Febbraio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un inquietante ologramma AI di Mario infesta il CES 2024

Un inquietante ologramma AI di Mario infesta il CES 2024

Il Consumer Electronics Show (CES) si sta attualmente svolgendo a Las Vegas e ci sono ottime notizie: sembra che il migliore amico di tutti, Mario, sia presente. Ma c'è anche una brutta notizia: è un inquietante Mario dotato di intelligenza artificiale e noi lo odiamo.

Abbiamo appreso del mostro per la prima volta tramite l'utente di X (ex Twitter) @ProbChild_, che ha filmato un'interazione con esso:

Nello show floor, il nostro reporter Taylor Lyles ha potuto confermare che questa è davvero una cosa reale al CES. È una tecnologia realizzata da una società chiamata Proto, che sviluppa software di comunicazione 3D. Ciò che sembra accadere qui è che Proto ha caricato un'immagine 3D di Mario nello show floor del CES, utilizza una combinazione di riconoscimento vocale e tecnologia AI per ascoltare i partecipanti che fanno domande e poi ha chiesto a Mario di rispondere in modo discreto. La voce del marchio italiano.

Ciò che non è chiaro qui è quante sanzioni Nintendo ha imposto, se ce ne sono state. Nintendo è nota per essere molto severa quando si tratta di chi usa i suoi personaggi e come. Non sono un esperto legale, ma la voce estremamente morbida, i movimenti della bocca, la postura rigida e tutto ciò che riguarda questo urla “Nintendo non lo ha approvato” in base al loro lavoro precedente.

Certamente non è solo lo spettacolo di Mario; Altri partecipanti hanno riferito che la scatola dell'ologramma Proto aveva precedentemente mostrato altre immagini e persone reali, inclusa una demo con il CEO di AARP:

La connessione AARP è un po' strana, poiché @ProbChild_ e @raystrazdas hanno anche riferito che un rappresentante di AARP (non Proto) ha detto loro allo stand di chiedere a Mario come acquistare un gioco. Mario ha risposto (con la sua voce fastidiosamente profonda) incoraggiando l'interrogante a effettuare una ricerca online su Target dot com, e in particolare, l'immagine 3D sembra avere un piccolo logo Target nell'angolo inferiore che non è presente in altre demo che abbiamo realizzato Visto su Twitter. Quindi sembra che anche Target sia coinvolto in qualche modo?

Il meglio che possiamo dire è che ciò che sembra accadere nel caso di Mario è che Proto sta offrendo una sorta di tecnologia AI 3D per collaborare con rivenditori come Target che potrebbe essere utilizzata come assistente AI nei negozi. Sembra che l'uso specifico di Mario sia ciò che Proto ha deciso di attirare le persone al suo stand, anche se non è chiaro che tipo di reazione Nintendo avrà all'intera faccenda. Abbiamo contattato Nintendo, Proto e Target per un commento su questo argomento.

READ  L'iPhone 15 Pro di Apple aggiunge il NavIC alternativo al GPS in India

Forse la cosa più fastidiosa è che, a prima vista, l'intera gallery ricorda qualcosa che Nintendo ha già fatto in precedenza: Avevano Mario (E Luigi!) Chatta in tempo reale con i passanti in luoghi come il New York Comic Con e Nintendo New York. Ma ogni volta che lo hanno fatto in passato, la produzione ha funzionato perché Charles Martinet era nascosto da qualche parte fuori dalla telecamera, ascoltando le domande e rispondendo in tempo reale con la voce di Mario. Ma Martinet si è dimesso dalla voce ufficiale di Mario l'anno scorso, e mentre è ancora in giro come “ambasciatore di Mario” ufficiale (un ruolo che non sembra nemmeno capire), è stato sostituito almeno in Super Mario Wonder da un attore. Kevin Afgano. Mi sono sbagliato in passato riguardo alla voce dell'afghano, ma ciò che Proto mostra non gli somiglia davvero. Assolutamente. O qualsiasi versione di Mario, inclusa la controversa interpretazione di Chris Pratt.

Il contrasto tra il sano Mario di Nintendo New York e lo SHAM di un Mario è netto nel momento in cui l'idraulico apre bocca. Nonostante sia un personaggio di un videogioco, c'è un elemento umano in Mario che emerge dalla sua voce che l'inquietante robot AI Proto non riesce a catturare. Speriamo che questo sia un segnale per Nintendo e tutte le altre principali società di gioco che la sostituzione dei doppiatori reali con i robot – un problema che abbiamo visto emergere molto all'inizio del 2024 – potrebbe non andare come sperano.

Rebecca Valentine è una reporter senior di IGN. Hai un suggerimento per la storia? Invialo a rvalentine@ign.com.

Reporting aggiuntivo di Taylor Lyles.