Luglio 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Almeno 70 persone sono state uccise nel centro di Gaza in uno degli attacchi più sanguinosi della guerra

Almeno 70 persone sono state uccise nel centro di Gaza in uno degli attacchi più sanguinosi della guerra

DEIR BALAH, Gaza – Almeno 70 persone sono state uccise a Gaza in uno degli attacchi più mortali della guerra, hanno detto domenica funzionari sanitari, mentre il numero di soldati israeliani uccisi in combattimento durante il fine settimana è salito a 15.

I giornalisti dell'Associated Press in un vicino ospedale hanno visto palestinesi terrorizzati trasportare i morti, compreso un neonato, e i feriti in seguito al raid nel campo profughi di Maghazi a est di Deir al-Balah. Una bambina insanguinata sembrava sbalordita mentre il suo corpo veniva esaminato per assicurarsi che non ci fossero ossa rotte.

Ashraf Al-Qudra, portavoce del Ministero della Sanità a Gaza, ha affermato che il bilancio è destinato a salire. L'esercito israeliano non ha rilasciato commenti immediati.

“Siamo stati tutti presi di mira”, ha detto Ahmed Turkmani, che ha perso diversi membri della famiglia, tra cui la figlia e il nipote. “In ogni caso non esiste un posto sicuro a Gaza”.

All'arrivo della vigilia di Natale, il fumo si è alzato sui territori assediati, mentre lui si trovava in Cisgiordania Betlemme tacqueLe sue celebrazioni dell'Eid sono state cancellate. Nel vicino Egitto, sono continuati i tentativi di raggiungere un accordo per un altro scambio di ostaggi con i palestinesi detenuti da Israele.

La guerra ha distrutto e ucciso parti di Gaza Circa 20.400 palestinesi Ha causato lo sfollamento di quasi tutta la popolazione della regione, pari a 2,3 milioni di persone.

L’alto numero di vittime tra le forze israeliane – 154 dall’inizio dell’offensiva di terra – potrebbe erodere il sostegno popolare alla guerra, scoppiata quando i militanti guidati da Hamas… Assalto alle comunità residenziali nel sud di Israele Il 7 ottobre uccise 1.200 persone e ne prese 240 in ostaggio.

Gli israeliani sono ancora in gran parte indietro Gli obiettivi dichiarati del Paese Distruggere le capacità militari e di governo di Hamas e rilasciare i restanti 129 prigionieri. Ciò nonostante la crescente pressione internazionale contro l’attacco israeliano, l’alto numero di vittime e la sofferenza senza precedenti tra i palestinesi.

READ  L'Ucraina lancia un attacco missilistico alla Crimea

Hamas impone un prezzo elevato

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato: “La guerra ci impone un prezzo molto alto, ma non abbiamo altra scelta che continuare a combattere”.

In un discorso televisivo a livello nazionale, il presidente israeliano Isaac Herzog ha invitato il Paese a rimanere unito. “Questo momento è una prova. Non ci spezzeremo e non batteremo le palpebre.”

C’era una rabbia diffusa contro il suo governo, che molti hanno criticato per non aver protetto i civili il 7 ottobre Promuovere politiche che abbiano permesso ad Hamas di guadagnare potere Negli anni. Netanyahu ha evitato di assumersi la responsabilità A causa del fallimento militare e politico.

“Col tempo, l’opinione pubblica difficilmente potrà ignorare l’alto prezzo pagato, così come il sospetto che gli obiettivi dichiarati a voce così alta siano ancora lontani dall’essere raggiunti e che Hamas non mostri segni di resa nel prossimo futuro. ” ha scritto Amos Harel, commentatore di affari militari per il quotidiano Haaretz.

L'esercito israeliano ha dichiarato di aver completato lo smantellamento del quartier generale del comando sotterraneo di Hamas nel nord di Gaza, come parte di un'operazione per distruggere la vasta rete di tunnel e uccidere i leader senior, un processo che secondo i leader israeliani potrebbe richiedere mesi.

Sono proseguiti gli sforzi negoziali. Il leader della Jihad islamica palestinese Ziad al-Nakhalah è arrivato in Egitto per dei colloqui. Il gruppo armato, coinvolto anche nell'attacco del 7 ottobre, si è detto pronto a prendere in considerazione la liberazione degli ostaggi solo dopo la fine dei combattimenti. Il leader di Hamas Ismail Haniyeh si è recato al Cairo per colloqui pochi giorni fa.

All'interno di Gaza

L’attacco israeliano è stato uno di questi attacchi Le campagne militari più distruttive della storia moderna. Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, che non fa distinzione tra civili e combattenti, più di due terzi dei 20.000 palestinesi morti erano donne e bambini.

READ  Gli Stati Uniti e la Cina stanno cercando di superare l'incidente del pallone per stabilizzare le relazioni

La Mezzaluna Rossa palestinese ha detto che un ragazzo di 13 anni è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in un attacco di droni israeliani mentre si trovava all'interno dell'ospedale Al Amal a Khan Yunis, una parte di Gaza dove l'esercito israeliano crede che si nascondano i leader di Hamas.

Un raid israeliano ha colpito nella notte una casa in un campo profughi a ovest della città di Rafah, al confine della Striscia di Gaza con l'Egitto. Almeno due uomini sono stati uccisi, secondo i giornalisti dell'Associated Press, nell'ospedale dove sono stati portati i corpi.

Almeno due persone sono state uccise e altre sei sono rimaste ferite quando un missile ha colpito un edificio nel campo profughi di Bureij, nel centro della Striscia di Gaza.

I palestinesi hanno riferito di pesanti bombardamenti e colpi di arma da fuoco israeliani a Jabalia, un'area a nord di Gaza City che Israele afferma di controllare. Il braccio militare di Hamas ha affermato che i suoi combattenti hanno bombardato le forze israeliane a Jabalia e nel campo profughi di Jabalia.

Israele si trova ad affrontare le critiche internazionali per il numero di morti civili, ma incolpa Hamas, citando l'uso da parte degli attivisti di aree residenziali e tunnel affollati. Dal 7 ottobre Israele ha lanciato migliaia di attacchi aerei. Dice di aver ucciso migliaia di attivisti di Hamas, senza fornire prove.

Israele deve affrontare anche accuse di maltrattamenti nei confronti di uomini e adolescenti palestinesi detenuti nelle case, nei rifugi, negli ospedali e in altri luoghi durante l’offensiva. Ha negato le accuse di abuso e ha affermato che coloro che non hanno legami con i militanti saranno rilasciati rapidamente.

Parlando all'AP da un letto d'ospedale a Rafah dopo il suo rilascio, Khamis al-Bardini di Gaza City ha detto che le forze israeliane lo hanno arrestato dopo che carri armati e bulldozer avevano parzialmente distrutto la sua casa. Ha aggiunto che gli uomini erano ammanettati e bendati.

READ  L'ex giocatore della NHL Adam Johnson è morto dopo uno "strano incidente" durante una partita di hockey della Premier League britannica

“Non abbiamo dormito. Non abbiamo avuto né cibo né acqua”, ha detto, piangendo e coprendosi il viso.

Un altro detenuto che è stato rilasciato, Muhammad Salem, del quartiere Shujaiya di Gaza City, ha detto che le forze israeliane li hanno picchiati. “Siamo stati insultati”, ha aggiunto. “Una soldatessa sarebbe venuta e avrebbe picchiato un vecchio, di 72 anni.”

Pressione internazionale

Ha superato il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite Decisione diluita Chiede la rapida consegna di aiuti umanitari ai palestinesi affamati e disperati e il rilascio di tutti gli ostaggi, ma non un cessate il fuoco.

Ma non è stato immediatamente chiaro come e quando le consegne di cibo, forniture mediche e altri aiuti, ben al di sotto della media giornaliera di 500 prima della guerra, avrebbero accelerato. I camion entrano da due valichi: Rafah e Kerem Shalom al confine con Israele. Wael Abu Omar, portavoce della Palestine Crossings Authority, ha detto che 123 camion umanitari sono entrati a Gaza domenica.

Il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha ripetuto gli appelli delle Nazioni Unite per un cessate il fuoco umanitario, aggiungendo sui social media che “la distruzione del sistema sanitario a Gaza è una tragedia”.

Tra le preoccupazioni per un conflitto regionale più ampio, il Comando Centrale degli Stati Uniti ha dichiarato che sabato una nave pattuglia nel Mar Rosso ha abbattuto quattro droni lanciati dalle aree dello Yemen controllate dagli Houthi, mentre due missili balistici antinave Houthi sono stati lanciati contro le rotte marittime internazionali. .

Gli Houthi, sostenuti dall’Iran, affermano che i loro attacchi prendono di mira navi legate a Israele nel tentativo di fermare l’attacco israeliano a Gaza.

___

Magdy ha riferito dal Cairo. Lo scrittore dell'Associated Press Jack Jeffrey di Londra ha contribuito a questo rapporto.

___

Scopri di più sulla copertura AP su https://apnews.com/hub/israel-hamas-war