Aprile 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Perché Pablo Sandoval sta cercando di tornare in MLB nell'allenamento primaverile dei Giants – NBC Sports Bay Area e California

Perché Pablo Sandoval sta cercando di tornare in MLB nell'allenamento primaverile dei Giants – NBC Sports Bay Area e California

SCOTTSDALE, Arizona – Quando Pablo Sandoval ha visitato Oracle Park per la cerimonia del Wall of Fame di Mike Murphy lo scorso agosto, si è ritrovato a tenere banco con giornalisti e ufficiali dei Giants durante gli allenamenti di battuta. Ad un certo punto, a Sandoval è stato detto che sembrava essere nella migliore forma della sua vita. Cominciò a ridere.

“Non c’è alcuna pressione”, ha spiegato. “Non devi più preoccuparti di uscire.”

Sei mesi dopo, Sandoval riportò quello stress nella sua vita. Ed è felice di farlo.

Sandoval si è unito ufficialmente al campo dei Giants lunedì mattina, il primo giorno intero della squadra allo Scottsdale Stadium. È in campo come invitato non nel roster con un contratto della lega minore, ma è stato chiaro che non è la posizione di Sergio Romo. Sandoval non è qui per salutare la Bay Bridge Series e lunedì ha detto che non pensa di ritirarsi.

“Sono venuto qui per lottare per un posto”, ha detto.

In questo momento, i Giants non ne hanno uno. Sandoval, un battitore di lunga data, batterà solo con la mano sinistra e sembra essere limitato alla prima base e al DH, sebbene sia molto più magro di quanto non fosse ai tempi in cui giocava regolarmente in terza base.

I Giants hanno LaMonte Wade Jr. Come titolare, Wilmer Flores dovrebbe inizialmente ottenere la maggior parte delle sue battute. Ce ne sono altri, tra cui Blake Sabol, che potrebbero ritrovarsi inizialmente nel mix di riserva. Jorge Soler sarà il DH di tutti i giorni.

Sandoval ha detto che è aperto a tutto ciò di cui i Giants hanno bisogno e ha indicato che potrebbe essere disposto ad accettare un lavoro al Triple-A Sacramento se questa è la sua unica strada alla fine di marzo. È anche possibile che Sandoval possa attirare l'attenzione di un'altra squadra con un percorso più semplice verso la grande lega.

READ  Gli Steelers incontrano il QB Russell Wilson prima dell'inizio del periodo di free agency: Fonte

Questi sono i dettagli per sei settimane da oggi. Lunedì Sandoval ha semplicemente chiarito che non era pronto a sospenderli. Ha sempre amato colpire e vuole ancora farlo.

“È fantastico. È fantastico. Nel tempo in cui ero fuori, mi è mancato così tanto”, ha detto. “Quando ami il baseball e l'unica cosa che fai è questa, ti mancherà quando sarai là fuori.”

Sono passati tre anni da quando Sandoval ha giocato nei campionati più importanti, e ha avuto solo un .645 OPS durante l'ultimo periodo con gli Atlanta Braves. Da allora, Sandoval ha suonato in Messico e Dubai, l'ultimo tour è nato in parte grazie ad una conversazione che Sandoval ha avuto poco prima della sua visita all'Oracle Park.

Liam Sandoval ha ora otto anni e si innamora del gioco proprio come una volta suo padre. I due si frequentavano lo scorso agosto quando Liam disse a suo padre che sembrava che potesse ancora giocare. Quando le partite a Dubai con ex top player andavano bene, anche il vecchio Sandoval cominciava a crederci davvero.

“Sono tornato (in Florida) e ho preso la cosa sul serio”, ha detto.

Sandoval ha iniziato a far capire allo staff dei Giants che voleva provare a tornare. Ciò ha reso l'esperienza priva di rischi e sicuramente ha aggiunto un po' di vita a un club giovane.

Sandoval viene spesso ascoltato prima di essere visto e, aggiungendo Soler e Sandoval in giorni consecutivi, i Giants hanno sicuramente un gruppo più attivo. Ciò potrebbe ripagare anche se il ritorno della molla sul campo è insufficiente. Sandoval ha detto che intende fare da mentore a giovani battitori come Marco Luciano e Luis Matos, un collega venezuelano cresciuto guardando i Panda.

READ  Federico Gatti – l'ex costruttore diventato il nuovo eroe della Juventus

A 37 anni, Sandoval è più vicino allo staff tecnico della maggior parte dei giocatori. Ha giocato per uno, vincendo un titolo nel 2010 con il nuovo allenatore Pat Burrell. Quando gli è stato chiesto se un giorno avrebbe voluto diventare allenatore, Sandoval ha sorriso e ha detto che la sua attenzione rimane nel colpire e nel provare a rimontare, cosa che non è affatto probabile.

I Giants hanno già visto Sandoval farlo una volta, dopo averlo riportato indietro per una corsa di successo nel 2017 dopo che la sua decisione di andare a Boston come free agent non ha funzionato. Sette anni dopo, 18 anni dopo il suo debutto a Scottsdale, Sandoval è pronto a fare un altro tentativo.

“Non sarà facile. È una grande sfida”, ha detto. “Ci sono già passato, ma questo sarà ancora più speciale.”

Scarica e segui il podcast Giants Talk