Di Masi: “Non mollo, il mio obbiettivo rimane sempre lo stesso”

È il giorno del Presidente. Dopo 4 mesi da quando ha presentato il “progetto giovani” Luca Di Masi è tornato a parlare. E ha detto che non molla.

“È un periodo – spiega Di Masi – in cui ho trovato un equilibrio interno personale e in cui sono molto sereno. L’inizio della mia squadra in campionato l’ho vissuto in questo modo. Lunedì mattina mi sveglio e guardo un po’ i giornali e devo dire che ho letto cose che non mi sono molto piaciute, nel senso che ho visto un mood molto diverso da quello di quattro mesi fa. Volevo ribadire gli obbiettivi. Sono molto soddisfatto di quanto fatto fino ad ora. Spero che qualcuno non abbia capito il progetto e non che qualcuno non abbia voluto capire. Mi spiace vedere creare questa illusione che delude l’ambiente. A me interessa solo vedere scendere in campo i Grigi e vederli crescere. La crescita in un ambiente depresso, però, è più difficile. Dire che contro la Carrarese i ragazzi non meritavano gli applausi non ci sta, perché hanno lottato come sempre”.

Non la serie B subito, come annunciato 4 mesi fa. Ma si possono percorrere altre strade, ad esempio quella dei playoff. “Il nostro obbiettivo principale di quest’anno – continua il Presidente – è la crescita, fatta sui nostri giovani e sul nostro settore giovanile. Non sappiamo se arriveremo fra il terzo ed il quattordicesimo posto, però, nelle prime dieci partite abbiamo dimostrato di poterci stare. Tranne contro il Pro Piacenza, tutte le partite ce le siamo giocate. Noi scendiamo in campo sperando di vincere le partite, alcune saranno più complicate di altre. Il raggiungimento dei playoff potrebbe essere un obbiettivo fattibile e congruo per quest’anno. Internamente è molto chiaro dove vogliamo andare, esternamente forse non è ancora molto chiaro. Quattro mesi fa sono stato molto chiaro e siamo assolutamente in linea con quello che era l’obbiettivo”.

Di Masi non vuole parlare ancora di mercato perché mancano due mesi. “A gennaio – prosegue – ci sarà la finestra di mercato di 21 giorni e faremo delle migliorie. In questo momento, però, non possiamo già parlare di mercato anche se ci si pensa durante tutta la stagione. Al momento questa è una squadra che ha perso solo 2 partite su 10. Per migliorare la squadra io ci sono sempre. Dopo il commissariamento della Federazione, il progetto dei giovani è imprescindibile. Però io sono sempre ambizioso”.

Buone notizie per il valenzano Luca Checchin. “Da martedì Checchin si allena con il gruppo – spiega il Presidente -, vedremo in due settimane se sarà utilizzabile. Sarò felicissimo per lui appena lo vedremo in campo a giocare una partita ufficiale”.

Al Presidente non interessa essere contestato, gli basta che vengano spronati i giocatori. “Per me è fondamentale che i ragazzi siano sostenuti per tutto il tempo dai tifosi. Se in curva scrivono “sosteniamo la squadra” a me va bene. Non me ne frega niente che non sostengono me. Mi basta che sostengano questi ragazzi per 90 minuti. Io non voglio convincere nessuno a venire allo stadio o no”.

Infine Di Masi ha annunciato che la società si è lamentata ufficialmente in Lega per i troppi errori arbitrali che hanno impedito ai Grigi di vincere alcune partite. “Ci siamo fatti sentire in Lega – ha concluso il Presidente – perché un po’ di errori arbitrali ci sono stati. Per me l’atteggiamento dell’arbitro è più importante dell’errore del singolo”.

L.S.