Il recital organistico di Johan Hermans sabato a Ovada

Settimo appuntamento della Stagione Internazionale di concerti sugli organi storici della provincia di Alessandria sabato alle ore 21 ad Ovada nell’Oratorio dell’Annunziata. Protagonista della serata, organizzata dall’Associazione “Amici dell’Organo” di Alessandria, sarà il concertista belga Johan Hermans, organista della cattedrale di Hasselt.

Johan Hermans, inoltre, è docente di Organo e Musica da Camera presso il Conservatorio di Hasselt (Belgio) ed è anche organista dell’organo Cavaillé-Coll della Chiesa del Sacro Cuore di Hasselt. La sua intensa attività concertistica lo ha portato ad esibirsi come solista presso importanti festival in Europa, nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Brasil, Uruguay, Australia, Russia e in Giappone. Invitato ad inaugurare nuovi strumenti, Johan Hermans ha tenuto master class presso diverse università. Ha realizzato registrazioni per la radio in Belgio, nei Paesi Bassi, in Germania, in Canada, in Polonia, in Spagna, negli Stati Uniti ed in Lettonia ed ha effettuato registrazioni su CD-labels, ricevendo lodevoli riconoscimenti.

Il programma, eseguito all’organo Serassi del 1825 con poche aggiunte di Camillo Guglielmo Bianchi, prevede una buona scelta di brani del repertorio barocco inglese, spagnolo ed ovviamente fiammingo (Bull, Cabanilles, Kerckhoven e Sweelinck), ma anche un interessante e spettacolare opera del compositore contemporaneo minimalista Philipp Glass, che ben si adatta anche ai nostri organi antichi, come pure i brani ottocenteschi di stile brillante e di piacevole ascolto che concluderanno la serata, fra i quali una serie di trascrizioni di arie e cori dalle opere di Giuseppe Verdi adattate per organo da Carlo Fumagalli.

L’ingresso è libero.

L.S.