Luglio 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Toyota sospende le operazioni di fabbrica nazionali dopo un sospetto attacco informatico

Toyota sospende le operazioni di fabbrica nazionali dopo un sospetto attacco informatico

TOKYO, 28 febbraio (Reuters) – Toyota Motor Corp. (7203.T) Ha detto che avrebbe sospeso le operazioni della fabbrica locale martedì e ha perso circa 13.000 veicoli di produzione, dopo che un fornitore di parti in plastica e componenti elettronici è stato sottoposto a un sospetto attacco informatico.

Nessuna informazione era immediatamente disponibile su chi c’era dietro il potenziale attacco o il motivo. L’attacco arriva dopo che il Giappone si è unito agli alleati occidentali nel reprimere la Russia dopo l’invasione dell’Ucraina, anche se non era chiaro se l’attacco fosse collegato.

Il primo ministro giapponese Fumio Kishida ha detto che il suo governo indagherà sull’incidente e se la Russia sia coinvolta.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“È difficile dire se questo abbia qualcosa a che fare con la Russia prima che vengano condotti controlli completi”, ha detto ai giornalisti.

Kishida ha annunciato domenica che il Giappone si unirà agli Stati Uniti e ad altri paesi per impedire ad alcune banche russe di accedere al sistema di pagamento internazionale SWIFT. Ha anche detto che il Giappone darà all’Ucraina 100 milioni di dollari in aiuti di emergenza.

Un portavoce della società, Kojima Industries Corp, ha affermato che sembra essere stata vittima di una sorta di attacco informatico.

Un portavoce della Toyota lo ha descritto come un “guasto del sistema del fornitore”.

Il logo Toyota è visibile in uno stand durante una giornata informativa per lo Shanghai Auto Show di Shanghai, Cina, 19 aprile 2021. REUTERS/Aly Song/file Photo

Il portavoce ha aggiunto che la società non sa ancora se la fermata dei suoi 14 stabilimenti in Giappone, che rappresentano circa un terzo della sua produzione globale, durerà più di un giorno.

READ  Cambiare il modo in cui il bestiame pascola e riducendo le emissioni

Alcune fabbriche gestite dalla controllata Toyota Hino Motors (7205.T) e Daihatsu (6023.T) Compreso nella chiusura.

Toyota, che in passato è stata colpita da attacchi informatici, è leader nella produzione just-in-time con parti che arrivano dai fornitori e vanno direttamente alla linea di produzione anziché in magazzino.

In passato attori statali hanno lanciato attacchi informatici alle società giapponesi, incluso un attacco a Sony (6758.T) Nel 2014, che ha esposto i dati interni e ha chiuso i sistemi informatici.

Gli Stati Uniti hanno incolpato la Corea del Nord per l’attacco, avvenuto dopo che la Sony Corporation ha pubblicato la commedia “The Interview” su un complotto per assassinare il leader del regime Kim Jong Un.

L’arresto della produzione di Toyota arriva quando la più grande casa automobilistica del mondo è già alle prese con interruzioni della catena di approvvigionamento in tutto il mondo a causa della pandemia di COVID, costringendola e altre case automobilistiche a limitare la produzione.

Toyota questo mese ha visto anche una parte della produzione interrotta in Nord America a causa della carenza di parti causata dalle proteste dei camionisti canadesi. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi di Satoshi Sugiyama, Tim Kelly e Maki Shiraki; Montaggio di Louise Heavens e Thomas Janowski

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.