Maggio 21, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Trump sta spingendo sfide legali in due casi

Trump sta spingendo sfide legali in due casi
  • Di Madeline Halbert e Kayla Epstein
  • Notizie della BBC, New York

fonte dell'immagine, Belle foto

didascalia dell'immagine,

Il team legale di Trump afferma che la signora Willis dovrebbe essere rimossa dal caso

Gli avvocati di Donald Trump hanno lanciato due ricorsi legali prima del fine settimana di Pasqua.

Il campo del procuratore distrettuale della contea di Fulton Fannie Willis sta facendo appello alla decisione di un giudice della Georgia di sospenderla in un caso di frode elettorale.

Mirano anche a fermare l'espansione di un ordine di silenzio che limita il discorso di Trump nel caso del silenzio di New York.

Il candidato repubblicano alle presidenziali deve affrontare quattro cause legali, e due hanno maggiori probabilità di essere ascoltate in tribunale prima delle elezioni americane.

Trump si è dichiarato non colpevole di tutte le accuse e ha affermato di essere motivato politicamente.

Trump e i suoi coimputati nel caso della Georgia sono accusati di aver cospirato per ribaltare le elezioni del 2020, accusando la signora Willis di trarre vantaggio finanziario da una relazione illecita con Nathan Wade, il pubblico ministero da lei nominato per guidare il caso.

Il giudice Scott McAfee, che supervisionava il caso, ha tenuto due settimane di udienze caotiche che includevano la violenta testimonianza della signora Willis. Ha ammesso la relazione ma ha negato di aver beneficiato finanziariamente.

Alla fine, il giudice si è schierato dalla parte della signora Willis, anche se lei ha affermato che la relazione aveva “l'apparenza di scorrettezza” e ha chiesto che il signor Wade o la signora Willis si dimettessero. Il signor Wade lo ha fatto nel giro di poche ore.

In una mozione di 51 pagine presentata venerdì in una corte d’appello della Georgia, Trump e otto dei suoi coimputati hanno sostenuto che anche la signora Willis dovrebbe essere licenziata – una mossa che ritarderebbe notevolmente il caso o porterebbe al suo archiviazione.

Gli avvocati di Trump e degli altri coimputati hanno affermato che le dimissioni di Wade non hanno affrontato adeguatamente “l'apparenza di scorrettezza” che ha “sbalordito l'intero procedimento”.

fonte dell'immagine, Belle foto

didascalia dell'immagine,

La signora Willis ha descritto il signor Wade (a destra) come un “amico fidato”.

“Il tribunale di primo grado ha ritenuto che la giurisprudenza esistente non solo richiedeva la squalifica di Wade (che si è verificata) ma ha anche squalificato il procuratore distrettuale Willis e il suo intero ufficio”, hanno affermato gli avvocati.

Il giudice ha ordinato a Trump di procedere con il caso se farà appello. Il partner americano della BBC, CBS News, ha riferito che la signora Willis voleva svolgere un ruolo di primo piano nel caso.

Nel frattempo, a New York, Trump è coinvolto in altre battaglie legali mentre attende l’inizio del suo primo processo penale con l’accusa di falsificazione di documenti aziendali relativi ai pagamenti alla star del cinema per adulti Stormi Daniels.

Questa settimana, il giudice del caso, Juan Mercen, ha accolto la richiesta dell'ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan di imporre un ordine di silenzio che impedisca a Trump di rilasciare dichiarazioni sull'intimidazione di giurati, testimoni o dipendenti del tribunale.

Venerdì, il procuratore distrettuale di Manhattan Alvin Bragg ha cercato di chiarire – e ampliare – un ordine di silenzio che proibisce l’aggressione dei dipendenti del tribunale e dei loro familiari.

La sua mossa è arrivata dopo che Trump ha insultato la figlia del giudice Merson in un post sui social media.

Il signor Bragg ha chiesto al giudice Merchan di “chiarire” che l'ordine di silenzio si applica ai “membri della famiglia della corte”, al procuratore distrettuale e alle altre persone nominate nell'ordine di silenzio.

Ha chiesto al giudice di “avvertire” Trump e di “indirizzarlo a ritirarsi immediatamente”.

L’avvocato sostiene che se Trump non lo fa, dovrebbe affrontare sanzioni.

L'avvocato dell'ex presidente, Todd Blanche, ha negato che il suo cliente abbia violato l'ordine di silenzio e ha sostenuto che la figlia del giudice non ne faceva parte.

Ha scritto che non c'era niente di sbagliato nei post sui social media.

“Contrariamente al consiglio della gente, la corte non può 'ordinare' al presidente Trump di fare qualcosa che non richieda un ordine di silenzio”, ha detto.

READ  A Seattle, in California, si dice che alcune parti degli Stati Uniti abbiano nevicato per assistere a White Christmas.