sapere cosa dire finché non avrò’ l’ho detto.”

Il signor Schjeldahl lasciò Carleton nel 1964 senza una laurea e si recò a Parigi, dove scoprì la sua passione per l’arte, in particolare la pittura. Tornato a New York un anno dopo, motivato da Thomas B. In seguito scrisse: “La maggior parte di ciò che sapevo scientificamente sull’arte l’ho imparato in base alle scadenze”, “per sembrare come se sapessi di cosa stavo parlando, come ho fatto a poco a poco”.

READ  La coppia reale britannica intraprende un tour dei Caraibi dopo aver protestato in Belize

Ha iniziato a scrivere regolarmente per Art News e, a partire dal 1967, per il New York Times, avventurandosi occasionalmente nella critica cinematografica e televisiva prima di allontanarsi dalla scrittura d’arte a metà degli anni ’70. È stato un breve periodo di riposo.