Maggio 22, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un’eclissi solare osservata dalla sonda spaziale Cassini, da tempo defunta, ha gettato nuova luce sugli anelli di Saturno

Un’eclissi solare osservata dalla sonda spaziale Cassini, da tempo defunta, ha gettato nuova luce sugli anelli di Saturno

Indubbiamente, tra le meraviglie del sistema solare, gli anelli angelici di Saturno spiccano come i preferiti dai fan. Nel 1997, con l’obiettivo di vincere il premio, la navicella spaziale Cassini ha intrapreso un viaggio di sette anni verso Saturno con la missione di eseguire l’indagine più rigorosa mai realizzata sul pianeta, sulle sue lune e, naturalmente, su quegli incredibili anelli.

Prima che la navicella spaziale si immergesse nell’atmosfera di Saturno nel 2017, Cassini ha volato ripetutamente tra il pianeta e i suoi anelli raccogliendo una grande quantità di dati. Ora, utilizzando i dati catturati dalla sonda Langmuir a bordo, Gli scienziati planetari hanno misurato La profondità visiva degli anelli di Saturno, anche se in modo non convenzionale. Si tratta di un’eclissi solare che la navicella spaziale ha “visto” durante il suo volo. Ecco cosa significa.