Giugno 14, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Phillies Matt Straham non è d’accordo con i team MLB che estendono le vendite di alcolici

Phillies Matt Straham non è d’accordo con i team MLB che estendono le vendite di alcolici

Servizi di notizie ESPN2 minuti per leggere

Molte squadre di baseball hanno adattato le loro politiche di vendita di liquori in risposta ai tempi di gioco più brevi di questa stagione e almeno un giocatore non è stato entusiasta del cambiamento.

Il giocatore dei Phillies Matt Strahm ha dichiarato durante un recente podcast di non essere d’accordo con l’estensione delle vendite di alcolici oltre il tradizionale settimo limite, citando “buon senso” e “sicurezza dei fan”.

Il motivo per cui ci siamo fermati [selling alcohol in] Il settimo prima era dare ai nostri fan abbastanza tempo per svegliarsi e tornare a casa sani e salvi, giusto? ” Podcast “Il baseball non è noioso”.. Quindi ora con un gioco dal ritmo più veloce, e io sono solo un ragazzo di buon senso, se il gioco finirà più velocemente, non stiamo riportando le vendite di birra al sesto inning per dare ai nostri fan abbastanza tempo per alzarsi? e guidare a casa?

“Invece andremo ottavi, e ora stai mettendo in pericolo i nostri fan e la nostra famiglia tornando a casa con persone che hanno appena bevuto birra 22 minuti fa.”

Le partite della Major League Baseball sono state notevolmente più brevi in ​​questa stagione, grazie in gran parte a una serie di modifiche alle regole, in particolare al pitch clock. Durante la prima settimana e mezza della stagione, il tempo medio di gioco è sceso di 31 minuti, sulla buona strada per essere il più basso per questo sport dal 1984.

Per combattere questa crisi di tempo, almeno quattro squadre – Diamondbacks, Rangers, Twins e Brewers – hanno esteso le vendite di alcolici all’ottavo inning. Altri, come Marlins e Mets, si fermano ancora dopo il settimo inning ma non hanno escluso cambi.

READ  Troy Aikman esorta il comitato di concorrenza della NFL a "togliersi i vestiti" dopo la controversia sui rigori dei Chiefs

Gli Orioles hanno effettivamente venduto alcolici durante l’ottavo inning, o fino a 3 ore e mezza dopo il primo lancio, a seconda di quale evento si è verificato per primo.

«Non sono sorpreso», disse Stram. “Quando si scherza con i soldi dei miliardari, [they] Trova un modo per riavere indietro i loro dollari. La cosa che vedo è che, quando guardi alla sicurezza dei tuoi fan, probabilmente non è la decisione più intelligente di estenderlo al numero otto”.

Il linebacker degli Yankees Michael King ha detto di ritenere che “tutti abbiano la responsabilità” di prevenire la guida in stato di ebbrezza, “indipendentemente dal fatto che tu serva al settimo o all’ottavo inning”.

La MLB non regola quando le squadre vendono alcolici, ma la maggior parte delle franchigie ha utilizzato il settimo inning come limite, almeno in parte per evitare di gestire eccessivamente i clienti che possono quindi salire in macchina e tornare a casa. Tuttavia, la maggior parte delle squadre disponeva già di aree intorno allo stadio dove i tifosi potevano prendere alcolici dopo il settimo, anche se le tribune della concessione smettevano di schierare.

“Nessuno vuole ammettere di avere torto”, ha detto Strahm, “e penso che sia un problema in sé e per sé per la nostra società”. “Ma è quello che è. Dobbiamo fare i conti con ciò che ci è stato dato.

“Ma solo usando il buon senso: l’abbiamo fermata al settimo per la sicurezza dei fan e delle persone che tornano a casa. Ad esempio, non ha senso per me che tu l’abbia lasciata entrare nell’ottavo”.

In questo rapporto vengono utilizzate le informazioni dell’Associated Press.

READ  LeBron James dei Lakers diventa il primo giocatore nella storia della NBA a raggiungere 10.000 punti, rimbalzi e assist