Novembre 29, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Amazon inizia a tagliare migliaia di lavoratori

Sospensione

Dopo decenni di espansione quasi continua, Amazon ha iniziato martedì a licenziare i lavoratori aziendali, diventando l’ultimo gigante tecnologico a tagliare la sua forza lavoro nelle ultime settimane.

Si prevede che Amazon taglierà circa 10.000 lavoratori, circa il 3% della forza lavoro dell’azienda. L’azienda ha iniziato a contattare i dipendenti martedì pomeriggio, secondo persone a conoscenza della questione che hanno parlato a condizione di anonimato per descrivere questioni delicate.

Amazon prevede di tagliare migliaia di lavoratori nelle aziende

Amazon non ha risposto a una richiesta di commento.

A poche ore dall’inizio dei licenziamenti, i dipendenti hanno iniziato a postare su LinkedIn e sull’app anonima sul posto di lavoro Blind per dire che erano stati licenziati e stavano cercando un nuovo lavoro.

All’interno di Amazon, i dipendenti affermano di non essere stati informati molto sui licenziamenti: non hanno ricevuto alcuna comunicazione o notifica a livello aziendale, hanno affermato due dipendenti dell’azienda che hanno parlato in condizione di anonimato per discutere di questioni delicate.

I tagli riguarderanno principalmente aree come la vendita al dettaglio, le risorse umane e l’hardware. All’inizio di questo mese, Amazon ha annunciato un ampio blocco delle assunzioni tra la sua forza lavoro dei colletti bianchi che durerà almeno per i “prossimi mesi”.

I tagli dovrebbero essere il più grande round di licenziamenti per il gigante dell’e-commerce nella sua storia, segnando un’importante inversione di tendenza per l’azienda che ha assunto in modo aggressivo nell’ultimo decennio.

Si prevede che Amazon continuerà ad assumere per i suoi magazzini, poiché aggiunge personale per supportare le sue intense festività natalizie.

Nelle ultime settimane, Twitter, Salesforce, la società madre di Facebook Meta e altre società tecnologiche hanno annunciato una serie di licenziamenti o blocchi delle assunzioni, dopo mesi di segnali di allarme come le startup tecnologiche. Trovi difficile raccogliere capitali.

READ  Il Nasdaq è leggermente in ribasso dopo un rally di due giorni nonostante i forti guadagni di Netflix e United Airlines

Dan Ives, analista finanziario di Wedbush Securities, ha dichiarato lunedì al Washington Post che i licenziamenti potrebbero segnalare un’imminente recessione. Ha detto che le società tecnologiche sono state “gonfiate così tanto, non sono state costruite per un’economia più morbida come quella che stiamo vedendo ora”.

Mita ha tagliato 11.000 posti di lavoro, ovvero il 13% della sua forza lavoro, la scorsa settimana. Il servizio di ride-hailing Lyft ha licenziato il 13% dei suoi dipendenti. Anche la società di tecnologia finanziaria Stripe e il mercato immobiliare Zillow hanno annunciato licenziamenti da ottobre.

All’inizio di questo mese, il CEO di Twitter Elon Musk Ha tagliato la metà dei dipendenti della sua azienda Subito dopo l’acquisizione del social network.

Twitter riduce il numero dei suoi dipendenti con l’avvento dell’era musk

I licenziamenti di massa rappresentano una netta inversione di tendenza per Amazon, che si è espansa per gran parte della sua storia. Alla fine di settembre impiegava più di 1,5 milioni di lavoratori, in aumento del 5% rispetto all’anno precedente. (Il fondatore di Amazon Jeff Bezos possiede The Post.)

Amazon ha registrato una crescita esplosiva durante la crisi del coronavirus poiché le persone trascorrevano più tempo a casa e facevano sempre più acquisti online. A maggio, la società ha ammesso di aver rifornito il suo magazzino troppo velocemente per tenere il passo con la domanda, che a quel punto si stava raffreddando.

Inoltre, di fronte all’aumento dell’inflazione e ai consumatori sempre più attenti al budget, Amazon ha emesso previsioni deludenti per le festività natalizie, di solito il periodo migliore dell’anno. Le sue azioni sono diminuite il mese scorso. Amazzonia Le scorte sono diminuite In aumento di quasi il 39% dall’inizio dell’anno, nonostante la capitalizzazione di mercato superi ancora i mille miliardi di dollari.

READ  Nome delizioso ma niente Big Mac: la Russia apre ristoranti rinominati McDonald's

Mandy Dean, 39 anni, lavorava a contratto a Chicago con Amazon Luna, la piattaforma di cloud gaming dell’azienda. La società ha lasciato scadere il suo contratto a settembre, anche se ha detto che stava andando a un colloquio per un lavoro a tempo pieno.

Non è stata una sorpresa completa da quando Dean ha detto di aver visto gli streamer ad agosto, poiché gli slot per ingegneri del software che le era stato affidato il compito di riempire sono diminuiti.

“È stato un brutto momento perché tutto questo accadesse”, ha detto Dean. “Mi è davvero piaciuto lavorare in Amazon. Ho adorato la cultura, le persone con cui ho lavorato e il lavoro stesso. Era una situazione difficile ma non c’era niente che potessi fare”.