Pubblicità

Tre pianisti ad Alessandria per Echos

Il penultimo weekend del Festival Internazionale “Echos 2018. I Luoghi e la Musica” sarà tutto alessandrino e avrà come protagonista assoluto il pianoforte. Sabato 9 giugno alle ore 17.00, nell’Ex Complesso Conventuale di San Francesco, recital del noto pianista Olaf John Laneri che continua l’esecuzione integrale delle 32 Sonate di Beethoven. Domenica 10, sempre alle 17.00 al Marengo Museum, concerto con il decano dei pianisti italiani, il grande Bruno Canino, in duo con il pianista francese Bertrand Giraud. Si segnala che il numero dei posti per questi due concerti è limitato e che una volta raggiunto il limite massimo della capienza sarà necessario bloccare l’accesso.

Dopo gli acclamati concerti dello scorso anno e quello a Piovera del 19 maggio, Olaf Laneri torna al Festival Echos per la sesta tappa della sua integrale beethoveniana. A San Francesco il pianista italo-svedese presenterà un programma sontuoso con la Sonata op. 14 n. 2, la celebre Sonata op. 53 “Waldstein”, la Sonata op. 2 n. 1 e la Sonata op. 101. Premiato ai concorsi di Montecarlo, Tokyo e Hamamatsu, nel 1998 Laneri vince la 50 edizione del prestigioso Concorso “Busoni” di Bolzano. Delle sue “Variazioni sopra un Tema di Paganini” di Brahms, unica esecuzione di un italiano inserita nel CD pubblicato per festeggiare l’anniversario del concorso, A. Cohen scrive sull’International Piano: “la migliore esecuzione dal vivo che abbia mai sentito”. È l’inizio di un’importante carriera che lo porta a suonare nelle sale più prestigiose, dalla Salle Gaveau a Parigi al Gasteig di Monaco di Baviera, dall’Opéra di Montecarlo alla Herkulessaal fino alla Philharmonie di Berlino dove ha eseguito il Secondo Concerto di Brahms con i Berliner Symphoniker. Ha suonato al Festival di Brescia e Bergamo, alla Radio della Svizzera Italiana a Lugano e al Festival Chopin in Polonia. In occasione del concerto, con inizio alle ore 16.00 si terrà una visita guidata gratuita della chiesa a cura di Gianfranco Cuttica di Revigliasco, sindaco di Alessandria. L’accesso alla Chiesa di San Francesco prevede l’uso di una doppia rampa di scale.

Domenica 10 Echos approda al Marengo Museum per un appuntamento di grande richiamo. Il nome di Bruno Canino è legato alle maggiori personalità musicali del ‘900. Ha suonato con le orchestre più importanti (tra cui Filarmonica della Scala, Berliner Philarmoniker e Philadelphia Orchestra) diretto da maestri come Claudio Abbado, Riccardo Muti, Wolfgang Sawallisch e molti altri. Ha collaborato a lungo con illustri strumentisti come Salvatore Accardo, Severino Gazzelloni, Uto Ughi, Viktoria Mullova, Itzakh Perlman, David Garrett e da quasi 50 fa parte, con Mariana Sirbu e Rocco Filippini, del Trio di Milano. Ha suonato nelle principali sale da concerto e festival in Europa, Nord e Sud America, Russia, Australia, Giappone, Cina, Canada e si è dedicato assiduamente alla musica contemporanea lavorando, tra gli altri, con Boulez, Berio, Stockhausen, Ligeti, Nono e presentando spesso loro opere in prima esecuzione assoluta. Betrand Giraud si è laureato in numerosi concorsi internazionali tra cui lo Chopin Piano Competition in Texas. Si è esibito in tutto il mondo suonando in sale prestigiose: Salle Cortot a Parigi, Steinway Hall di Londra, Glinka Hall a San Pietroburgo, ecc. Ha suonato per France Musique e per televisioni nazionali in America, Italia e Tailandia; qui si è esibito al Palazzo Reale di Bangkok per la Regina della Tailandia che gli ha tributato calorosi elogi. A Marengo i due artisti proporranno una prima parte viennese (Beethoven e Schubert) mentre la seconda sarà dedicata al repertorio francese con capolavori di Poulenc, Ravel e Chabrier.

Echos 2018 è realizzato in collaborazione con Regione Piemonte, Fondazione CRT, Fondazione CRAL, Camera di Commercio di Alessandria e, per questi due concerti, con il Comune di Alessandria, Alexala e Confesercenti. I concerti di Echos sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti. Per info: www.festivalechos.it

Pubblicità