Novembre 27, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un paio di stelle creano un'”impronta digitale” nell’immagine scattata dal James Webb Space Telescope

Un paio di stelle creano un'"impronta digitale" nell'immagine scattata dal James Webb Space Telescope

Due stelle aggrovigliate creano quella che sembra un'”impronta digitale” nello spazio. Nasa rilasciare una foto Mer il duo preso da Telescopio spaziale James Webbche mostra almeno 17 anelli di polvere che circondano le stelle.

wolfrayetfingerprintstar.jpg
Due stelle, note insieme come Wolf-Rayet 140, stanno creando anelli di polvere nello spazio che assomigliano a un’impronta digitale in un’immagine catturata dal telescopio spaziale James Webb della NASA.

Nasa


Le immagini sono state acquisite con l’aiuto dello strumento a medio infrarosso del telescopio, creato dalla NASA e dall’Agenzia spaziale europea.

Le stelle, conosciute collettivamente come Wolf-Rayet 140, si trovano a 5.000 anni luce dalla Terra, ha affermato la NASA in un comunicato stampa. La NASA ha spiegato che ogni anello di polvere si forma quando le due stelle si avvicinano l’una all’altra durante la loro orbita, provocando l’emissione di gas da entrambe per comprimere e formare gli anelli.

“Trasformare il gas in polvere è un po’ come trasformare la farina in pane: richiede condizioni e ingredienti specifici”, ha detto la NASA a proposito degli anelli di polvere.

Occorrono circa otto anni per formare ogni anello.

“Stiamo osservando più di un secolo di produzione di polvere da questo sistema”, ha affermato l’astronomo Ryan Lau.

La NASA ha rivelato che la coppia si sta avvicinando alla fine della loro vita, il che porterà al loro collasso e alla formazione di un buco nero. Le stelle classificate come Wolf-Rayet hanno una massa almeno 25 volte maggiore della massa del Sole e stanno pompando enormi quantità di gas.

Secondo la NASA, i due potrebbero aver perso più della metà della loro massa originale nel tempo.

Gli astronomi ritengono anche che i venti delle stelle abbiano spazzato l’area attorno a eventuali detriti che potrebbero distorcere gli anelli, motivo per cui possono essere visti chiaramente attraverso telescopio.

“Probabilmente ci saranno più episodi che stanno diventando così deboli e dispersi che nemmeno Webb può vederli nei dati”, ha affermato la NASA.

Il materiale che deriva dalle stelle di Wolf-Rayet può accumularsi e formare nuove stelle. La NASA ha rivelato che ci sono alcune prove per dimostrare che anche il Sole potrebbe essersi formato in questo modo.

Solo 600 stelle Wolf-Rayet sono state trovate dagli astronomi nel cielo, ma dicono che dovrebbero essercene almeno alcune migliaia.

READ  Il Mars Reconnaissance Orbiter della NASA scatta foto del rover cinese dallo spazio