Luglio 13, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Alcune cose sono più importanti della storia

Alcune cose sono più importanti della storia

Non gli importava di essere un no-hitter. Voleva solo che gli Yankees vincessero.

Più di cinque ore dopo essere arrivati ​​allo Yankee Stadium, mio ​​figlio Wes, di 9 anni, aveva aspettato in fila per un’ora sotto un temporale, aveva preso il suo ambito anello (replica) degli Yankees World Series del 1998 e mi aveva convinto ad acquistarlo. uno.per lui. T-shirt, ha visitato due volte il Gluten Free Grill, ha pianto l’infortunio di fine stagione di Jason Dominguez, ha applaudito Aaron Judge così forte che la sua voce è diventata rauca e ha ignorato ogni menzione che ho fatto del quarterback dei Milwaukee Brewers Corbin Burns. Stava organizzando una partita incredibile.

Mentre la pioggia ha ritardato la partita di domenica tra Milwaukee e gli Yankees di soli 15 minuti, le condizioni di pioggia sono persistite durante i primi inning e Burns, il vincitore del Cy Young Award della National League nel 2021, ha lasciato perplessi gli Yankees.

Due inning dopo, ho mandato un messaggio a un fan dei Brewers per dirgli che ero preoccupato che gli Yankees non sarebbero stati colpiti. Ha risposto che Milwaukee non aveva un’offesa che lo rendesse importante.

Dopo 10 inning, sembravamo entrambi prevedibili, dato che il pareggio era 0-0 e gli Yankees non riuscivano a ottenere un solo successo né da Burns né dai soccorritori Devin Williams e Abner Uribe.

Ma Wes, che stava indossando il guanto di sfida e sedendosi al livello 200 per la prima volta, non si preoccupava del significato storico di questo momento. Quando ho provato a spiegare la rarità di ciò che stavamo vedendo – che nelle centinaia e centinaia di partite a cui ho assistito, come reporter e come tifoso, non ho mai visto un no-hitter di persona – ha alzato le spalle e ha detto , “Ha detto che voleva solo che gli Yankees vincessero.”

READ  Jokic e Murray aiutano i Nuggets a porre fine all'imbattibilità dei Celtics in casa

Dopo quasi 20 anni passati a guardare la partita in modo professionale, preoccupandomi molto delle scadenze e di cosa avrebbe significato l’esito della partita per entrambe le squadre, è stato un incredibile promemoria di cosa significa essere un tifoso prima di ogni altra cosa.

Quando Tyrone Taylor di Milwaukee ha finalmente guidato nella prima manche della partita con un singolo all’11°, Wes non si è tirato indietro. Oswaldo Cabrera, il quinto favorito degli Yankee dopo Anthony Volpe, Giancarlo Stanton e Gerrit Cole, avrebbe lanciato nell’inning successivo.

Importava il fatto che Cabrera fosse un giocatore di utilità al secondo anno ed entrasse in gioco colpendo .207? Non è così. Dopotutto, Gary Phillips ha scritto un articolo sul Times sulla collana di perle che Cabrera indossa, e l’unica cosa che ha infastidito Wes è che abbiamo lasciato la sua replica di quella collana a casa.

Quando Cabrera ha raddoppiato la sua corsa per pareggiare il punteggio e mettere fine alla mia possibilità di vedere un po’ di storia del baseball (tirando anche fuori dallo stallo della storia della scadenza), Wes non è rimasto per niente sorpreso. Penso di aver ricevuto un “Mi dispiace, papà”, ma non lo pensava sul serio.

Il 12, Milwaukee ha effettuato altri due punti e il campo è iniziato vuoto. Ho scherzato dicendo che sarebbero tornati tutti ai loro posti non appena gli Yankees avessero segnato un homer da due punti e Wes annuì, non capendo che stavo scherzando. “Sembrerà un idiota.”

Al quarto tiro del 12° inning, Stanton li fece sembrare degli idioti. Il suo homer di 419 piedi al centro del campo ha mandato in delirio il pubblico rimasto e mi è valso un abbraccio serio per secoli.

READ  L'appaltatore della NASCAR muore a Grant Park prima della Chicago Street Race

L’unico momento della giornata in cui Wes sembrava preoccupato è stato quando Anthony Micewicz è arrivato in campo per gli Yankees partendo 13°. Vedi, Misiewicz non è nel roster degli Yankees per MLB The Show 23, quindi Wes non sapeva molto di lui. Fortunatamente, Messewicz, che giocava per la sua terza squadra in questa stagione, è stato all’altezza della sfida e ha tenuto le cose nascoste.

All’inizio del tredicesimo inning, Wes era in piedi per vincere la partita per Cabrera. In una lunga giornata che prevedeva attese in tanti modi diversi, dovevamo aspettare un altro impasto. Ma Kyle Higashioka, che non è entrato in partita fino al decimo giorno, è stato l’eroe, schiacciando una doppietta sinistra di Iverson Pereira per vincere la partita.

I minuti successivi furono un sussulto e un urlo mentre Frank Sinatra cantava “New York New York”.

Uscimmo dal campo, 6 ore e 24 minuti dopo il nostro arrivo, e Wes disse che era la partita più bella che avesse mai visto.

E suo padre, dopo essere stato così triste per aver perso l’occasione di vedere finalmente un no-hitter ma così felice di vedere suo figlio ottenere tutto ciò che voleva, ha ricevuto un regalo tutto suo: Sarah Lange, l’incomparabile maga dei numeri della MLB, Pubblicato sui social media Che questa è solo la quarta volta nella storia della Major League che una squadra non ha segnato un successo all’undicesimo inning e ha continuato a vincere.

Non abbiamo visto nessun battitore. Abbiamo visto qualcosa di meglio.