Giugno 21, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Antonio Conte lascia di comune accordo il Tottenham Hotspur

Antonio Conte lascia di comune accordo il Tottenham Hotspur

Il Tottenham Hotspur ha concluso domenica sera tardi otto giorni di incertezza confermando finalmente la partenza di Antonio Conte “di comune accordo”. Christian Stellini e Ryan Mason assumeranno temporaneamente l’incarico per il resto della stagione.

Tottenham e Conte hanno discusso della sua partenza da quando l’italiano ha reso insostenibile la sua posizione al club sabato scorso, definendo i suoi giocatori “egoisti” in uno sbalorditivo sproloquio dopo il pareggio per 3-3 con il Southampton. Conte è tornato in Italia all’inizio della scorsa settimana, e con entrambe le parti che volevano separarsi, la sua partenza è stata finalmente confermata domenica sera.

In una dichiarazione straordinariamente breve pubblicata sul sito web del club alle 22:20 BST (18:20 ET), il presidente del Tottenham Daniel Levy si è concentrato sulla necessità per tutti di “stare insieme” nelle ultime 10 partite della stagione. Levy non ha fatto menzione di Conte, del suo tempo al club o delle circostanze della sua partenza.

La notizia dell’uscita di Conte chiarisce finalmente l’immediato futuro del Tottenham dopo otto giorni di incertezza. Anche se era opinione diffusa che Conte non sarebbe tornato dall’Italia, sono in atto piani per il suo ritorno e per iniziare ad allenarsi a metà di questa settimana se non verrà concordata una risoluzione.

Con una mossa insolita, Conte non ha seguito tutto il personale di sala. Invece, il suo assistente Stellini sarebbe diventato capo allenatore ad interim per le ultime 10 partite della stagione, lavorando al fianco di Mason.

Stellini e Mason sono stati responsabili della migliore prestazione stagionale degli Spurs a febbraio, mentre Conte è tornato a casa in Italia per riprendersi da un intervento chirurgico alla cistifellea. Hanno supervisionato le vittorie casalinghe su Manchester City e Chelsea – i due migliori risultati del Tottenham in una stagione difficile – e solo quando Conte è tornato i risultati deludenti contro Milan e Southampton hanno spinto la sua partenza.

READ  Il QB dei 49ers Brock Purdy si assume la responsabilità dei passaggi errati nella vittoria contro i Rams – NBC Sports Bay Area e California

L’uscita di Conte pone fine a un tumultuoso periodo di 17 mesi al club. È entrato a far parte nel novembre 2021, in sostituzione del Nuno Espirito Santo di breve durata e ha immediatamente innescato un’inversione di tendenza nella forma degli Spurs, guidandoli infine al quarto posto e di nuovo in Champions League.

In questa stagione, tuttavia, le prestazioni degli Spurs sono calate drasticamente, mentre la situazione contrattuale di Conte – il suo contratto è scaduto alla fine di questa stagione – incombeva sull’intero club. I colloqui per concordare un nuovo accordo non sono andati da nessuna parte e Conte avrebbe dovuto lasciare il club in estate anche prima dell’annuncio di domenica. Aveva poco meno di 4 milioni di sterline di stipendio rimasti nel contratto che ha firmato quando si è unito.

La conferma di Stellini e Mason elimina anche la necessità dell’immediata nomina di un nuovo amministratore pluriennale. L’amministratore delegato del calcio Fabio Paratici aveva già iniziato a selezionare i candidati ancor prima che il mandato di Conte andasse in pezzi.

Il Tottenham ha esplorato la possibilità di un appuntamento fisso questa settimana, e giovedì Thomas Tuchel, un tempo molto apprezzato all’interno del club, è stato frettolosamente nominato dal Bayern Monaco dopo il licenziamento shock di Julian Nagelsmann.

Con Stellini e Mason al loro posto per i prossimi due mesi, gli Spurs hanno più tempo per inseguire il loro prossimo allenatore. Sono stati collegati a una mossa per Nagelsmann, che hanno ammirato per anni e che volevano nel 2021, quando ha lasciato l’RB Lipsia per il Bayern Monaco.

È noto che Parachi è un grande fan dell’ex allenatore del Barcellona e della Spagna Luis Enrique, mentre la maggior parte dei tifosi del Tottenham vuole il ritorno di Mauricio Pochettino, che è rimasto senza lavoro da quando è stato espulso dal Paris Saint-Germain alla fine della scorsa stagione.

READ  Non ci sarà il boom di Tommy John questa primavera. (È sempre così brutto)

La priorità immediata al Tottenham, oltre a trovare un nuovo allenatore, è assicurarsi la Champions League per la prossima stagione. Il Tottenham è quarto in Premier League, anche se Liverpool e Newcastle hanno entrambe una partita in meno.

Stellini e Mason inizieranno il loro incantesimo contro l’Everton al Goodison Park lunedì sera prossimo.

(Foto: Getty Images)