Febbraio 2, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

RAFAEL NADAL: A causa di un infortunio, cosa succede dopo che il 22 volte vincitore del Grande Slam è uscito dagli Australian Open?



Cnn

immagini da Rafael Nadal Purtroppo uscire dal campo a causa di un infortunio è diventato uno spettacolo fin troppo familiare per gli appassionati di tennis.

La difesa di Nadal Campionato australiano aperto Il titolo si è concluso prematuramente mercoledì, poiché è stato 22 volte campione del Grande Slam Eliminato al secondo turno dell’americana Mackenzie McDonald.

Nadal aveva lottato con quello che sembrava essere un infortunio all’inguine per tutta la partita, e ad un certo punto del secondo set si è ripreso duramente da un forte dolore, prima di aver bisogno di cure.

Nadal ha detto giovedì che una risonanza magnetica ha mostrato che l’infortunio all’anca potrebbe tenerlo fuori dalle competizioni per un massimo di due mesi.

“Ho fatto delle visite mediche dopo la perdita di ieri”, ha detto Nadal ha detto in un tweet. “La risonanza magnetica ha mostrato che avevo una lesione di grado 2 al mio ileopsoas sinistro. Ora arriva un po’ di sollievo dall’esercizio e dalla fisioterapia antinfiammatoria. Il normale tempo di recupero è di 6-8 settimane”.

È una testimonianza della notevole tenacia e forza di volontà di Nadal – caratteristiche che hanno definito lui e la sua incredibile carriera – il fatto che si sia rifiutato di ritirarsi dalla partita di mercoledì, optando invece per rimanere zoppicante fino alla fine.

Tale è la determinazione e l’apparente tolleranza al dolore dello spagnolo, che in qualche modo hanno reso la partita una dura gara per MacDonald, che alla fine ha vinto 6-4, 6-4, 7-5 in due ore e 32 minuti.

Le telecamere nel tunnel hanno intravisto Nadal mentre tornava negli spogliatoi dopo la partita, e in seguito ha detto con aria di sfida che smettere non era mai stato nei suoi pensieri.

“Non volevo andare in pensione [as] L’eroe in difesa è qui. “Non volevo lasciare il tribunale in pensione”, ha detto Nadal ai giornalisti.

“Alla fine è meglio così. Perso, niente da dire, complimenti [my] Sconto. Questo è lo sport allo stesso tempo: fai del tuo meglio fino alla fine”.

Questo nuovo infortunio è l’ultimo di una lunga lista che ha ostacolato Nadal nel corso della sua carriera. Con l’avvicinarsi della data del padre del 36enne, i problemi di infortunio di Nadal sono diventati più frequenti negli ultimi due anni.

Ha vinto i suoi primi due grandi tornei del 2022 – l’Australian Open e il French Open – in modo sbalorditivo e stava giocando un tennis impressionante a Wimbledon prima che un infortunio addominale interrompesse la sua offerta per il terzo titolo consecutivo.

Gli infortuni alle ginocchia, ai gomiti, al piede sinistro e al polso sono stati un handicap costante per Nadal e i suoi recenti problemi di infortunio sembrano aver influenzato le sue prestazioni sul campo da tennis, con il numero 2 del mondo che ha raccolto solo una vittoria in più rispetto al suo predecessore. Sei partite.

L’ex tennista britannica Laura Robson, che ha vinto Junior Wimbledon a soli 14 anni, ha avuto una promettente carriera segnata da infortuni e comprende non solo il costo fisico che richiede, ma anche la forza mentale necessaria per continuare a recuperare.

“Molto probabilmente per Rafa, come lo è stato per me, è solo una costante sensazione di essere sulla difensiva, cercando di allenarsi il più possibile ma affrontando costantemente problemi nel proprio corpo e non essere in grado di allenarsi al livello che lo sei”, ha detto Robson, ora commentatore di tennis Cnn SportAmanda Davis.

“Sono successe molte cose negli ultimi 18 mesi circa, fino a quando la scorsa estate sono tornato a Wimbledon dove stava giocando un ottimo tennis dopo aver avuto prestazioni incredibili in Australia e a Parigi [for the French Open] È una schiacciata profonda[dominal] cede il passo.

Rafael Nadal ha ammesso di esserlo

Eccoci di nuovo qui, sei mesi dopo, e lui si occupa di un altro caso nello stesso campo. Mi è sembrato un piccolo problema all’anca, ma queste cose accadono e sfortunatamente alcune persone sono più suscettibili di altre, è solo una questione di come lo affronti.

“Finora ha fatto un lavoro incredibile con la manovrabilità nella sua carriera, quindi non ho dubbi che tornerà meglio che mai. Ha solo bisogno di un po’ di tempo”.

In effetti, come sottolinea Robson, Nadal ha superato così tanti infortuni durante la sua carriera che rendono ancora più impressionante il suo record di tutti i tempi di 22 major slam.

Come con qualsiasi star dello sport che invecchia, le domande sul pensionamento iniziano inevitabilmente a turbinare man mano che la forma diminuisce o gli infortuni diventano più diffusi.

Da parte sua, Nadal era ottimista dopo la sua sconfitta al secondo turno e ha insistito sul fatto che la parola “R” non era nella sua mente.

Per ora, insiste, il suo amore per lo sport per tutta la vita supera il desiderio di appendere la racchetta al chiodo.

“È molto semplice: amo quello che faccio”, ha detto Nadal ai giornalisti, tramite ESPN. “Amo giocare a tennis e so che non durerà per sempre. Mi piace sentirmi competitivo. Mi piace lottare per le cose per cui ho combattuto per quasi metà della mia vita.

“Quando ami fare una cosa, alla fine, i sacrifici hanno sempre un senso, perché il ‘sacrificio’ non è così. Quando fai le cose che ami fare, alla fine, non è un sacrificio. Tu fai le cose che vuoi fare.” “.

Mentre gli infortuni sono indubbiamente frustranti – Nadal ha ammesso di essersi sentito “mentalmente devastato” dopo l’ultima battuta d’arresto – è stato qui molte volte prima e sa meglio di chiunque altro cosa serve per tornare.

Come amico e rivale di lunga data Roger Federer Farlo verso la fine della sua carriera, selezionare strategicamente tornei e tornei importanti e sceglierlo per competere potrebbe essere un’opzione per aumentare la longevità di Nadal.

L’Open di Francia, il torneo preferito di Nadal e un titolo che ha vinto ben 14 volte, è il prossimo torneo importante nel calendario del tennis e se riuscirà a scrollarsi di dosso i recenti infortuni, lo spagnolo probabilmente rimarrà il favorito per vincere quei quattro Grandi Slam arriva la fine di maggio.

Nadal ha risposto alle domande sul suo ritiro da un po’ di tempo e lo ha fatto di nuovo mercoledì, ma Robson crede che a star come il 22 volte campione del Grande Slam dovrebbe essere permesso di affrontare l’argomento alle proprie condizioni e al proprio tempo.

“Non mi piace parlare del ritiro di nessuno fino a quando non ne parlano da soli”, ha detto Robson.

“Sarà il primo a parlarne e penso che se lo meriti. Ha dato così tanto allo sport nel corso degli anni e si sta ancora mettendo in gioco, continuando a provare, ancora gareggiando al meglio delle sue capacità anche quando è non al 100% fisico.”

“Ci siamo già passati molte volte con Andy [Murray]con Ruggero [Federer]con Venere W Serena [Williams] Da parte delle donne, cercando di ritirare questi miti prima che siano pronti a partire. Alla fine tocca a lui. Quando si sentirà a posto, avrà ragione.

“Non credo che dobbiamo costantemente speculare su quando accadrà. Se oggi è l’ultimo giorno in Australia, chissà, e se lo è, siamo fortunati ad averlo di nuovo qui, e se no, fantastico, lo vedremo il prossimo anno”.

READ  Philadelphia è tutta in fiamme: Capitals batte Flyers 9-2